Malamovida, area pedonale e linea dura in Prefettura - Live Sicilia

Malamovida, area pedonale e linea dura in Prefettura

E’ una scelta sperimentale, comunicata dal commissario del Comune. Esercizi commerciali chiusi alle 2 di notte
CATANIA
di
0 Commenti Condividi

Catania. Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica promuove nuove misure sperimentali per controllare la movida in centro e potenziare la sicurezza nei luoghi più frequentati, soprattutto nel fine settimana. Nello specifico, comunica la Prefettura, il Commissario Straordinario del Comune di Catania ha adottato “un’ordinanza con cui è stato fissato alle 2 l’orario di chiusura degli esercizi commerciali”, e “un ulteriore provvedimento con cui è stata istituita, fra le 21 e le 4 dei sabati 26 novembre, 3 e 10 dicembre, un’area pedonale in via Sangiuliano, nel tratto ricompreso fra via Manzoni e via Ventimiglia”. Si tratta, è giusto ribadirlo, di una sperimentazione.

È questa la notizia più importante emersa a margine del Comitato che si è svolto ieri mattina, presieduto dal Prefetto di Catania, a cui hanno partecipato il Commissario Straordinario del Comune di Catania, il Questore ed i Comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza ed il Presidente di Confcommercio Catania. L’incontro, spiegano dalla Prefettura, era stato convocato per effettuare un’aggiornata disamina congiunta delle problematiche che interessano il centro storico di Catania, con particolare riferimento ai luoghi della cosiddetta “movida”, che hanno, di recente, secondo le istituzioni catanesi, influito negativamente sulla percezione della sicurezza da parte della collettività.

Nel corso della riunione, sono state condivise le ulteriori iniziative da porre in essere al fine di contemperare le diverse, legittime esigenze sia dei residenti, sia di coloro che nel centro storico gestiscono, nel rispetto delle norme, attività commerciali; che, infine, di chi frequenta le zone della movida. Il vertice di ieri segue, peraltro, l’incontro tenutosi nei giorni scorsi fra il Prefetto ed il Questore e i rappresentanti della Confcommercio, della Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE) e del Sindacato Italiano Balneari, che ne avevano fatto istanza, nel corso del quale questi ultimi hanno chiesto interventi finalizzati ad incrementare i livelli di sicurezza nelle zone del centro di Catania.

Da qui le misure sperimentali disposte dal Commissario. In via Sangiuliano, peraltro, la Polizia Locale, coadiuvata dalla Protezione civile comunale, presidierà tutti i varchi di accesso alla nuova area pedonale al fine di consentire una fruibilità in piena sicurezza degli spazi, specie in vista delle ormai prossime festività di fine anno. “Per consentire un più agevole deflusso del transito veicolare nell’area interessata dal provvedimento – continua la nota della Prefettura – il Comune di Catania ha approntato uno specifico piano di viabilità alternativa che prevede, limitatamente alla serata del sabato nella predetta fascia oraria 21-04, l’inversione del senso di marcia di via Manzoni. Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza, inoltre, avvieranno dei controlli straordinari interforze degli esercizi commerciali, con il supporto delle specialità, quali i NAS, nonché dell’ASP di Catania, al fine di verificarne il rispetto delle disposizioni vigenti in materia di vendita e somministrazione di cibi e bevande. Il Presidente di Confcommercio ha manifestato piena condivisione per le misure messe in campo, assicurando il contributo dei commercianti”.

L’obiettivo comune – ha concluso il Prefetto – è quello di approntare misure in modalità sinergica, inizialmente in via sperimentale, per verificarne l’efficacia, che contribuiscano a prevenire fatti che incidono sulla percezione dei livelli di sicurezza, incrementando, al contempo, attraverso l’offerta di servizi di qualità, l’attrattività del centro storico di Catania.

Nel corso della riunione, infine, è stata effettuata, unitamente a tutte le componenti deputate alla tutela della safety e della security, una prima ricognizione del programma civile e religioso in occasione della festa di Sant’Agata che, fra il 3 ed il 5 febbraio 2023, tornerà a svolgersi per le vie del centro storico dopo due anni di interruzione dovuta alla pandemia.

Il Comune nel pomeriggio ha divulgato una nota che chiarisce le misure: già a partire da questo sabato 26 novembre, infatti è istituito il divieto di transito dalle 21 alle 4 del giorno successivo per tutti i veicoli, eccetto i residenti e i disabili muniti di contrassegno, in via Antonino di Sangiuliano in entrambi i sensi di marcia, da Via Alessandro Manzoni a via Monsignor Ventimiglia e in via delle Finanze. Il traffico proveniente da via Paternò e via San Michele sarà deviato su via Recaldaccia. “Per la stessa fascia oraria, dalle 21 e fino alle 4, viene invertito il senso unico di marcia per auto e moto in via Alessandro Manzoni, che diverrà da via Antonino di Sangiuliano a piazza Stesicoro – prosegue la nota -. E’ inoltre istituito divieto di sosta con rimozione coatta ambo i lati dalle 17 alle 4 del giorno successivo per tutti i veicoli, eccetto i residenti e i disabili muniti di contrassegno, da via Antonino di Sangiuliano e piazza Manganelli a via Monsignor Ventimiglia e in via Coppola, da via Antonino di Sangiuliano a via Giovanni Di Prima”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *