Italia Futura |"Verso la terza repubblica" - Live Sicilia

Italia Futura |”Verso la terza repubblica”

Si terrà all'Aga Hotel il primo coordinamento provinciale del movimento politico fondato da Luca Cordero di Montezemolo. A presiedere i lavori Ettore Artioli e Angelo Mangione.

SABATO PROGRAMMATO INCONTRO
di
1 Commenti Condividi

CATANIA – Sabato prossimo, 1 Dicembre, alle 10,00 , si terrà all’Aga Hotel di Catania la prima riunione del coordinamento provinciale catanese di Italia Futura. L’associazione, presieduta da Luca Cordero di Montezemolo, intende avviare il dibattito civile sul futuro del Paese attraverso una mobilitazione libera, agile e trasparente che dia voce a chi vuole contribuire alla vita pubblica oltre i momenti elettorali, proponendosi di essere una cassa di risonanza per le idee, i progetti e gli scenari che possono nascere dalla conoscenza dei problemi reali e dalla passione civile di singoli cittadini e di varie realtà associative.

Com’è noto, il presidente di Italia Futura è stato tra i promotori del manifesto “Verso la Terza Repubblica” insieme, tra gli altri, al ministro Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio, presentato a Roma il 17 novembre scorso con una grande manifestazione dalla quale è emersa la volontà di creare un aggregato ampio che coinvolga forze diverse con l’obiettivo di ricostruire il Paese rimettendo al centro priorità trascurate.

Introdurranno il coordinatore regionale di Italia Futura Ettore Artioli, il portavoce regionale Massimo Plescia e il portavoce provinciale di Catania Angelo Mangione. Sono stati invitati ad intervenire esponenti dell’associazionismo, del volontariato, dell’impresa, dell’università, delle professioni, del sindacato e del mondo cattolico.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    bisogna avvertirlo che soldi non ne abbiamo più. A lui conviene puntare sulla casta italiana, nelle cui tasche risiedono i nostri ex risparmi. Convincetelo, per favore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *