Il clochard Miguel riabbraccia il suo Kafka VIDEO - Live Sicilia

Il clochard Miguel riabbraccia il suo Kafka VIDEO

Il commovente momento del ricongiungimento tra il padrone e il cane sparito da una settimana
PALERMO
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – La scomparsa di Kafka si è risolta con un lieto fine. Il cane, di proprietà del clochard Miguel, è tornato dal suo padrone e il loro abbraccio è stata una cosa tenerissima.

Kafka era sparito una settimana fa nella notte da sotto i portici di via Ruggero Settimo, dove vive con Miguel che in quel momento dormiva.

Passavano i giorni ma l’animale non tornava. Si sono attivate le ricerche in diverse zone della città, a cui hanno preso parte i volontari dell’associazione Balzoo ma anche delle persone che hanno preso a cuore la vicenda. Ma di Kafka non si vedeva nemmeno l’ombra. 

A distanza di una settimana dalla scomparsa, è arrivata una segnalazione “sappiamo dove si trova”. Kafka è stato ritrovato legato a un palo nel quartiere di Ballarò. Un passante l’ha liberato e messo al sicuro. “Qualcuno – raccontano i volontari di Balzoo – l’avrebbe sottratto al proprietario mentre dormiva, durante la notte”. 

La gioia del cane quando ha rivisto il suo padrone è stata incontenibile. È felice, sono felici perché sono nuovamente insieme l’uno a sostegno dell’altro. Il video realizzato con le immagini del ricongiungimento è emozionante, mostra il cane “abbandonarsi” dolcemente fra le braccia dell’uomo. Per Kafka casa è dove c’è Miguel.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
2 Commenti Condividi

Commenti

    Esistono purtroppo persone così prive di umanità da non arrivare neppure a capire il rapporto d’affetto che può esistere tra un uomo ed un animale. Chi ha rapito questo cane deve evidentemente essere uno così solo, senza famiglia e senza amici da non riuscire neppure a provare sentimenti. Andrebbe aiutato…..

    Gli hater da tastiera e certi politici contro i migranti dovrebbero vergognarsi ed imparare da un animale (nel senso zoologico e non dispregiativo) cosa è l’affetto e l’amore per un altro essere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.