La Cgil attacca: “Irregolari|le nomine dei dirigenti regionali” - Live Sicilia

La Cgil attacca: “Irregolari|le nomine dei dirigenti regionali”

Lettera all'assessore Chinnici
di
6 Commenti Condividi

Irregolarità nella nomina dei dirigenti. Abusi, mancanza di trasparenza, clientele. La Funzione Pubblica della Cgil attacca, attraverso una nota indirizzata all’assessore della Autonomie locali e Funzione Pubblica Caterina Chinnici, sulle modalità di conferimento degli incarichi ai dirigenti della Regione.

“A seguito di segnalazioni pervenute riguardo ad anomalie nelle procedure di conferimento degli incarichi dirigenziali – si legge nella nota – la Cgil-Fp ha avviato a partire dal mese di gennaio una ricognizione presso i dipartimenti regionali in merito alle istanze pervenute per la copertura delle postazioni dirigenziali disponibili e alle valutazioni espresse dai dirigenti generali in esito alle nomine effettuate”.

Una ricognizione che avrebbe “evidenziato un quadro preoccupante di gravi irregolarità derivanti dalla totale mancanza (se si eccettua due casi isolati per due postazioni) di atti istruttori o di ‘tracce e percorsi’ valutativi, che appaiono essere stati omessi dai dirigenti generali, contrariamente a quanto dagli stessi affermato nei decreti di nomina”.

Insomma, mancano i presupposti alla base del conferimento di ogni incarico di questo tipo, al punto che, secondo la Cgil, questi “sarebbero stati effettuati in modo del tutto arbitrario e non trasparente, e, a cascata, essi potrebbero in atto comportare, tra l’altro, vantaggi di carriera e l’erogazione di indennità potenzialmente indebite (valutabile nel complesso a ben oltre 30 milioni di euro), per giunta pensionabili, in favore di taluni ed a scapito di altri, suscettibili di produrre danno risarcibile”.

Secondo il sindacato “da un sinergico connubio di arbitrii, abusi e forme di clientele emerge, il generale travisamento della legge regionale 10/2000, nonché addirittura la diffusa pratica di assegnazione di incarichi a dirigenti che neppure hanno presentato la domanda per l’incarico loro attribuito”.

La Cgil, infine, chiede l’accertamento delle reponsabilità politiche, amministrative ed erariali violate nonché il ripristino delle regole. Della situazione della dirigenza regionale, il mensile S aveva parlato diffusamente con un’inchiesta pubblicata nel numero di marzo.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    STATE PERDENDO DEL TEMPO PREZIOSO.ALLA DOTT.CHINNICI GLI FANNO FARE TUTTO QUELLO CHE E’ FUNZIONALE ALLE LORO CLIENTELE,PURTROPPO (E I FATTI LO DIMOSTRANO)A LEI INTERESSANO LA MACCHINA CON L’AYTISTA,I 15.000 EURO AL MESE,IL TELEFONINO GRATIS ETC ETC.CON IL COGNOME CHE PORTA SI DOVREBBE VERGOGNARE DI APPOGGIARE UN INQUISITO PER MAFIA…E INVECE LA TROVIAMO SUI QUOTIDIANI ACCANTO AL SUO PRESIDENTE! NON MI PARLATE PIU’,PER FAVORE,DELLE VITTIME DELLA MAFIA,BASTA SPECULAZIONI. p.s.mi scuso con coloro che con dignita’affrontano questo infausto destino per il proprio congiunto.

    MI DISPIACE PER LA DOTT.SSA CHINNICI,LA STIMO ED HO’ CONOSCIUTO LA SUA FAMIGLIA ,QUANDO ERO RAGAZZO ED AVEVO DEI SOGNI.A VOLTE PER SEGUIRE QUEI SOGNI SI CRESCE E’ SI VORREBBE REALIZZARE QUEI SOGNI DI GIUSTIZIA,MA SENZA RENDERSENE CONTO CI SI TROVA NEL MONDO DEI”GRANDI”,IN MEZZO ALLE MAGAGNE,NEI GIOCHI DI POTERE DEI POLITICI.BUONA FORTUNA DOTT.SSA,SI SVEGLI AL PIU’ PRESTO.CON AFFETTO,VINCENZO.

    AVETE CAMBIATO DECINE DI DOIRIGENTI GENERALI E LA MIGLIORE,LA PIù PERBENE,LA PIù CAPACE,LA PIù COMPETENTE L’AVETE ANCHE “AFFAMATA”.
    VERGOGNATEVI. VERGOGNATEVI TUTTI.
    W ROSSANA INTERLANDI……LA MIGLIORE.

    io credo che la CGIL e il sindacato in genere piuttosto che preoccuparsi delle assegnazioni in essere, considerato che le stesse sono state oggetto di contrattazioni decentrate alle quali ha partecipato e sottoscritto, e quindi ha avallato la norma di salvaguardia dei livelli pregessi dei singoli dirigenti e che pertanto l’unica assegnazione di ruoli passava o dalla riconferma degli incarichi o ad una rotazione degli stessi, dovrebbe farsi carico di capire perchè vi è una disparità di assegnazione di risorse tra i vari dipartimenti, per cui in alcuni a parità di ruolo ti offrono una cifra e in altri la metà, se è giusto che vi siano dirigenti assegnati a iosa in uffici periferici pressoche inutili come le scica, ma che ti consentono di farti arrivare lo stipendio a casa senza lavorare, piuttosto che assumersi la responsbilità di un ruolo presso un dipartimento. e potrei continuare all’infinito. la legge 10/2000 è stata salutata da tutti come la madre di tutte le soluzioni e, invece risulta essere la madre di tutte le disgrazie. il ruolo unico è servito a perdere le professionalità, ha massificato le intelligenze, ma anche ignoranze e supponenze, e quale unica discriminante ha lasciato in piedi quella che la stessa legge voleva mettere fuori: la politica. lo sanno tutti che vi è stato un calcio mercato indegno giocato dentro le stanze della politica pe l’assegnazione dei servizi e quant’altro, e i sindacati hanno giocato la loro parte ottenendo i loro spazi. forse la cgil ne ha ottenuti pochini e grida, ma non tiri in ballo le procedure, forse non sono stati bravi nel loro ruolo di procuratori. Ma se il PD andrà in giunta con propri uomini, troveranno gli spazi rivendicati e tutto si aggiusta. a scanso di equivoci non sono un dirigente, ma le regole del mercato le conosco bene.

    La CGIL attacca la dr.ssa Chinnici: col “Fuoco amico”, prima o poi, ci si brucia. Mi dispiace dirlo ma non stimo nessuno di quelli che stanno prestando la propria dignità e il proprio volto a questo governo regionale.

    L’anestetico con cui si e’ fatta la sinistra e la CGIL ogni tanto viene meno….parlare di irregolarità delle procedure di assegnazione degli incarichi, senza dire che gli incarichi, i SERVIZI vengono creati senza criterio, ma solo per accontentare i più e’ veramente ipocrita ! Esistono servizi con tre persone e unita’ operative in cui i dirigenti dirigono se stessi….questo e’ lo scandalo vero, ognuno di questi parassiti assorbe risorse di tutti, senza fare nulla, VERIFICATE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.