Il caso di via Felice Emma | Rizzotto: "Prima gli italiani" - Live Sicilia

Il caso di via Felice Emma | Rizzotto: “Prima gli italiani”

Il deputato regionale della Lega: "Quelle abitazioni spettano ai palermitani"

Palermo
di
28 Commenti Condividi

PALERMO – “La doverosa dismissione del campo rom della Favorita da parte dell’amministrazione comunale di Palermo non dovrà assolutamente trovare soluzione con l’assegnazione delle ville sequestrate alla mafia in via Felice Emma”. Lo afferma Tony Rizzotto, deputato regionale della Lega per Salvini Premier, che sottolinea come “questo sì che sarebbe realmente da ritenere probabilmente un atto di razzismo compiuto nei confronti dei palermitani; quegli stessi palermitani che da anni attendono l’assegnazione di una abitazione da parte del Comune, il quale invece, con questa scelta, dimostra di ritenere i rom forse detentori di maggiori diritti rispetto ai nostri connazionali”.

“Sappiano i palermitani – conclude Rizzotto – che al grido ‘prima gli italiani’ la Lega è al loro fianco per rivendicare il diritto alla casa contro chi vorrebbe, come l’amministrazione Comunale, anteporre forse altre logiche e favorire altre persone”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

28 Commenti Condividi

Commenti

    Rizzo to ti vorrei ricordare prima che tu cerchi un po’ di spazio mediatico che anche i dipendenti dei piccoli enti di formazione di Palermo sono dei palermitani , comincia prima ad occuparti di quelli che anche loro sono palermitani

    Rizzotto chi? Quello che era dc, poi udc, poi mpa, ora lega?

    Nessun palermitano potrebbe preferire i leghisti ai rom

    Qualcuno spieghi a rizzotto che i rom del campo nomadi sono palermitani. Quindi cosa contrappone agli italiani?

    Rom sono palermitani e il pon è esplicitamente per i campi nomadi. Quindi di cosa parlano rizzotto e la lega?

    Perchè vuoi fare entrare la Formazione anche in questa tragedia palermitana? Di loro se ne sta già occupando il grande Gigino Di Maio, pertanto possono stare sereni e tranquilli…..

    Scusi sig. dipendente di un piccolo ente di formazione, ma qual’è il nesso fra il suo diritto e quello che il Rizzotto vorrebbe fosse riconosciuto ai cittadini palermitani, quale diritto alla casa? Premetto che concordo con lei che il siculo/leghista è a caccia di visibilità politica; premetto anche che non condivido l’esternazione del Rizzotto, evidentemente semplicistica e banale. Tuttavia è anche vero che il suo problema è diverso e riguarda il diritto al lavoro, che non si può e non si deve negare a nessuno; ma si tratta di un problema diverso che deve essere affrontato alla svelta e seriamente: il suo è un problema che riguarda la politica regionale e nazionale, certamente nulla le viene tolto (oltre le parole a fini mediatici di Rizzotto) per una questione puramente locale e di cui si occupa l’amministrazione cittadina.

    E’ un problema di legalità. Se ci sono case disponibili per i senza tetto di Palermo, si applichi la legge, cioè le graduatorie. Orlando non è al disopra della legge, se dovesse commettere un abuso perseguibile come reato, mi auguro che non solo Rizzotto ma tanti lo denuncino. Sarebbe la soluzione per liberare Palermo da una presenza che è diventata esiziale per la città perchè mette tutti contro tutti, probabilmente per raggiungere obbiettivi mediatici personali utili a continuare una stagione politica ormai malamente finita.

    Io non sono dipendente di un ente di formazione ma basta che anche tu digiti su google il nome del deputato regionale associato alle parole ente di formazione via val di Mazara Palermo e ti farai un idea del perché

    E’ davvero pietosa la ricerca di un pizzico di notorietà. Tutti questi novelli leghisti che scimmiottano salvini sono davvero patetici. Sino ad un anno fa nessuno in sicilia trattava questi argomenti con il populismo che oramai va di moda. Premesso che non sono elettore leghista e mai lo potrò essere ma almeno salvini è stato sempre coerente. Si può condividere o meno, ma coerente lo è certamente.

    Non appena i capi famiglia rom verranno a visionare le loro ville per poi prenderne possesso allora cosa succederà, ci saranno disordini di piazza?

    Consiglieri dimettetevi tutti e liberate palermo da orlando che ha fatto più guai di cammarata

    Tagliamo la testa al toro,scorriamo le graduatorie degli aventi diritto e più semplice e giusto.

    Questo ,che somiglia tanto ai personaggi di avanspettacolo di periferia degli anni 50, potrebbe imparare uno slogan nuovo invece di ripetere quello degli altri.

    Rizzotto paga gli stipendi dellisfford e tutti i soldi che ti hanno anticipato. Vergogna

    Rizzotto, intanto bisogna saper parlare in italiano …

    Cerco do essere più esplicito. Lungi da me voler difendere lonorevole; anzi, aggiungo che si è pure dimesso dall’Ente di cui era Presidente, Presidenza che è stata assegnata ad altro soggetto “estraneo”, di sesso femminile, e di cui nessun quotidiano riferisce che si tratta della mamma proprio dell’ultimo figlio dellonorevole. Ma tutto ciò afferisce una sfera diversa (non per questo meno grave!) dall’argomento in questione: continuo a non comprendere il nesso fra le sorprendenti esternazioni relative alle abitazioni da assegnare ai palermitani piuttosto che ai rom, e le vergogne di cui si sarebbe reso triste protagonista (il condizionale è d’obbligo, fino a prova provata contraria) nelle vicende afferenti la gestione del piccolo ente di formazione.

    @ rizzotto e salvini – prima i Rom, prima i Migranti, prima i Richiedenti asilo……………………………………………ultimi gli italiani specie se votano Lega.

    Bisogna essere proprio cattivi e infami per ghermire una preda indifesa come gli zingari e inneggiare alle politiche persecutorie del Capo Padano, che durante la campagna elettorale sbandierava il Vangelo.

    Amico Manlio mi sarebbe sembrato molto opportuno quando ci erge a difesa della palermitani ricordarsi anche di quei alermitani rimasti senza retribuzione per mesi e senza tfr e senza lavoro poi per il resto mi auguro che la magistratura al più presto concluda le sue indagini e ne tragga le conclusioni

    Giacomo per quello che hai scritto….SONO SENZA PAROLE. “Ultimi gli Italiani…. ( ti dovreste vergognare se Italiano lo sei ….. l’Italia ha pianto migliaia di morti per darti questo pezzo di terra e di diritti ).

    e io sono cattivo e infame viva la lega

    Da quarantottore, mi sembra, il prode sindaco Orlando tace sulle case ai ROM. Fallito il blitz in via Emma, forse qualcuno gli ha spiegato che la legge è uguale per tutti. Se i Rom sono palermitani, come afferma lui, vanno trattati come qualsiasi altro palermitano sfrattato e senza casa, con le stesse regole per la assegnazione degli alloggi. Se non sono palermitani, allora ogni atto che li privilegi sarebbe un atto razzista, seppure all’incontrario, e quindi reato. Che farà il nostro eroico paladino?

    Giacomo è un piddino perdente alle urne che provoca,in quanto quello che dice è fuori dalla realtà.

    Vai Rizzotto Palermo onesta e’ con te !!

    Ma che credibilità può avere questo vecchio arnese della politica che è passato dall’appartenenza di partiti politici d’ispirazione cattolici al più becere populismo. La Lega mettendosi in casa questi personaggi non ci fa certo ben sperare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *