"Il centro abbandonato alla violenza" - Live Sicilia

“Il centro abbandonato alla violenza”

Il reportage
di
5 Commenti Condividi

(Video di IRMA ANNALORO) Dall’aggressione di una babygang di qualche sera fa a piazzale Ungheria a uno stato di allarme diffuso. “Non è soltanto un problema giovanile ma crediamo colpisca tutte le fasce d’età – è questo il pensiero che esprimono due commercianti del piazzale, che aggiungono – l’aggressione dell’altra sera è una novità ma non ci stupisce, piazzale Ungheria dalle otto di sera cade nel degrado più totale”.

Una situazione problematica quindi, quella che viene espressa da tutti i titolari delle attività della zona; specialmente, se ad aggravarla ci sono senzatetto e gruppi di extracomunitari che durante la notte occupano il porticato. “Di giorno le forze dell’ordine sono presenti, il carabiniere di quartiere è di certo un deterrente, ma non basta per evitare che di notte succedano queste cose – dice l’edicolante- noi negozianti non possiamo che essere preoccupati”.

L’aggressione di giorno 3 non è stato tra l’altro un episodio isolato e l’addetta al posteggio privato dell’ Amat nel piazzale lo conferma: “Tempo fa, mentre una signora stava entrando nel posteggio, un giovane in motorino le ha afferrato la borsa ed è scappato: tutto questo in pieno giorno”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
5 Commenti Condividi

Commenti

    Ma che volete che sia ,questa è ‘microcriminalità’,non interessa a nessuno,solo a noi che la subiamo giornalmente

    Auto ripetutamente sfregiata, specchietto esterno sradicato a penzoloni: indovinate dove? Via Libertà zona via Mazzini/Daita.
    Il centro della città è stato consegnato alla gestione sfrontata, prepotente e invasiva di un numero incredibile di posteggiatori abusivi che infastidiscono sistematicamente le persone che posteggiano. Precisamente, a due passi dalla casa del Sindaco e da quella un ex PM ora legato al pres.te Schifani, presidiate da gruppetti di vigili urbani e varie forze di polizia che, però non vedono nulla se non è coinvolto il loro protetto. Che spreco! Sarebbe meglio difendere tanti cittadini anzicchè 2 o 3 no?

    molto spesso leggo, che palermo in confronto alle città del nord la notte si è tranquilli i giovani possono uscire serenamente. Invece…..che delusione.

    poliziotti e vigili urbani fuori a lavorare anche la notte.. questo occorrerebbe e se non bastasse anche l’esercito, prima di arrivare a situazioni latino-americane

    Occorrerebbe che il sig.Prefetto ,ilQuestore,ilComandante dei carabinieri e della guardia di finanza prendessero l’abitudine di andare di persona ,negli orari critici,a rendersi conto di quanto sia grave lo stato di abbandono del territorio specialmente nel centro storico e comunque nei luoghi della c.d movida.Ovviamente lo stesso territorio, non vigilato, diventa dominio della microcriminalità e della illegalità che,sappiamo bene,a Palermo significa della mafia che scientificamente organizza il presidio e le forze in campo.
    In questo stato delle cose è impensabile immaginare un futuro di rilancio dell’economia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.