Ritrovati bancomat e soldi | Braccato uno del commando - Live Sicilia

Ritrovati bancomat e soldi | Braccato uno del commando

I carabinieri hanno recuperato la macchina bancomat portata via dalla Unicredit Banca di Grammichele con una motopala nella mattinata di ieri. Recuperata l'intera refurtiva. Arrestato un 41enne.

Grammichele
di
1 Commenti Condividi

GRAMMICHELE. E’ stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Caltagirone e della Stazione di Grammichele in quanto ritenuto componente del commando che nella giornata di ieri utilizzando un Bobcat ed un autocarro Fiat Iveco 35 di colore rosso, aveva rubato l’apparecchio bancomat della Banca Unicredit di Piazza Carafa a Grammichele. In manette è finito il 41enne Emilio Giuseppe La Rocca.

Una volta messo a segno il colpo i malviventi hanno caricato la refurtiva a bordo dell’autocarro e si sono poi allontanati verso il quartiere Sant’Anna. I carabinieri hanno subito intercettato il sito e, sul posto, è stato rinvenuto il bobcat utilizzato per scardinare l’apparecchio bancomat ed un Fiat Fiorino privo di targhe parcheggiato dinanzi al varco di accesso all’area pedonale della Piazza attraverso la quale, dopo aver rimosso una grossa fioriera di cemento, il bobcat e l’autocarro hanno terminato l’opera. Le indagini hanno accertato che il Fiat Fiorino di proprietà del 41enne non risultava rubato. Nel frattempo è stato rinvenuto in contrada Chianchitello, in un terreno di proprietà del fermato l’autocarro Iveco utilizzato per la fuga il quale era stato ribaltato su di una grossa buca praticata nel terreno, grazie all’utilizzo di una grossa pala meccanica ritrovata sul posto, anche questa di proprietà di La Rocca. Nel corso della ricognizione i militari hanno rinvenuto la cassa bancomat che fuoriusciva dallo scavo: nascosto lì in attesa che le acque si calmassero e la banda potesse appropriarsi con tutta calma dell’intera refurtiva.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    un plauso alla locale stazione dei carabinieri per la professionalità e l’abilità dimostrata nella risoluzione del caso. e poi dicono che nessuno fa niente!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *