Lagalla rompe gli indugi: | "Sabato conoscerete il mio ruolo" - Live Sicilia

Lagalla rompe gli indugi: | “Sabato conoscerete il mio ruolo”

L'ex rettore: "E' arrivato il momento di andare avanti e presentare la nostra proposta".

Verso le Regionali
di
53 Commenti Condividi

PALERMO – Oggi a Catania, durante una delle numerose tappe di Idea Sicilia, Roberto Lagalla ha annunciato una conferenza stampa che si terrà il prossimo sabato a Palermo, per illustrare le linee programmatiche del suo gruppo di animazione politica e dichiarare quale sarà il suo ruolo nelle prossime elezioni regionali.

“La confusa situazione politica del momento e l’insistente richiamo a nomi di possibili candidati alla presidenza della Regione – dichiara Lagalla – in assenza di ogni ragionevole confronto programmatico, impongono oggi una diversa e più matura assunzione di responsabilità nei confronti della Sicilia e delle aspettative del popolo siciliano. Noi, contrariamente a tanti, vogliamo parlare di programmi e di obiettivi per dare risposte ai giovani e alle famiglie, per rimettere in moto la crescita e lo sviluppo di questa terra, piagata da cinque anni di governo inconcludente e avaro di soluzioni per il futuro dei Siciliani. Il nostro vuole anche essere un invito e un monito a partiti e possibili coalizioni che, in discontinuità con l’attuale governo, dimostrino di avere pienamente a cuore l’interesse dei siciliani”.

E conclude : “È comunque arrivato il momento di andare avanti e di presentare la nostra proposta, unitamente a quello che potrà sarà il personale ruolo per le prossime elezioni regionali”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

53 Commenti Condividi

Commenti

    vuoi distruggere un’altra Università?????

    Quando si dice non avere nessun polso della realtà…..

    Si candiderà con qualsiasi partito.
    Tranne che con i 5 Stelle.
    Ma solo perchè non lo vogliono.

    Perchè parla al plurale?
    Pluralis Maiestatis?
    O perchè quando era rettore sulle pergamene di laurea scriveva: ” Noi, Magnifico Rettore….”?

    Persona perbene e competente. Assoluta novità’ nello squallore della politica attuale.da seguire senza indugi.ha risanato alla grande il bilancio dell’Università di Palermo. Farà’ anche meglio con la sconquassata Regione….

    Raffaele non sai cosa dici….Lagalla ha ripiantato un buco di oltre venti milioni di euro fatto dai suoi predecessori….

    Lagalla lo vedrei bene come assessore di Musumeci o come assessore di Crocetta oppure di D’Alia o ancora di La Via o anche di Grasso, insomma un ottimo assessore per qualsiasi tipo di governo sia di dx sia di sx sia di centro sia di sopra che di sotto. Un uomo a 360 gradi per qualsiasi tipo di sedia, poltrona, poltroncina, divano e strapuntino.

    Mi dispiace Roberto, la discontinuità si chiama Nelo Musumeci

    Lagalla, un uomo per bene

    Se ti candidi la tua percentuale sarà dello 0,01% . Dove ti sei fatto l’estate fatti pure l’inverno.

    Ma lei che università ha frequentato?
    Al magnifico rettore dobbiamo solo ringraziarlo per aver sanato i bilanci della nostra università.

    Con dormiro’ sino a sabato …in attesa che La Galla rompa gli indugi

    Dopo quello universitario non siamo curiosi di conoscerne altri. Va bene cosi.

    Finalmente un uomo perbene e competente che potrà fare vincere la Sicilia! Tantissimi siciliani sono con te. Lagalla Presidente!

    Prof. Lagalla si faccia il pensionato. Lei non incanta ne riscalda il Popolo Siciliano perchè è un burocrate buono solo ad essere nominato come al CNR dal PD di Renzi. Vada con loro se lo vogliono.
    Poi,Lei è stato Assessore Regionale alla Sanità ma nessuno si è accorto della sua permanenza , è stato Rettore all’Università di Palermo e credo che nessuno lo rimpianga. Insomma la sua presenza come candidato alla Presidenza della Regione Sicilia vale O.
    Poi, non crediamo che Lei sia nelle condizioni di fare le liste in tutte le 9 Province Siciliane e crediamo che nessuno sia disposto a sentirla figuriamoci a votarla.

    “U viri…. nunn’è lu curaggiu ca ti manca, è la paura ccà ti futti!”. OSA, Robbè. OSA!

    Rettore Lagalla forse ancora non si è reso conto che il suo nome è conosciuto a Palermo soltanto nell’ambito universitario , e non per essere un’aquila , ma nel resto della Sicilia è un perfetto sconosciuto, senza nulla togliere alla sua grande dimensione culturale ed amministrati va. Dovrebbe ricordarsi della sua presunta candidatura alle comunali di Palermo a meno che non lavati per uno strapuntino.

    La dichiarazione non fa una piega , era ora ! Se veramente non imbarcherai , nessun
    notabile dei vecchi e arrugginiti partiti , il cui unico interesse , e lo abbiamo visto , é
    scegliersi il nome forte che possa essere trainante per conservarsi il posto ( fisso )
    alla regione , vi voterò . Spero solo che gli alleati nuovi , che potrebbero con voi
    scardinare il sistema incancrenito , non continuino a perseguire sogni di raggiungere
    da soli il 51% dei voti , se costoro continueranno con questo modo di far politica ,
    si prenderanno un’altra solenne sconfitta . Palermo con le ultime amministrative
    “DOCET”

    Un bel dì, vedremo
    Levarsi un fil di fumo Sull’estremo confin del mare
    E poi la nave appare
    E poi la nave è bianca.
    Entra nel porto, romba il suo saluto.
    Vedi? È venuto!
    Io non gli scendo incontro, io no.
    Mi metto là sul ciglio del colle
    E aspetto gran tempo
    e non mi pesa a lunga attesa.
    E uscito dalla folla cittadina
    Un uomo, un picciol punto
    S’avvia per la collina.
    Chi sarà? Chi sarà?
    E come sarà giunto
    Che dirà? Che dirà?
    Chiamerà Butterfly dalla lontana
    Io senza far risposta
    Me ne starò nascosta
    Un po’ per celia,
    Un po’ per non morire …….

    ——————————————–
    Sono versi endecasillabi, settenari e quinari liberamente alternati e in parte legati dalla rima tratti dall’aria “Un bel dì vedremo” dalla Madama Butterfly di Giacomo Puccini. E’ un’aria-racconto anomala, in quanto gli eventi narrati non appartengono al passato, bensì sono la proiezione del desiderio del personaggio narrante. Drammaturgicamente costituisce il punto culminante di un’estesa scena a due tra la protagonista dell’opera e Suzuki, durante la quale Cio-Cio-San si sforza di illudere la cameriera e se stessa che il marito, partito per gli Stati Uniti tre anni prima, tornerà da lei. Le parole che la precedono immediatamente – «Ah, la fede ti manca! Senti» – fanno dell’aria, per l’appunto, una dichiarazione di fede.

    I versi di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa non presentano la regolarità tradizionalmente legata alla forma chiusa dell’aria.

    Lagalla è un uomo onesto e capace che già molti stanno temendo per i loro intrallazzi. Lagalla vai avanti e candidati, i siciliani ti premieranno!

    carissimi Francofono e giovanni(chi siete????) ma andate a quardare l’elenco delle universita Palermo e dopo un’Universita del Burundi,non si trova in classifica perche a forza di scendere ha vtrovato il Petrolio!!!!!!!

    Bilanci? ed il nepostismo imperante? cosa ha fatto l’Egregio Rettore?

    Non voterei mai uno come Lagalla.. Non conosco chi e’..un nome che si brucia prima ancora di candidarsi.. Musumeci dovete presentare..

    Ma di quale estate o inverno parla? Lagalla e’ stato un grande assessore alla sanità è un ottimo rettore….. È’ l’unico che parla di programmi e non di come bisogna spartirsi le poltrone…ma mi faccia il piacere….

    Filippo forse vieni da Marte….parli senza conoscere

    Si giovanni dici bene… Lagalla non lo vogliono perché non permetterebbe le solite porcherie dei soliti noti

    Ma chi sei tu…? Iil solito qualunquista che non conosce neanche le ultime classifiche….ma vai a studiare

    Scommetto che hai avuto un incarico all’università.

    Lagalla è sicuramente una brava persona,ma per fare il Presidente della Regione Sicilia non basta.Poi,questo essere ambigui non porta da nessuna parte.Essere con tutti non è un buon esempio di coerenza e dignità,una posizione bisogna prenderla.Lui secondo me è di
    centro sinistra,un renziano doc,quindi è da quelle parti che deve pascolare.

    Lagalla si candidi e possibilmente metta nella squadra degli assessori Crocetta e suo cognato Mimmo Fazio di Trapani.
    Vedrà quanti voti prenderà.

    A Trapani sicuramente tanti. Lo conoscono tutti, suo cognato.

    Lagalla, un uomo onesto! Forza vai avanti, vincerai! Gli altri sono prodotti scaduti!

    Per la serie “Nuova poltrona cercasi”

    Ha dimenticato di dire che finisce tragicamente.

    Lei è figlio di cuffaro ormai i tempi dei fichi sono finiti!

    La Sicilia ha bisogno di persone serie e competenti che abbiano una visione strategica di sviluppo della Sicilia . Ciò con un metodo partecipativo ed inclusivo ….la politica è servizio non esercizio verticistico di potere ..il professore Lagalla sta raccogliendo istanze e problemi nel territorio siciliano senza quella boria da sapientone, tipica dei politici che sanno tutto di tutto, ma con umiltà e disponibilità … sta facendo scouting di idee e persone per rinnovare la politica e per attuare i suoi progetti…. lui non ha bisogno di portaborse o yesman ma di energie produttive ….

    Ci sono persone che patologicamente non possono vivere senza “poltrone”.

    Bisognerebbe chiedergli per quale motivo ha affidato a privati il parcheggio interno dell’Università con un contratto capestro senza che la stessa abbia alcun utile.

    Non vedo l’ora!

    proprio nuovo nuovo???? non direi !!!!!!!!!! effettivamente dalle mie parti non loconosce quasi nessuno

    La Sicilia, nella prossima tornata elettorale della regione, necessita di programmi e uomini capaci di invertire la rotta socio economica che da un decennio ha distrutto i sacrifici di una vita dei siciliani.
    La capacità amministrativa dimostrata durante la sua professione, la vasta cultura, l’onestà, il know-how tecnologico sono le caratteristiche del Professore Lagalla che lo vedono tra gli uomini più affidabili per il cambiamento socio politico della Sicilia.
    I partiti politici, incapaci di formulare programmi seri per mancanza di uomini adatti ai bisogni, hanno la sola possibilità di sostenere la logica di IdeaSicilia.

    Finalmente un candidato giusto in mezzo a tanti nomi veramente preoccupanti che i partiti stanno esprimendo in una gara di patetica bestialità !!!
    Cancellieri già magazziniere a Caltanissetta: un curriculum pieno di contenuti per rilanciare la Sicilia ;
    Altri nomi ….. meglio il no comment !
    Mi pare chiaro che per la Sicilia ci sia un solo nome per…….”restare a galla”
    e fa’ pure rima……! Roberto Lagalla!!
    Speriamo in lui : onesto e competente a 360gradi !!

    Persona competente e seria il prof. Lagalla…

    La politica ha bisogno di avere fiducia in se stessa, le istituzioni di credibilità, i partiti di rifondarsi. Roberto è una persona con un alto senso delle istituzioni con i partiti parla senza sottomettere i doveri e gli obblighi istituzionali. Vai avanti e in Grazie.

    Molti sparano cazzate senza conoscere persone e situazioni!
    Per il solo gusto di spararle!!
    Speriamo che sia lui il Governatore!
    Ha preso l’Universita’ di Palermo con debiti fino al midollo e l’ha prima risanata e poi portata in attivo facendone la prima stazione appaltante dei fondi europei con progetti di cooperazione che hanno dato tanti posti di lavoro!!
    Onestà e soprattutto tanta competenza !!!
    Non si può amministrare con “zerotituli”
    Musumeci non è neanche laureato!!
    Così come Crocetta!
    Speriamo di non avere altre Croci
    La Sicilia ha bisogno di competenze ed all’orizzonte vedo solo Lagalla.

    finalmente uno con gli attributi giusti !
    Ma vedo che i politicanti borbonici lo temono e gli hanno già scatenato addosso sui social i commenti negativi per scoraggiarlo .
    A parte gli insulti di qualche qualunquista del web.
    Resisti Magnifico .
    Puoi rappresentare la rinascita dei siciliani onesti ed operosi come te che ti staranno vicino in questa battaglia per la rinascita.

    Prof . Lagalla è una persona onesta….in più rispetto ai competitor ha idee, competenza e una visione di sviluppo….

    Ama la Sicilia Senza Se e Senza Ma …

    Chi è alla ricerca dei posti inventati e dei pastifici elettorali si rivolga agli attuali parlamentari regionali e nazionali ( fatte le dovute eccezioni )

    Io scelgo #IdeaSicilia e #Roberto Lagalla.

    Roberto continua il tuo percorso. Sei l’ unico possibile Presidente. Esperienza, capacità, cultura, moderazione e intelligenza Sono le doti migliori. Buon lavoro.

    Da giovane professionista, volenteroso e pieno di energia, stretto nella morsa di una Regione come la Sicilia in cui non sono stati creati i giusti spazi per evitare la migrazione al centro nord, la figura del Prof. Lagalla è per me fonte di ispirazione e fiducia. Fiducia in una Sicilia diversa dove le occasioni non mancheranno, dove le prospettive di cooperazione e collaborazione con l’Europa e l’Africa saranno concrete e non volte alla speculazione sulla tratta degli immigrati.
    Il Magnifico Rettore Lagalla ha prodotto risultati PALESI, in primis. E ha mostrato eccellenti capacità nella gestione di risorse, tanto nell’Università quanto in altri prestigiosi Enti.
    Io credo nella sua persona. E mi auguro i giovani e i meno giovani facciano altrettanto. L’alternativa sarebbe un baratro di idee e prospettive.

    Lagalla for President

    Non capisco la presunzione di uomini che per una vita si sono impegnati in politica, senza il minimo contributo o incapaci di invertire la rotta del degrado.
    La Sicilia ha bisogno di volti nuovi che attraverso la loro onestà, capacità di analisi e competenza.
    Lagalla, è l’uomo giusto nel espletare il difficile compito che richiede il governo della Regione.

    Il degrado della Sicilia non è dovuto alla crisi economica che da anni irrompe nelle nostre case, attraverso la TV, ma al decadimento culturale, cognitivo e morale di chi nell’ultimo decennio, anziché promuovere le eccellenze siciliane (innumerevoli e di grande interesse internazionale), per incuria o ignoranza, ha pensato bene di fare della politica un uso prettamente personale.
    Il programma e i piani di IdeaSicilia voluta dal Prof. Lagalla e sostenuta con tenacia da moltissime persone perbene appartenenti al mondo della cultura, dell’impresa e della società civile, nascono per la sostenibilità e il recupero, oltre alla dignità di un popolo, della normalità economica, sociale e soprattutto finanziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *