Marò, ictus per Latorre | Pinotti vola in India - Live Sicilia

Marò, ictus per Latorre | Pinotti vola in India

Latorre, secondo quanto si è appreso, ha reagito bene alle prime cure dei medici del reparto di neurologia dell'ospedale di New Delhi.

RICOVERATO
di
3 Commenti Condividi

ROMA – Uno dei due marò trattenuti in India, Massimiliano Latorre, ha avuto ieri sera un malore per il quale è stato necessario il ricovero in ospedale. Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, è volata stanotte in India per accertarsi delle condizioni del fuciliere di marina, che comunque non sarebbero gravi. Latorre, secondo quanto si è appreso, ha reagito bene alle prime cure dei medici del reparto di neurologia dell’ospedale di New Delhi, dove è stato ricoverato. La conferma viene anche da un post delle figlia che, dopo uno sfogo contro l’Italia, ha scritto: “Papà mi ha chiamato, sta bene e ha detto che mi ama”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Caro Latorre, tieni duro.
    E’ facile scriverlo ma dura da mettere in atto. Con Onore, dedizione e sacrificio stai tenendo Alto la Nostra Bandiera che molti “Italiani” anche e principlamente chi dovrebbe rappresentare questo Paese non conoscono ne il significato ne i colori. La Nostra, per gli “Italiani” è solo una Bandiera da “stadio” ma NON di Onore e Dignità.
    Forza, coraggio Grande Fuciliere. Grande Latorre, gli Italiani VERI sono con te, con Voi.

    Al resto degli italiani rimane un immenso rimpianto. C’era una volta un Paese quasi felice. Al netto, ovviamente, delle quotidiane tribolazioni che il buon Dio tutti i santi giorni manda sulla terra, per tenere in allenamento i suoi figlioli e, al tempo stesso, mantenerli sulla retta via. Come dire un grattacapo al giorno toglie ogni vizio di torno. Poi a qualcuno è venuto la bella idea di seminare zizzania, insofferente a quel, tutto sommato, ben vivere. Anche perché a quella brava gente bastava poco per essere felice. Tanto che un paio di scarpe nuove o risuolate la teneva serena per lungo tempo. Così pensa e ripensa e alla fine ci riuscì, e ci riuscì bene. E siccome non c’è niente di più insospettabile che fare del bene, questo qualcuno, per raggiungere il suo scopo, s’inventò il diversamente abile e il multiculturalismo. E dai e ridai e batti e ribatti e alla fine è riuscito nel suo intento. E lo Stivale finalmente è tutto un Kabobo. Ma non ditelo in giro, altrimenti l’accusa di razzista non ve la toglierà nessuno. E per giunta ve la dovrete vedere con i tribunali. Amen.

    Forza ragazzi. Tanti italiani aspettano il Vs. ritorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *