Il degrado del Policlinico| Tensione tra i sindacati - Live Sicilia

Il degrado del Policlinico| Tensione tra i sindacati

Flc Cgil e Uil Rua hanno reso pubbliche due lettere, indirizzate a Crocetta, Borsellino e Lagalla, in cui hanno invocato un intervento per risolvere quella che definiscono una situazione di degrado dell'ospedale e hanno richiesto la nomina di nuovi amministratori. Il clima, però, rimane teso: oggi uno dei dirigenti di Flc Cgil sarebbe stato aggredito da un sindacalista. Entrambe le sigle hanno denunciato l'accaduto.

LA DENUNCIA DI CGIL E UIL
di
3 Commenti Condividi

Policlinico Paolo Giaccone

PALERMODue lettere aperte da parte di Flc Cigl e Uil Rua, indirizzate al presidente della Regione Rosario Crocetta, al nuovo assessore alla Salute Lucia Borsellino, al rettore dell’Università di Palermo Roberto Lagalla e a tutti i lavoratori dell’azienda ospedaliera Paolo Giaccone hanno richiesto a gran voce un intervento per risolvere il problema Policlinico: secondo i sindacati nel corso dell’ultimo anno sono accaduti eventi spiacevoli ai pazienti ricoverati nell’ospedale universitario e, sebbene non sia loro compito verificare l’operato dell’azienda, la direzione strategica non avrebbe ancora dato una risposta allo stato di degrado in cui verserebbe il nosocomio.

Difendendosi dalle accuse di essere “garanti ad oltranza di fannulloni e assenteisti”, Flc Cgil e Uil Rua hanno sollevato la polemica con la direzione, chiedendone la destituzione e auspicando la nomina di nuovi amministratori. Ma all’interno dei sindacati stessi non tutti sarebbero d’accordo con la posizione assunta dai vertici. Come diffuso oggi attraverso due comunicati stampa, un dirigente sindacale della Flc Cgil è stato raggiunto sul proprio posto di lavoro da quello che viene definito dai sindacati stessi “un sedicente sindacalista”, che per difendere l’operato dell’amministrazione del Policlinico avrebbe intimato al dirigente di non pubblicare più documenti inerenti la cattiva gestione dell’azienda, minacciandolo di ritorsioni fisiche. I sindacati hanno manifestato solidarietà al dirigente minacciato e hanno ribadito che la situazione all’interno del Paolo Giaccone non è semplice. Adesso si attende una risposta da parte dei destinatari delle due lettere aperte.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    il sedicente sindacalista (predica bene e razzola male) e sarebbe ora che l’assessore alla salute prendesse le dovute precauzioni, alla fine tutta questa tensione la piange sua maestà il paziente.
    (come si dice dalle mie parti u pisci fiati ra tiasta).

    Che impegno la CGIL e la UIL davvero bravi… a fare marketing… denunce nomi e cognomi alla magistratura!!!! se hanno qualcosa da dire altrimenti la smettano di fare populismo e demagogia inutile…

    Ho solamente da ringraziare e augurargli ogni bene,ai prof. Cocorullo,il Prof. Bonventre.il Prof Gulotta e tutto il reparto dico tutto di chirurgia d’urgenza,compreso il reparto di rianimazione,troppa cura per tutti i degenti,e diciamolo anche tanta pulizia nei reparti anche se vecchi .Se poi qualche infermiera si lamenta con noi parenti, con ragione; visto che noi vogliamo tutto e subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *