Ma i tifosi pensano ancora a Rossi - Live Sicilia

Ma i tifosi pensano ancora a Rossi

Tra il vecchio e il nuovo
di
17 Commenti Condividi

Adesso è ufficiale, Delio Rossi è probabilmente l’allenatore più amato della storia rosanero. Il tecnico di Rimini in meno di due anni è riuscito a far innamorare tutti, ma proprio tutti, anche coloro che ancora si definivano “Guidoliniani” fino al midollo. Beh, Francesco Guidolin, per certi versi assomiglia tanto a Rossi, anche per i risultati ottenuti. Delio è genuino, sincero, buono, insomma, Delio. Su Facebook impazzano le iniziative per manifestare solidarietà al tecnico “allontanato”. Una serie di fans hanno cambiato la propria foto del profilo e hanno deciso di inserire quella di Rossi. L’iniziativa prevede che per almeno una settimana Rossi debba essere il principale protagonista della cosiddetta bacheca. Ma non solo questo. Tanti i link creati per l’ex tecnico rosanero: “Vogliamo il ritorno di Delio Rossi sulla panchina del Palermo”, “Quelli che rivogliono Rossi a Palermo”, “Delio Rossi unico allenatore del Palermo”. Tanti gli iscritti e coloro che hanno ciccato sul “Mi Piace”.

E Rossi piace anche ai tifosi dei club organizzati come i BVS (Borgo Vecchio Sisma) che ieri hanno esposto uno striscione al Barbera che recitava così: “Delio Rossi è il ‘nostro’ allenatore”. Pochi messaggi per il neo arrivato Pioli, sul web e sui muri si parla solo di Rossi. Santino Spuria scrive: “Ciao Delio….!! Sei entrato nel cuore dei palermitani per il grande uomo che sei …e perchè sei un grande allenatore…!! Palermo ti ricorderà sempre con piacere…!! ciao Delio….rimarrai sempre uno di noi…..!! Grazie per tutto”. Messaggio che racchiude tutto il sentimento di un tifoso nei confronti di un uomo che ha dato tanto. Tifosi rosa commossi per le lacrime dell’Olimpico, lacrime che hanno “annegato” anche quelle dell’idolo Fabrizio Miccoli. Il sito tifosirosanero.it apre in homepage con una foto del tecnico e un messaggio: “Delio, noi siamo sempre con te…ieri, oggi e domani”. Anche le donne amano e apprezzano il galantuomo riminese, e nel portale delle rosanerogirls scorre una foto di Rossi con scritto: “Ci lascia l’allenatore più bravo”.

La frase maggiormente scandita dal tecnico per iniziare una dichiarazione e un periodo viene usata quasi a modello dai tifosi: “il sai cosa c’è” infatti spopola e c’è chi vuole addirittura stamparla in una t-shirt. Ma non solo “Sai cosa c’è” perché Rossi ha un dizionario specifico con frasi che resteranno a cuore ai tanti suoi fans come: “Le vittorie fanno i capelli biondi e gli occhi azzurri”, “Le parole le porta via il vento e le biciclette le rubano i livornesi”, “La vittoria ha tanti padri, la sfortuna è sempre orfana”. Chissà se un giorno, quando finalmente Rossi scriverà il libro di cui tanto ha parlato nelle varie conferenze stampa, dedicherà uno, o forse più capitoli, a questa grande e bella storia d’amore.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

17 Commenti Condividi

Commenti

    ” C’è sempre una maglia da tifare: i presidenti e gli allenatori passano il Palermo resta!” Onore a Delio Rossi grande uomo e allenatore.
    Da oggi si volta pagina. Forza Palermo!

    Sai che c’è?
    C’è che mi sono commosso anch’io sentendo le parole di Delio Rossi dopo la finale.
    Ho sperato fino all’ultimo il lieto fine, come nelle favole.
    La realtà è che avremo Pioli e speriamo che il Palermo vada bene.
    Ma i sentimenti restano e Delio non lo toglie nessuno dal cuore dei tifosi del Palermo.
    Forse varrà poco ma è l’aspetto bello di un mondo del calcio dove gli interessi la fanno da padrone.

    Sconosco le vicende interne della Palermo Calcio: qualcuno può
    spiegarmi schiettamente perchè Zamparini ha allontanato Delio Rossi?
    vorrei una risposta convicente e credibile.

    Rossi è quello che ci ha fatto perdere la coppa Italia perchè ha sbagliato tatticamente l’impostazione della partita, ed è giusto che deve andare via, l’Inter ha fatto il Palermo e il Palermo ha fatto l’Inter. E non mi venite a dire che abbiamo perso per l’inesperienza dei giocatori ma bensì per l’inesperienza di Rossi che non è abituato alle finali. Pioli non mi dispiacce, speriamo applichi un 4-4-2 che è sempre un modulo vincente per chi ha bravi giocatori.

    Cerco di spiegartelo io ma non è facile. Delio Rossi è un gran signore un uomo con un carattere che ha conquistato i palermitani siamo arrivati quinti l’anno scorso sfiorando la Champions quest’anno…..ci sono 83 gol subiti il record storico di una sconfitta interna nel campionato italiano (0-7) una finale di coppa Italia che è lontano anni luce dalle vecchie finali da noi giocate infatti siamo arrivati in finale giocando 2 turni in casa contro Chievo e Parma e la semifinale contro il Milan insomma facilino arrivarci. La difesa vero e proprio tallone d’achille schiera Sirigu Cassani Balzaretti Bovo e Goian (Munoz) tutta gente nel giro delle nazionali e (a parte Munoz) tutti al di sopra dei 25 anni eppure il buon Delio per giustificare la quantità esagerata di gol subiti ha sempre detto (togliendosi ogni responsabilità) che la squadra è giovane ecco questo più d’ogni altra cosa ha irritato il presidente il non dire mai (e ribadisco mai) cercherò di migliorare qualcosa in difesa. E poi diciamolo tanto in questo sito impopolare sono e impopolare resto ha sbagliato formazione spesso spessissimo troppe volte anche in finale schierando ed insistendo su Hernandez ma anche contro la Fiorentina l’Udinese il Bologna etc. ha sbagliato ad non impuntarsi a chiedere rinforzi (paura di dimissioni?) a gennaio ha sbagliato tantissimo però resta sempre un gran signore!

    il CHIEVO insegna… e Stefano Pioli è stato allenatore del Chievo; dico io, esistono dei gruppi imprenditoriali, come dice qualcuno, che erano pronti a rilevare il Palermo Calcio e Zamparini non glielo ha permesso? bene, allora – ripeto – come insegna il Chievo, essi potrebbero tentare la scalata acquistando il titolo da un’altra squdra, partire dal basso, programmando quei 3-4 anni per risalire la china ed approdare in A. Chievo sta a Verona città, come Mondello sta a Palermo città…
    <
    Orsù dunque IMPRENDITORI PALERMITANI, vediamo se ne siete capaci… o sapete fare SOLO CHIACCHERE !!!

    Delio Rossi, tra alti e bassi, ha portato il Palermo nelle sfere più alte, anche se (ricordiamo un suo primo esonero) ha saputo ben riprendere in mano la situazione. Dire che è un bravo allenatore credo che sia superfluo,che aveva portato nello spogliato una ventata di aria nuova e un modo tattico al livelli alti la squadra e sotto gli occhi di tutti.
    Allora mi chiedo: perchè Zamparini quando ha degli uomi d’oro non gli sembra l’ora di levarseli da torno?

    Mezza serie A sta cambiando allenatore e non vedo tutti sti casini…l’allenatore lo sceglie la società in base ai programmi, evidentemente Rossi non rientrava più nei programmi.
    La verità è che nonostante gli errori Rossi è risultato simpatico alla piazza (bel gioco, goal e signorilità). Non si può giudicare Pioli solo per il passato, ogni squadra fa storia a se..ad esempio Allegri non aveva vinto nulla ed era stato esonerato dal Cagliari per alcuni cali di tensione a salvezza ottenuta, con il Milan ha vinto lo scudetto!
    Concordo con le critiche tattiche mosse a Rossi ma va tenuto in considerazione l’enorme lavoro svolto sui giovani…

    mah a me sembra che giocatori come Hernandez abbia fatto un mezzo passo indietro gente come Darmian non siano stati affatto presi in considerazione Pastore è un fenomeno e appena andrà via tallonerà da vicino Messi Munoz diventerà uno dei più forti stopper del mondo mah tutto sto essere bravo coi giovani io non lo vedo proprio

    maurizio,
    basta il tuo giudizio su Munoz per capire che tu, di pallone, non ne capisci davvero nulla.
    Poi, se proprio hai bisogno di numeretti, guarda le statistiche delle squadre allenate da Rossi.
    Atalanta e Lazio,
    Guarda quanti gol subivano.
    Poi chiediti con Munoz e Goian come mai siamo combinati a mare.
    Poi, fai l’altarino a Munoz.
    I miracoli, chissà mai che.

    Infatti prendo lezioni da te che ne capisci di più. Quando Munoz diventerà protagonista naturalmente tu ti nasconderai come sempre e ti metterai il parrapicca salvo riprendere dopo qualche giorno bravo.

    Munoz.
    comodo da SCAI vomitare giudizi senza abbonamento.
    Ultrà da tastiera e niente più.

    Forse perchè 63 gol solo in campionato non sono pochini?

    Munoz è così scarso che solo lui ha sul groppone 15, 20 gol.
    E qui c’è gente che lo difende, bah

    La verità è che molti palermitani sono “facciuoli” come il presidente della squadra di Zamparini!

    i faccioli sono quelli che hanno voltato le spalle al presidente.

    Delio Rossi gran signore:Zamparini rispecchia la città,qualcuno mi spiegherebbe la funzione del fratello del Miccichè neivertici della Palermo calcio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.