La folla 'fasulla' per Crocetta |"Errore del quotidiano" - Live Sicilia

La folla ‘fasulla’ per Crocetta |”Errore del quotidiano”

Non sembrano arrestarsi le polemiche per la foto apparsa domenica su "La Sicilia", in un servizio promozionale, che ritrae il candidato alla presidenza Rosario Crocetta sorridente su un balcone di Mistretta. Il bagno di folla immortalato non era, infatti, per l'ex sindaco di Gela bensì per San Sebastiano, Santo Patrono del comune messinese. Arriva la smentita ufficiale del candidato: "Si tratta di un equivoco del giornale".

Verso le regionali, il caso
di
45 Commenti Condividi

MESSINA – In campagna elettorale ogni gioco vale. Almeno questo sarebbe, secondo i detrattori, il pensiero del candidato governatore Pd-Udc, Rosario Crocetta. L’ultima trovata dell’ex sindaco di Gela è stata, infatti, quella di farsi immortalare al cospetto di una folla festante a Mistretta, in provincia di Messina, spacciandola per la “sua” folla. Ma in realtà quel 18 agosto, giorno in cui è stata scattata la foto apparsa poi su ‘La Sicilia’ di domenica scorsa, in un articolo promozionale, non si festeggiava il candidato Crocetta, quanto piuttosto il Santo Patrono, San Sebastiano.

L’astuta operazione pubblicitaria viene dunque smascherata dal web che, annusando puzza d’inganno, mostra i fatti da una diversa ‘angolazione’. Nella foto si osserva, infatti, una folla che si accalca intorno alla chiesa di San Sebastiano e sembra rivolgere lo sguardo da tutt’altra parte rispetto a Crocetta. La didascalia del servizio, al contrario, recita: “Il candidato governatore Crocetta a una manifestazione elettorale”.

Nel giorno della processione Crocetta, pertanto, non si trovava a Mistretta per farsi acclamare dalla folla, bensì per assistere alla funzione religiosa ed incontrare Cateno De Luca, candidato governatore di Rivoluzione siciliana, Forza Nuova e Forconi, con l’obiettivo, nemmeno tanto sottaciuto, di stringere un’allenza post elettorale (tentativo poi fallito per il no deciso dello stesso De Luca).

Ma a sgombare il campo da qualsiasi sospetto di ‘falso’ giunge la pronta risposta da parte dell’ufficio stampa di Crocetta: “Si tratta di un equivoco dovuto ad una errata titolazione della didascalia da parte del giornale in qurestione. Non si trattava, infatti, di una manifestazione elettorale poichè la foto è stata scatta durante la processione di San Sebastiano, che l’On Crocetta seguiva dal balcone”.

Smentita, infine, anche la presenza di Cateno De Luca: “Accanto a Crocetta, come possono confermare testimoni oculari, non era presente l’on Cateno De Luca”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

45 Commenti Condividi

Commenti

    Una foto così non ha nulla per essere commentata. Corcetta è senza vergogna.

    Ma Crocetta incomincia ad essere un tantino RIDICOLO!!!

    Crocetta patrono di Mistretta. Fa pure rima.
    C’è da morire!
    Tipico di chi ha la cultura di trasfigurare la realtà. Del resto da Crocetta che cosa potevamo aspettarci?
    Reagiamo tutti prima che sia troppo tardi.
    MANDIAMOLI tutti a casa e votiamo M5S. VOTIAMO CANCELLERI!

    LO DICEVO IO CHE è INAFFIDABILE:
    1) Non conosce Lombardo …e sta a casa sua
    2) Non vuole continuità e si prende…Massimo Russo
    3) La foto con scenario “fasullo” per un protagonista …in tono
    4) La retorica dell’antimafia …personificata!!!

    SIETE SOLO RIDICOLI,VERAMENTE ANCORA NEL 2012,CON LE COMUNICAZIONI GLOBALI CON IL WEB,PENSATE DI RACCONTARE TALI FESSERIE ALLA GENTE?CARO CROCETTA CAPISCO CHE IN QUESTO MOMENTO DI GRANDE DIFFICOLTA’ TU ED IL PD E UDC,VORRESTE LA GRAZIA DA QUALCHE SANTO,MA SE GLI RUBATE ANCHE A LORO POI QUELLI SI INC….ZANO.

    Crocetta e’solo un bluff!

    la dignità e la veridicità che tutti vorremmo in un presidente della Regione…

    Crocetta e Massimo Russo hanno in comune un’ unica cosa : la maia di AUTO-REFERENZIARSI

    Per soddisfare tale mania sono disposti a qualunque cosa
    Dall’ inventarsi storie personali GLORIOSE fino a farsi immortalare in foto che li ritraggono in IMPROBABILI bagni di folla

    Fanno, più che altro pietà

    Se questo è l’inizio…

    ma chi fiura di merd….

    Onorevole, sta perdendo il senno?

    Semplicemnte ridicolo, non merita la minima considerazione!

    Mio nonno mi raccontava di un signore che, all’inizio del secolo scorso, dava appuntamenti, a Palermo, in via Roma di fronte all’Ecce Homo: tutti i passanti si scoprivano la testa in rispetto dell’ecce Homo e costui, con accanto gli stupiti invitati, ricambiava cerimoniosamente…..

    Neanche Corbucci ne “Gli Onorevoli” (quello di Votantonio, votantonio) aveva osato tanto, potrebbe giusto servire come spunto per il prossimo film diei Vanzina

    Le didascalie le fanno i giornali, non i candidati. E’ ridicolo strumentalizzare queste cose

    MI VERGOGNO DEL MIO PAESANO CROCETTA CHE PENSA CHE LA SICILIA SIA CUBA E LUI IL DITTATORE.

    Ci vuole coraggio!!!!!
    Il Pd conbatte il Cuffarismo che è agli antipodi come ideali e cultura e dopo che fa?
    Si allea con l’Udc!!!
    Qualcuno gli dica che il 99,9 % dei membri dell’Udc sono uomini di Cuffaro.
    Mah…si sta perendo la degenza e in più questi politici sono convinti che la gente non capisca nulla!!!
    Sono senza parole.

    @giulia ti sbagli, questa era una pagina di autopromozione comprata dal candidato, la didascalia ce l’hanno messa quelli dello staff di Crcetta

    HO SENTITO PIU’ VOLTE CROCETTA E MI E’ SEMPRE PIACIUTO.
    ADESSO HA INCOMINCIATO A DIRE CHE NON E’ MAI STTO COMUNISTA, SI ALLEA CON CUFFARO E LOMBARDO E MICCICHE’ CIOE’ CON COLORO CHE HANNO BRILLANTEMENTE CONTRIBUITO A ROVINARE LA SICILIA.
    MA COME E’ POSSIBILE FARE UNA COSA DEL GENERE?
    E COME FA IL PD A SEGUIRE CROCETTA IN QUESTE GIRAVOLTE?

    P A T E T I C O !!!

    La verità è che sono disperati…tutti! e non sanno più cosa inventarsi

    Palermo 13 sett. Con riferimento alla foto pubblicata su La Sicilia di domenica 9 settembre 2012, l’ufficio stampa dell’on Rosario Crocetta, candidato alla presidenza della regione Sicilia, precisa che non si trattava di una manifestazione elettorale e che l’equivoco, perché di equivoco si tratta, è dovuto ad una sbagliata titolazione della didascalia da parte del giornale in questione.
    La foto, è evidentemente stata scattata durante la processione di San Sebastiano, che l’On Crocetta seguiva dal balcone, e non durante una manifestazione elettorale.
    L’ufficio stampa precisa inoltre che, accanto a Crocetta, come possono confermare testimoni oculari, non era presente l’on Cateno De Luca.

    Ufficio stampa

    Durante bil regime comunista nell’unione sovietica, lo stesso utilizzava una sezione del KGB che era specializzata nella “D’Informatia” cioè manipolare la realtà facendo apparire da una cosa reale, tutt’altra cosa. Se Crocetta si illude di utilizzare gli stessi mezzi sbaglia tre volte, nell’era del web nulla sfugge, Lui sicuramente non è allo stesso livello del KGB, la terza cosa, quella più importante, è il tentativo di offendere la nostra intelligenza. La Sicilia non ha bisogno di un soggetto che conserva nostalgiche manipolazioni degne del peggiore KGB.

    Non c’è alcun inganno nè strumentalità in quella foto, nella quale è evidente che vi è una processione religiosa davanti al sagrato di una chiesa. Se proprio polemica si vuol fare a sinistra ,e sarebbe preferibile concentrarsi a levare consensi a Musumeci e a Miccichè, la si faccia sui contenuti.Dopo di che ,buon lavoro e tanti auguri.

    @marka cirone
    a sinistra? ma di che stai parlando? ora il PDmenoL e l’UnioneDeiCarcerati sono di sinistra? mischino marx che si rivolta nella tomba….

    marica cirone – lascia stare la foto – il bluff di Crocetta è in agguato ed anche ormai palese !!!!!

    E’ evidente che l’errore sia dovuto a chi ha compilato la didascalia (e sfido chiunque a dire che lo abbia fatto Crocetta) una foto del genere non può avere un intento promozionale visto che si vede la gente uscire in massa da una chiesa. Pensare di far passare questa per bieca propaganda elettorale significa voler attaccare un candidato per puro principio

    Che stupidaggine. E’ evidente che si tratta di un errore di chi nel giornale ha scritto la didascalia. State strumentalizzando una sciocchezza ed infangando unapersona per bene abituata ai bagni di folla e che certo non ha bisogno di simili trucchetti. Fate venire la nausea. Rosario Crocetta è una persona seria e coraggiosa. Vergognatevi.

    Dice di voler fare la RIVOLUZIONE

    Ma intanto non ha avuto pudore alcuno e si è disinvoltamente alleato proprio con i SERVI di MONTI

    Che Monti sia un Rivoluzionario ?

    . …..ed e’ ancora qua…e già…….

    E dopo qualche giorno di San Sebastiano e sCateno De Luca l’incontro fatidico con Toto’ Cardinale Molica e compagnia bella.

    La foto è un equivoco. Perchè l’Ufficio stampa di Crocetta non ha smentito subito? Ma quello che conta adesso, a parte la foto, sono i Cuffaro, i Miccichè, i Lombardo e i tanti che hanno rovinato la Sicilia!

    ahah ora pure si inventa le folle?? apposto siamo…

    I mezzi el bassezze usate per screditare Crocetta stanno diventando allucinanti. Siete realmente convinti che ad uno che è stato per 2 mandati Sindaco di Gela ed ha preso 150 mila voti alle Europee manchi una foto davanti ad una folla??

    @ Aido, c’è di più a quanto pare Crocetta avrebbe chiuso un accordo ad Agrigento con la lista “Patto per il Territorio” che si è contraddistinto alle ultime amministrative agrigentine con un bel 15% di voti. Ebbene dietro questa lista ci sono proprio i cuffariani, vedi Silvio Cuffaro, fratello dell’ex governatore della Sicilia. Pertanto, oltre all’UDC, il caro Rosario non ha remore a ricevere “crocetta” sulla scheda elettorale dai cuffariani D.O.C.. della provincia di Agrigento e non solo.

    Sono Gelese. E’ vero che Crocetta ha combattuto la mafia ma Gela però l’ha lasciata con i conti rossi grazie alle feste e roba del genere per ingraziarsi il voto. Ultimamente sta diventando un politicante che cerca solo di emergere, è vuoto…Meglio Cancelleri del M5S.

    dopo questa gaffe della processione di San Sebastiano,Crocetta,nomen omen est, sulla presidenza della regione Sicilia, può anche metterci una “piccola croce”;scommetto che,da oggi, non saprà più a quale santo votarsi!eppure non aveva forse fatto un fioretto di astenersi dai piaceri della carne?non l’avrà mica infranto con il pesce? é possibile che da ex comunista,ex inquilino lombardiano ed ex…..non conosca il vecchio detto:SCHERZA COI FANTI E LASCIA STARE I SANTI?

    A gela lo conoscono tutti .
    nel P.D. cominciano a conoscerlo.
    Speriamo bene per la sicilia.
    voto fava.

    Sta sbagliando molto purtroppo così rischia di perdere.

    In ogni caso domani arriverà la rettifica del quotidiano che ha commesso l’errore con le relative scuse. Spero basti per smetterla con le strumentalizzazioni.

    Sono un giornalista che vive a Gela e quindi conosco molto bene Rosario Crocetta. Premetto che ci sono stati momenti durante la sua seconda sindacatura in cui ho contestato alcune sue scelte riguardanti l’assetto della città di Gela. Qui mi guarderei bene dal farne l’avvocato difensore. Però mi vien da ridere al pensare che lo staff molto qualificato proifessionalmente che cura la sua immagine ed i suoi interventi pubblici di tipo elettorale, possa incorrere in un errore così grossolano come quello di pubblicare una foto con un titolo fuori luogo. E poi mi chiedo come sia possibile che tutti i commenti siano a senso unico e solo per ridicolizzare il candidato gelese. Chiederei più attenzione nell’esprimere giudizi ai commentatori che mi hanno preceduto nei loro interventi. Consultino altre fonti d’informazione anzichè limitarsi all’episodio della foto pubblicata domenica scorsa sul quotidiano “La Sicilia”. Concludo. Molto corretta l’informazione di livesicilia.it, che ritengo abbia pubblicato tutti i commenti ricevuti su questa notizia. Grazie per l’ospitalità.

    croCetto Laqualunque…

    Dico a qualche giornalista… giornalista? Lasciamo stare… I portaborse alla regione non ci sono piu’ perche’ con la riforma Monti non ci sono piu’ fondi… Come si e’ scesi in basso…

    Il quotidiano fa degli errori e la controparte attacca crocetta. Volevo ricordare che il presidente crocetta è riuscito a governare la città di gela anche senza una maggioranza in consiglio.
    Noi Gelesi onesti riconosciamo il merito del cambiamento strutturale e culturale della città e dei gelesi, siamo fieri di avere un candidato alla presidenza dello spessore di crocetta, e uno dei pochi politici che interpreta nel giusto modo i problemi della collettività trovando soluzioni adeguate per ogni caso. Nella sua sindacatura non si è perso nessun posto di lavoro, e gli operai si sentivano tutelati da crocetta. Oggi le vertenze vanno tutte al prefetto.

    Forse davvero Crocetta spera nell’aiuto dei Santi. Domenica 9 Settembre andò con Apprendi alla Festa di Santa Fortunata a Baucina ed essendo stato accolto con freddezza (eufemismo) ha girato prontamente i tacchi.
    P. S. Dietro la processione insieme ai Sindaci di Baucina, Ventimiglia e Ciminna sfilava pure l’on. Savona riverito da tanti….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.