Le promozioni all'Ast, l'azienda precisa: | "Vuoti d'organico da colmare" - Live Sicilia

Le promozioni all’Ast, l’azienda precisa: | “Vuoti d’organico da colmare”

La nota della società: "Gli stessi sindacati hanno sollecitato il Direttore Generale a ricoprire i vuoti di organico riguardanti i livelli funzionali in posizione chiave per il contrasto all’evasione tariffaria e per il rilancio delle officine interne".

il caso
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – “Per una corretta informazione, in relazione ai contenuti di taluni articoli di stampa riguardanti il diritto alle progressioni di carriera dei dipendenti di Ast Spa, si ritiene utile precisare, anche a tutela dell’onorabilità dei lavoratori, che Ast ha migliorato progressivamente i risultati di gestione, grazie proprio allo spirito di servizio ed all’attaccamento all’azienda di tutti i lavoratori, nelle diverse funzioni e ruoli rivestiti”. E’ quanto si legge in una nota dell’azienda.

“Una testimonianza di ciò è, ad esempio, il risultato positivo di bilancio della società conseguito nel 2012, nonostante la progressiva lievitazione dei costi variabili di produzione, quali quello del carburante, dell’assicurazione dei mezzi e della manutenzione. Le organizzazioni sindacali che hanno pure collaborato con senso di responsabilità e nel pubblico interesse con l’Azienda per ottimizzare le performance industriali della Società a capitale regionale – prosegue la nota – hanno anche recentemente reiterato la richiesta di sensibilizzare la Regione Siciliana per un regolare trasferimento delle risorse dovute per consentire la regolarità del pagamento degli stipendi, essendo questo un diritto irrinunciabile dei lavoratori, nonché per garantire adeguatamente il servizio di trasporto pubblico locale con alta valenza sociale gestito da sempre da Ast Spa”.

“Inoltre, le stesse organizzazioni sindacali hanno sollecitato il Direttore Generale come datore di Lavoro, a ricoprire i vuoti di organico riguardanti i livelli funzionali in posizione chiave per il contrasto all’evasione tariffaria e per la piena funzionalità ed il conseguente rilancio in particolare delle officine interne – si legge ancora -, in tal senso prospettando la necessità di una valutazione da parte della Regione di adottare una deroga, per le suddette ragioni, al divieto delle progressioni di carriera sancito per le Società Partecipate della Regione Siciliana da una Delibera di Giunta adottata nel 2008”.

“La Direzione di Ast conseguentemente ha doverosamente inoltrato tale richiesta alla Regione per le eventuali determinazioni di competenza (il Socio Unico non risulta ancora avere esaminato la questione), senza ovviamente avere finora intrapreso nessuna iniziativa amministrativa o procedurale anche verso i vertici societari che potranno effettuare le proprie valutazioni solo dopo il riscontro eventuale da parte della Regione, essendo preminente ed essenziale, comunque, per l’Azienda che la stessa Regione (socio unico di Ast) garantisca, nell’interesse collettivo la regolarità e tempestività delle ingenti somme che la stessa deve ancora corrispondere alla propria Società, visto anche il servizio di trasporto pubblico da garantire per gli studenti ed a tutti i cittadini interessati”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *