L'amico di Marziano è ovunque | Organizza corsi in altri due enti - Live Sicilia

L’amico di Marziano è ovunque | Organizza corsi in altri due enti

In piedi l'assessore Marziano. Il secondo da sinistra è Sergio Pillitteri

L'assessore aveva precisato: “Pillitteri è solo un dipendente di 'Arti e mestieri'”. Ma è tra i responsabili di Euroform e E-laborando.

Formazione
di
32 Commenti Condividi

PALERMO – Per l’assessore Marziano non è “vietato conoscere persone che lavorano nel mondo della Formazione”. E ci mancherebbe. Un po’ più discutibile, invece, è il fatto che l’assessore alla guida di quel settore ignori, ad esempio, che l’amico Sergio Pillitteri, oltre a essere – come ha precisato Marziano nella sua nota – “un semplice dipendente dell’ente ‘Arti e mestieri’” è anche qualcos’altro. È, ad esempio, un esponente del Partito democratico della provincia dell’assessore, come abbiamo già scritto e come racconta la fotografia a corredo dell’articolo. È, come abbiamo scritto, il responsabile a Siracusa dei corsi dell’ente ‘Arti e mestieri’ (per stessa ammissione dell’ente). Ma non solo.

Il nome del “semplice dipendente” Pillitteri, in realtà, salta fuori pure da un altro ente. Anche lì, come responsabile dei corsi. Stavolta ad Augusta, sempre nella provincia aretusea. È proprio Pillitteri (anche il numero di cellulare corrisponde a quello pubblicato sul sito dell’ente ‘Arti e mestieri’) infatti a essere indicato come responsabile dei corsi dell’Euroform sas, un ente che ha la propria sede centrale ad Acireale e che, nella cittadina siracusana, organizza dei corsi per Operatore socio-sanitario.

Eppure Pillitteri al momento, stando alle parole dell’assessore, è solo un ‘dipendente della Arti e mestieri’. Come è possibile che ricopra anche il ruolo di responsabile dei corsi di un altro ente che – potenzialmente – può essere in concorrenza col primo? Misteri della Formazione siciliana.

Ma non finisce qua. Il semplice dipendente Pillitteri spunta anche tra i responsabili dei corsi sempre nella provincia di Siracusa (nel capoluogo e a Noto), per un altro ente ancora: “E-Laborando”.

Probabilmente Pillitteri, l’uomo di Marziano, funge un po’ da amuleto. Dove c’è lui, infatti, gli enti fioriscono grazie ad abbondanti finanziamenti. Se il piccolo ‘Arti e mestieri’, infatti, avrà diritto a contributi per oltre tre milioni, è andata benino anche all’Eduroform, ente dove presto potranno piovere circa 2,4 milioni di euro grazie all’approvazione dei corsi presentati. Corsi elencati anche sul sito ufficiale dell’ente. A E-laborando andranno invece circa 3,4 milioni di euro.

Insomma, il “semplice dipendente” gestisce contemporaneamente in provincia di Siracusa – la provincia dell’assessore che ha la segreteria politica negli stessi edifici in cui l’associazione culturale di cui Pillitteri è presidente organizza i propri eventi – i corsi di tre enti di Formazione professionale. Enti che in teoria dovrebbero entrare in concorrenza per l’accesso ai finanziamenti regionali. E invece, ecco allungarsi sul mondo della formazione siciliana l’ombra dei cartelli: più enti riferibili agli stessi sponsor politici? Anche perché altri nomi ricorrono. Come quello, ad esempio,di Corrado Carnemolla, esponente del Pd di Pachino e responsabile dei corsi sia per E-laborando sia per ‘Arti e mestieri’ l’associazione della quale Pillitteri, l’amico di Marziano, è un semplice dipendente.

Perché è vero che non è vietato, per un assessore alla Formazione, conoscere gente che lavora in quel settore. Ma è curioso che proprio la gente che lavora in quel settore abbia, oggi come ieri, come amico l’assessore o qualche altro big politico.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

32 Commenti Condividi

Commenti

    Marziano la cosa più decente che puoi fare è dimetterti!
    La politica seria è un’altra cosa, dovrebbe essere quello strumento di utilità per lo sviluppo del territorio non strumento invece per occuparsi di fare affari con il pubblico denaro molto spesso sprecato in inutili corsi e corsetti che creano catene di poveri disoccupati.

    Nella formazione Siciliana ci sono troppi misteri e finanziamenti sempre a persone vicine al potere politico, forse sarebbe il caso che la Procura faccia un po di ordine in un settore ormai allo sbando totale.

    Ma dipendente di chi, o alle dipendenze di chi e per cosa, On.Marziano?

    Solo vergogna marziano dovrebbe simettersi prima che arrivino i finanziamwnti che vanno bloccati ma possibile che e’ sempre tutto un magna magna

    Mi schifiavuuuuuuuuuuuuu

    Spero n nnella magistratura considerato che da molto tempo miglia di famiglie siciliane, massacrate dal furore rivoluzionario di Crocetta e dei suoi irreprensibili amici di cordata invocano la giustizia divina.
    Bando e graduatoria devono esserei ritirati non solo per le palesi iniquita’ delle procedure di valutazione ma anche per evidenti violazioni del regolamento europeo e delle disposizioni sull’accreditamento degli enti.
    E’ noto che la maggior parte degli enti che sono stati finaziati non risultano accreditati , anche se hanno trasmesso all’ Assessorato la domanda di accredimento delle loro sedi .
    In un concorso pubblico per avvocati o per medici ‘o per qualsiasi altra professione non si puo’ partecipare se non si e’ abilitati all’esercizio della professione . Questo e’ ovvio ! Ma non lo e’ nella formazione dove enti non ancora abilitati , grazie all’avviso 8, hanno potuto essere inseriti tra gli enti da finanziare.
    Fare campagna elettorale con i soldi pubblici e’ una vergogna !.
    Cio’ che e’ avvenuto si riassume cosi : in Sicilia un ente viene accreditato dopo anni di vessazioni burocratiche, spese da sostenere , dipendenti da pagare senza finaziamenti etc e assume il rischio, in autonomia, quando partecipa a un bando di non essere finanziato. Un ente di neoformazione , senza esperienza ma sicuramente buono pe’ fare campagna elettorale, prima di partecipare al bando presenta la sua domanda di finaziamento e poi, se viene finanziato continua la sua procedura di accreditamento, se noi e’ libero anche di non continuare a spendere i suoi soldi per ottenere l’accreditamnto e mantenerlo.
    La disparita’ di trattamento e’ palese e mentre favorisce enti non accreditati danneggia
    altri enti per i seguenti motivi regloamentari :
    -Palese violazione dell’articolo dall’art. 125,comma 3 lettera d) del Regolamento (UE), n.130, n.1303/2013. con il quale si dispone che “il beneficiario abbia la capacita’ amministrativa , finanziaria e operativa per soddisfare le condizioni di cui alla lettera c del reg. prima della approvazione della operazione .
    Considerato che molti enti di neoformazione risultano non accreditati ma inseriti tra gli enti finaziabili , risulta non facilmente comprensibile come la amministrazione abbia potuto accertare o possa accertare gli indispensabili prerequisiti previsti dalla norma regolamentare, tanto piu’ che i dati in possesso della Ammistrazione non potrebbero essere sufficienti ad assolvere tale accertamento.

    Palese violazione del 1 punto delle Disposizioni per l’accreditamento degli organismi formativi operanti nel sistema della formazione professionale approvate Con Decreto Presidenziale n. 25 del 01 ottobre 2015, pubblicato nel Supplemento ordinario alla GURS n. 44 del 30_10_2015. che esludono ogni possibilita’ per gli enti non accreditati di realizzare progetti formativi senza accertare preventivamente , quindi prima della approvazione delle graduatorie sia ila sussistenza del requisito dell’accreditamento , sia la sussistenza delle capacita di cui sopra.

    Riecco i furbetti del quartierino.

    Ora, dire che Marziano è l’Assessore che finanzia gli Enti degli
    amici , non è per nulla una novità.

    Sin dal parto degli anni 70 questo settore è stato feudo
    della politica che, per costume trasversale, è stato pascolo
    aperto dalla prima alla seconda Repubblica.

    La novità è altra semmai: l’On.le Marziano sarà l’Assessore
    che non finanzierà nessun piano formativo.

    Altra novità è che tali finanziamenti andranno perduti alla
    pari di tanti altri.

    Se ci si potesse scommettere, vincerei

    Sto vomitando……per colpa di Marziano

    E il bello è che l’articolo 6 dell avviso 8 è chiaro: INDICAZIONI PER LA FORMULAZIONE DELLE PROPOSTE 1. Ogni proposta deve riguardare un’unica sotto-area professionale tra quelle di cui all’Allegato A e può prevedere un numero massimo di 15 corsi o edizioni (ad esempio, una proposta può prevedere 5 edizioni del corso A, 1 edizione del corso B, 9 edizioni del corso C, per un totale di 15 corsi/edizioni), coerentemente con le capacità tecnico-professionali e organizzative del soggetto proponente.

    Coerentemente..

    Un ente con poche ore di esperienza, rispetto ad altri, cme puó coerentemente progettare più del quadruplo delle ore?? Dov è il personale dipendente a tempo indeterminato con le specifiche professionalità coerenti con i corsi richiesti, le aule, i contatti con le istituzioni del territorio regionale e le imprese..

    Mah..

    Caro assessore, non dovrebbero essere prese in considerazione le capacità tecnico-professionali ed organizzative, così cone da avviso??
    Mi sa che tutti hanno progettato coerentemente tranne gli enti vicini o prossimi al…

    QUESTO ente è la NUOVA Agenzia UNICA … TUTTI ASSUNTI da PILLITTERI Bruno Marziano.

    Capite perché nonostante tutto si tengono Crocetta???

    E’ uno schifo. Devo ammettere che pensavo che finalmente si cambiasse registro, ma da ciò che leggo non mi pare che sia così. E vero sono stato ingenuo ad essere fiducioso. Ma a questo punto diventa necessario revocare il bando ed azzerare tutto.

    Sarebbe opportuno che gli organi preposti cominciassero a verificare se sono state violate le leggi.

    E crocetta non va a denunciare?

    Scusami Salvatore, ma cosa c’è stato di serio in questi 4 anni di governatorato crocetta?

    Viene il vomito a scoprire queste cose e a pensare a quante inutili dichiarazioni, autocertificazioni, ecc ecc gli assessorati regionali pretendono in nome di quella grande ipocrisia che si chiama ANTICORRUZIONE…VERGOGNA!!

    questa si che è vera rivoluzione compagno Crocetta! avanti tutta, i siciliani sono con te!!

    MI ricorda molto il caso Genovese: segreteria politica nella stessa sede dei corsi, assunzioni pilotate, finanziamenti ad amici stretti stretti, prossime elezioni sarà il più votato, UN CLONE!
    CROCETTA STRUVIGGHIATE!!!!

    CREDO CHE LA COSA PIU GIUSTA SIA UN ULTERIORE RICORSO PER BLOCCARE QUESTO PIANO CHE E’ RIPUGNANTE, (OLTRE PER TUTTE LE PORCHERIE), IN VIRTU’ DELL’ULTIMA TUA OSSERVAZIONE!

    Un altro marziano, oltre a Marino?

    mi sembrano notizie di una gravità unica…ma ciò che è molto inquietante è che non se ne sente parlare ad esempio al TGR…

    Ha la faccia tosta di dire che non riritira graduatoria! Certo ora si capisce il perché. Se si scava ancora sull ‘ assegnazione magari si scoprono altri enti vicini all’ assessore che lui definisce semplici conoscenti con un mano 4 – 5 enti tutti finanziati.
    Ma in tutto questo mi chiedo! La Procura della Repubblica dove?

    come mai un rottamatore come renzi non riesce a rottamare il clientelismo che dilaga pure nel pd?

    Che schifo!!
    Vergogna!!
    Questo governo non doveva fare macelleria sociale e l’ha fatta!
    La disoccupazione giovanile sfiora il 40%, i nostri giovani che lasciano la Sicilia in cerca di fortuna, altrove.
    E l’Assessore Marziano che fa ……………….? Garantisce i suoi amici e gli amici degli amici per un ritorno elettorale, al fine di rioccupare la poltrona all’ARS nella prossima legislatura!
    VERGOGNA!!
    Io ormai non mi aspetto più niente da questi politicotti, PERO!!!!! vi aspetto al voto nel 2017. Vergogna!!!!!!

    Avere un amico grande elettore che sia uno e trino sotto elezioni non fa mai male quello che fa male e’ vedere come il dramma si giochi sulla pelle dei disperati espulsi dalla formazione sempre per le scelte scellerate della stessa maggioranza di governo , stanno per fortuna arrivando le elezioni

    Mi risulta che Genovese avesse molti meno finanziamenti annuali di quelli affidati al Pillitteri…

    Politici del Pd, altro che riforme costituzionali dovete incrementare l’edilizia penitenziaria perchè non ci entrate tutti.

    Quanto si dice: chi trova un marziano trova un tesoro!

    E Crocetta diceva: “finiu a manciugghia”. Si, vero, è finita la manciugghia per certuni: levati tu che mi ci metto io

    Io se fossi un Procuratore della Repubblica le domande le farei a chi ha redatto le graduatorie, per escludere che ci siano state pressioni o anticipazioni di notizie e quindi per confermare che i prescelti sono solo i più bravi di tutti! Anche per eliminare l’allarme sociale e lo sconforto di chi pensa che senza sponsor è meglio emigrare.

    Guardano l’amico di Marziano ma nessuno guarda gli amici di Cracolici ……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *