Sicilia, morto Lucio Tasca d'Almerita - Live Sicilia

Morto Lucio Tasca d’Almerita, il ‘conte’ del vino

Aveva 82 anni
LA SCOMPARSA
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Il mondo della vitivinicoltura siciliana piange la morte del conte Lucio Tasca d’Almerita, scomparso all’età di 82 anni. Divenuto nel 1998 presidente dell’azienda di famiglia, Tasca d’Almerita, è stato il primo in Sicilia a credere nel potenziale del territorio come produttore di qualità e di eccellenza.

Erede di una storica tradizione

Dal 1998 era presidente di ‘Conte Tasca d’Almerita Srl Agricola’, azienda vitivinicola di famiglia dal 1830, che detiene la proprietà e la gestione di 5 Tenute: Regaleali, Capofaro Malvasia & Resort, Tascante, Mozia e Sallier de La Tour.

Il confronto con le varietà francesi

“Agli inizi degli anni ’80 ha voluto confrontarsi con le grandi varietà francesi e le degustazioni in giro per il mondo – si legge sulla sua biografia -. Dopo aver convinto suo padre, ha cominciato a fare vini come Cabernet e Chardonnay e ad utilizzare barriques di rovere francese per l’invecchiamento, presse soffici per la vinificazione, pototaura corta, e dimostrando al mondo la capacità della Sicilia di produrre vini di qualità e longevi”.

Il cordoglio di Lagalla, Miccichè e Albanese

“Palermo saluta oggi per sempre Lucio Tasca, lungimirante imprenditore del vino che ha fatto della Sicilia un brand internazionale – dice il sindaco di Palermo, Roberto Lagalla -. In questo momento di dolore, a nome mio e di tutta la città esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia Tasca”. 

Il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè e il Consiglio di Presidenza del Parlamento siciliano sono vicini alla famiglia del conte Lucio Tasca d’Almerita. “Sono profondamente addolorato per la scomparsa del conte Lucio Tasca d’Almerita – ha detto Miccichè -. Innamorato della sua terra, con lui se ne va un’icona storica della nostra città, un punto di riferimento internazionale della migliore imprenditoria siciliana. Porgo alla sua famiglia le più sentite condoglianze da parte mia e del Consiglio di presidenza dell’Ars”.

“La Sicilia perde un imprenditore illuminato, un uomo che del vino ha fatto cultura”. Così il presidente di Confindustria Sicilia, Alessandro Albanese, sulla scomparsa del conte Lucio Tasca, “imprenditore – prosegue Albanese – che ha saputo guardare oltre e che con la sua visione coraggiosa ha avuto l’abilità di aprire nuove strade allo sviluppo della produzione e del mercato del vino in Sicilia”. Nel ricordarlo con commozione, Albanese manifesta il cordoglio di tutta la Confindustria Sicilia. 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.