La scommessa del sindaco |Cascone: "Ora tocca agli utenti" - Live Sicilia

La scommessa del sindaco |Cascone: “Ora tocca agli utenti”

Di Melania Tanteri - Grande attesa per il nuovo servizio Brt che collegherà il parcheggio Due Obelischi a Barriera con il centro città. 20 fermate, un bus ogni 7 minuti e 1,50 euro per posteggiare l’auto e prendere il mezzo, sia all’andata che al ritorno: questi i numeri di un servizio che, secondo l'assessore alla Mobilità, Santi Cascone, non servirà solo a migliorare il collegamento in città, ma anche la qualità della vita. Il Video di presentazione

BUS VELOCE
di
20 Commenti Condividi

L'autobus veloce

CATANIA – “Due Obelischi” – piazza Stesicoro in 20 minuti. La rivoluzione del trasporto pubblico avviata dall’amministrazione Stancanelli, prenderà il via domani quando partirà il primo autobus veloce (Brt), che collegherà la periferia Nord di Barriera con il centro città. Sistemati gli ultimi dettagli e intoppi, dunque, quello che ogni cittadino ha fino a oggi solo potuto immaginare nel vedere realizzati chilometri di cordoli in molte vie della città, sta per diventare realtà. Un momento importante, atteso soprattutto dall’amministrazione che, proprio sul Bus rapid Transit, si sta giocando buona parte della propria credibilità.

“Abbiamo lavorato tanto e intensamente e non ci siamo risparmiati un attimo – spiega l’assessore alla Mobilità del Comune di Catania, Santi Cascone – e sono davvero soddisfatto del risultato, in particolare di essere riuscito, insieme a tutti quelli che hanno lavorato al progetto, a rispettare i tempi. Siamo felici che la città sia curiosa e siamo certi che ogni dubbio verrà sciolto non appena si comprenderà il grande contributo che questo sistema darà alla mobilità cittadina e all’intero sistema di trasporto pubblico”. 20 fermate, un bus ogni 7 minuti e 1,50 euro per posteggiare l’auto e prendere il bus, sia all’andata che al ritorno. Questi i numeri di un servizio che, secondo Cascone, non servirà solo a migliorare il collegamento tra la periferia Nord, direttamente collegata ai paesi limitrofi, e il centro città, ma anche a migliorare la qualità della vita. Opinione non condivisa in pieno, però, dal Codacons ad esempio, che ha più volte chiesto urgenti correttivi per garantire la sicurezza stradale. “Ci sarà sempre tempo per continuare ad apportare miglioramenti e correzioni – continua Cascone – la vera sfida, in ogni caso, sarà mettere sopra l’autobus i cittadini”.

Intanto, però, tutto è pronto per domani, grande giorno che verrà, però, disturbato dalla protesta del sindacato Fast Confsal che ha annunciato un sit in di protesta per il mancato pagamento degli stipendi di marzo ai dipendenti Amt. Aspetto evidenziato dal presidente dell’Azienda Metropolitana Trasporti che, nel dichiararsi estremamente soddisfatto dell’avvio del Brt, ringrazia apertamente dipendenti e maestranze per aver garantito un ottimo lavoro nonostante i problemi economici. “L’avvio del servizio – afferma Sanfilippo a LivesiciliaCatania – dimostra ancora una volta l’alta qualità dei dipendenti dell’azienda che, nonostante la Regione non abbia ancora mandato i fondi per il pagamento degli stipendi dimostrando di disinteressarsi al trasporto pubblico di Catania, hanno sempre garantito alta qualità”.

Il presidente Sanfilippo, conclude annunciando un’importante novità: la possibilità di trasportare le biciclette sulle linee Brt. “Non appena avremo messo a punto tutti gli aspetti, sia normativi che pratici – afferma – e concertato ogni cosa con i sindacati daremo il via anche a questo innovativo servizio”.

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

20 Commenti Condividi

Commenti

    Presidente Sanfilippo, faccia in modo che possiamo prendere velocemente lo stipendio di Marzo, prima di pensare all’autobus veloce.

    l’idea sembra promettente… forse fodse stiamo diventando anche noi un passe civile?!?!?! 🙂

    Prima di avviare la brt si dovevano sistemare un sacco di cose.l amt cosi non va troppi sprecchi troppi ingegnieri ecc.il tutto x far girare a ct un 70 vetture.pensateci a queste cose.

    Scusate non sarebbe stato più utile terminare il percorso della metropolitana anche potenziandola e quindi regolare poi gli autobus urbani di conseguenza?

    In una azienda al collasso forse questo è l’unico modo per risalire la china! Non prendiamoci in giro, così com’era l’AMT fungeva solo da macchinetta mangiasoldi perchè offriva un servizio scadente e noi cittadini preferiamo di gran lunga imbottigliarci nel traffico cittadino piuttosto che aspettare tempi lunghissimi alla fermata e rimanere comunque intrappolati nel caos catanese. Bene hanno fatto a chiedere fondi per potenziare l’infrastruttura, speriamo solo che la scelta risulti vincente sennò mi sa che il Trasporto Pubblico Catanese sarà destinato a morire visti i debiti che ha accumulato negli anni.

    Speriamo che domani il Sindaco Stancanelli ci possa dire quando prendiamo lo stipendio del mese di Marzo. Sempre se si fa vedere!

    Sanfilippo,
    Ti aspettiamo domani al sit in cosi, a noi poveri lavoratori disgraziati senza stipendio, ci spieghi come dobbiamo pagare le bollette e come dare da mangiare dignitosamente alle nostre famiglie. Vergogna!

    Giuseppe,
    considera che quanto più e quanto meglio funzionerà questo nuovo servizio tanto più tu e i tuoi colleghi avrete lo stipendio certo.
    Auguriamoci, tutti insieme, che ciò possa accadere.
    Salvo

    presidente Sanfilippo ammetti che hai fallito!!Invece di fare innaugurazioni pensa a pagare gli stipendi a chi non arriva a fine mese e dai un servizio migliore a questa città assumendo quei padri di famiglia che aspettano i tuoi comodi

    Una volta, la campagna elettorale si faceva con questi espedienti e le persone, come si suole dire: AMMUCCUNAUNU…….

    Palemmitanu!Pottini i soddi o ti stai a casa ca ci fai chiu cumpassa

    tutti a casa avete dimostrato la vostra incompetenza

    mi auguro che i dipendenti si rendano conto che i soldi versati ogni mese ai sindacati sono inutili perchè questi invece di ascoltare i probblemi della gente che soffre semza soldi ascoltamo gli ordini del padrone…… VERGOGNA………..

    Ma vi rendete conto della presa in giro per chi vive nei dintorni dei Due Obelischi? Cioè, io dovrei uscire la macchina dal garage e metterla nel parcheggio scambiatore altrimenti pago 2 euro anzichè 1,50. Non solo non usufruisco del servizio parcheggio ma devo anche pagare di più?!? E’ ovvio che continuerò ad utilizzare la macchina come ho fatto finora

    Appena i vertici aziendali dell’AMT e il Sindaco STANCANELLI, hanno saputo della manifestazione di domani, dove i lavoratori protesteranno per lo stipendio arretrato, hanno pensato bene di soprassedere all’inaugurazione dell’evento tanto annunciato. Dove sono andati a finire i politici Catanesi che una volta non perdevano occasione per fare PASSERELLA POLITICA? VERGOGNA!!!!!!!!

    ma quanti autobus circolano a catania?
    oggi non se ne vedono più.
    la città, un tempo invasa dai mezzi pubblici, adesso appare vuota.
    stamattina ho aspettato 35 minuti alla fermata di via monserrato.
    ma quanti autobus circolano a catania?
    speriamo che qualcuno mi sappia rispondere.

    Veramente a me non sembra una presa in giro. Paghi semplicemente il prezzo normale di un biglietto AMT, come è giusto che sia; non ti fanno pagare di più.
    Semmai è il prezzo di 1.50€ che è competitivo rispetto al prezzo normale, per invogliare chi la macchina deve uscirla per forza (magari perchè abita…che ne so a Tremestieri) a lasciarla al parcheggio e soprattutto a muoversi in tanti con una singola macchina (statisticamente si è visto che in media vi sono 1.3 persone per auto).

    Tra l’altro non tutti l’hanno notato ma i due biglietti a 1.50€ DEVONO ESSERE USATI NEL GIORNO DI EMISSIONE (quando parcheggi l’auto), invece i normali biglietti AMT li paghi 1€ ma non hanno questa limitazione.

    Sicuramente si, ma per i lavori della metropolitana ci vogliono ANNI (senza contare che sono fermi per via del concordato preventivo della Sigenco, a cui sono affidati i lavori), invece il BRT è un opera VELOCE nella realizzazione e anche nei risultati, ECONOMICA perché (a parte cordoli, vernice verde e 3-4 semafori) usa infrastrutture già esistenti e tra l’altro facilmente modificabili e, diciamolo, che porta un po’ di ORDINE alla viabilità (se l’unico modo di far si che questo avvenga è creare problemi al trasporto privato, ben venga…ora però bisogna puntare sul miglioramento graduale anche di altre linee)

    Ahahahah Andrea ma credi davvero che l’uso del brt sia vincolato al parcheggio?non avrebbero senso le fermate intermedie..lascia pure la macchina a casa e prendi il bus a piedi..

    Vi posso garantire che ne circolano pochi sotto le 100 unita’,ma se non si scommettera su queste innovazioni non ne usciremo piu’.Spero che al piu’ presto cambi un po di musica in citta’,buona notte …………..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *