Lo Presti: "Il Pdl non ha un suo candidato"| Pistorio: "Costa non riunirà i moderati" - Live Sicilia

Lo Presti: “Il Pdl non ha un suo candidato”| Pistorio: “Costa non riunirà i moderati”

PALERMO 2012
di
12 Commenti Condividi

L’apertura di Massimo Costa al Pdl provoca le accese reazioni del Terzo polo a Palermo. “La dichiarazione del coordinatore provinciale del Pdl Francesco Scoma, che con tanto entusiasmo lancia il suo partito verso Costa, dimostra quanto inesistenti fossero fin dall’inizio le probabilità che il Popolo della Libertà esprimesse un candidato. Vuoi per la grave eredità dell’amministrazione Cammarata, vuoi anche per la volontà dell’ onorevole Cascio di andare veramente fino in fondo nella sfida col Terzo Polo”. Lo dice il deputato di Fli, Nino Lo Presti. “Sicuramente le dichiarazioni di Costa che spero siano state fraintese, – aggiunge – non agevolano la possibilità che si faccia subito chiarezza sulla questioni delle alleanze”. “E’ certo, tuttavia, – prosegue – che Fli non è mai stata disponibile e non lo sarà in futuro a prendere parte a un teatrino della politica che non ci appartiene e di cui non ha bisogno la Città e il Paese”. “La nostra coerenza sarà – osserva – la migliore garanzia per i palermitani e per una buona politica al servizio esclusivo degli interessi della città”.

“Sappiamo bene che Massimo Costa é un ragazzo brillante e risolve problemi, ma quello della ricomposizione dell’area moderata mi pare fuori dalla sua portata”. Lo afferma Giovanni Pistorio, presidente del Gruppo Misto al Senato della Repubblica ed esponente del Mpa, commentando l’apertura del candidato del Terzo Polo al Pdl. “E’ meglio che Costa si concentri – aggiunge – sul programma per Palermo, che mi pare già un impegno molto oneroso anche per un giovane dalle grandi risorse come lui”. “Per quanto concerne l’area moderata – prosegue Pistorio – non so bene cosa s’intenda. Noi Autonomisti, per esempio, non siamo affatto moderati nel difendere gli interessi della nostra terra, che il Pdl siciliano, a Roma come a Palermo, ha tradito”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

12 Commenti Condividi

Commenti

    Pistorio, chi? L’Assessore alla Sanità del Governo Cuffaro? Eletto senatore solo grazie all’apparentamento con il
    Pdl, che si occupa di Palermo, dopo anni di sostegno ad un certo Sindaco Scapagnini di Catania che ha lasciato una memoria del suo operato simile all’eredità che sta lasciando Cammarata a Palermo. Caro Pistorio una gentilezza non si occupi di Palermo che ha giá tanti problemi da risolvere per avere pure quello del pericolo che “qualcuno” possa seguire i suoi suggerimenti.

    Ecco che il progetto di Massimo Costa comincia a dare fastidio a qualche “gattopardo” della politica siciliana: avanti Massimo, la tua candidatura rappresenta l’unico vero elemento di novità di queste amministrative. Stop alle alchimie, stop alle logiche utilitaristiche e avanti con le idee per Palermo.

    Mettetevi bene in testa cari Pistorio e Lo Presti che Costa in una citta’ complessa come Palermo ,al massimo,potrebbe fare l’assessore allo sport,egli puo’ parlare di centrocampo da stadio ma non credo del centro laico o cattolico moderato di cui ha necesssita’ la Nazione.
    Diciamocielo chiaro miei cari amici , lo avete pompato troppo sovradimensionandolo e presto fara’ il botto alla Ferrandelli.
    Se andate nell’articolo di Granata vedrete la proposta seria per Palermo.

    Senatore io credo che siate voi dell’Mpa ad aver tradito il Pdl. Le ricordo che siete saliti solo grazie al loro appoggio. Non se lo dimentichi. Lombardo e gli autonomisti devono TUTTO al Pdl!. E non credo che il suo “presidente” abbia fatto niente per la regione Sicilia! Non siate ridicoli!

    Caro presidente Pistorio, Costa proverá a riunire i moderati con tutte le sue forze. Lo fará per Palermo che solo con il contributo di tutti può rinascere.

    A palermo si sta muovendo un serio conmfronto. L’allargamento delle alleanze non costituisce un elemento di difetto ma di crescita. La politica deve guardare in faccia la realtà.
    Il tentativo di Casini e Fini attraverso Costa è straordinariamente innovativo e può solo portare frutti al sistema. Costa può bene amministrare solo se i partiti lo sosterranno.
    Salviamo Palermo

    Sentire parlare di tradimenti fa un po’ sorridere……

    Pistorio pistorio.. Massimo Costa inizia a far paura! Non hanno ben capito cosa e’ in grado di fare questo giovane. Abbattiamo queste barriere e facciamo cio’ che e’ meglio per Palermo.

    Forse sfugge un elemento fondamentale ai deputati e senatori della coalizione del Terzo Polo, che loro hanno sposato il progetto di Massimo Costa in quanto ritenuto VALIDO!
    Se invece pensano di aver trovato il “burattino” di turno da manovrare come meglio credono, stanno prendendo un grosso abbaglio!!! Massimo Costa in questo momento è l’unico che ha le carte in tavola per poter recuperare le sorti della nostra città al di là delle alleanze e coalizioni politiche. Ha le qualità e le potenzialità per farlo. Chiunque ne parli male è solamente perché non lo conosce o per pura invidia.

    mi pare che questo costa sia inaffidabile e presuntuoso ancora prima di cominciare, immaginate quale sindrome di onnipotenza lo investirà se mai dovesse fare il sindaco, già che tutti i sindaci si sento un pò onnipotenti con lui avremo zeus…attenzione che il cavallo su cui puntate sembra un cavallo pazzo, vi conviene battagliare per uno così?

    Granata, Briguglio, Lo Presti sono disperati perchè sanno di non avere a Palermo nemmeno il 2%, contano su l’immagine di Costa per prendere qualche voto, Costa invece ha capito di essere a rischio e li ha mollati.
    Sperano di salvarsi da qui alle prossime elezioni, sono fini-ti.
    Andate a sinistra che vi faranno fare i rappresentanti di lista…… ah ah ah ah ah ah ah ah poveri ministri, sottosegretari e membri del C.S.M. mancati…
    che figura….. e che fine…… questa è la rabbia che hanno verso il PDL, non c’è niente di politico….. ma hanno perso “u sceccu cu tutti i carrubbi”..
    ah ah ah ah ah ah ah ah ah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *