In Sicilia disoccupazione al 23,1% | Il lavoro resta una chimera - Live Sicilia

In Sicilia disoccupazione al 23,1% | Il lavoro resta una chimera

I numeri relativi al primo trimestre 2018.

Report del Diste Consulting
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – Il tasso di disoccupazione si è aggirato nel primo trimestre 2018 intorno al 23,1% (1,1% in più dell’anno precedente), mentre il “tasso di mancata partecipazione”, comprese le persone che non cercano “attivamente” lavoro, ha toccato il 41,6% (41,3% nel primo trimestre 2017). Il modesto recupero dell’economia degli ultimi anni non arresta la disoccupazione che continua a rappresentare un problema sociale di massima importanza: colpite nel primo trimestre scorso più di 400 mila persone. Inclusi anche coloro che “non cercano attivamente un’occupazione”, ma sarebbero disponibili a lavorare qualora se ne presentasse l’occasione, il numero dei disoccupati “potenziali” sfiora il milione. Se s’includessero le persone che svolgono non volontariamente un’attività a tempo parziale il numero sarebbe ancora più inquietante. I dati emergono dal Report Sicilia realizzato da Diste Consulting per Fondazione Curella.

(ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    In realtà la disoccupazione è al 30% e quella giovanile al 60%.

    La verità?! E chi la può sapere..ognuno dice la sua è sempre per approssimazione, però siamo europei. Non abbiamo più l’anagrafe del lavoro, l’osservatorio del mercato del lavoro, il repertorio delle qualifiche, mestieri e professioni, però siamo europei. Non abbiamo più il collocamento né la commissione per l’impiego, però siamo europei. E se cerchiamo i dati ci dobbiamo fidare. Come Excelsior di unioncamere che costa più di un ministero, paga consulenze strepitose e restituisce dati improbabili…….. E nella mia memoria il rigoroso sguardo del collocatore di Castronovo quando chiamava il turno per pagare le indennità di disoccupazione……ma non era europeo come lo sono diventati i suoi figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *