Movimento per la Salute dei giovani: | "Più attenzione per i cardiopatici" - Live Sicilia

Movimento per la Salute dei giovani: | “Più attenzione per i cardiopatici”

Fabrizio Artale, coordinatore del Movimento: "Vogliamo lottare per la salute dei giovani e per abbattere il muro dell'indifferenza".

15 Commenti Condividi

PALERMO – Circa ottomila bambini con cardiopatie congenite, 500 nuovi cardiopatici all’anno, 300 interventi cardiochirurgici, diecimila adulti affetti da cardiopatie: complessivamente ventimila pazienti complessivi che necessitano di assistenza sanitaria. Cifre alla mano, sono preoccupanti i dati che riguardano le cardiopatie in Sicilia. Ed è all’interno di un ambito così delicato che si muove il “Movimento per la Salute dei Giovani”, associazione no profit costituita da circa ottanta famiglie, nata dopo la chiusura della “Casa del Sole”.

“Il nostro movimento – spiega il coordinatore, Fabrizio Artale – è costituito da famiglie che hanno bambini cardiopatici in casa, ma anche da persone che vogliono solo lottare per la salute dei giovani e per abbattere il muro dell’indifferenza”. E a proposito della Casa del Sole, “questa costituiva un vero punto di riferimento in città soprattutto per la cardiologia pediatrica, soprattutto per i cardiopatici congeniti adulti, i cosiddetti Guch, ovvero per i bambini nati con una malformazione genetica”. Dopo lo smembramento del Polo pediatrico che operava ormai da 30 anni su tutta la Sicilia occidentale, le unità operative di Ortopedia, Pediatria, Pronto Soccorso pediatrico, Radiologia, Anestesia, Laboratorio di analisi e Direzione sanitaria sono state trasferite all’Ospedale ”Vincenzo Cervello”, la Chirurgia presso l’Ospedale Civico e la Cardiologia pediatrica all’Ospedale dei Bambini. Una struttura, quest’ultima, che per il Movimento si presenta inadeguata per la “ristrettezza dei locali, per la difficoltà che si riscontra nel raggiungerla, per la mancanza di parcheggio, il traffico e lo smog”.

“A conferma dell’esiguità degli spazi – aggiunge Artale – la Neonatologia e l’Oncoematologia pediatrica sono state trasferite al Civico”. Questo in attesa della costruzione del Cemi, Centro di Eccellenza medico infantile, una struttura ospedaliera che sorgerà a Fondo Malatacca su un’area adiacente all’Ospedale Cervello e i cui lavori sono stati inaugurati nel 2010. Alla data di oggi, però, le attività di costruzione di quello che costituirà un polo assistenziale d’eccellenza nell’isola non sono ancora conclusi, nonostante i 53 milioni di euro ad essi destinati e i due anni e mezzo dati come tempo necessario per la sua messa alla luce. In attesa dell’apertura del Cemi, che si svilupperà su cinque piani per ospitare 162 posti letto tra degenza ordinaria, day hospital e terapia intensiva per alte specialità pediatriche, “stallo” momentaneo per l’assistenza cardiologica e cardiochirurgica pediatrica di III livello è il centro San Vincenzo di Taormina.

Una scelta “disastrosa”, a detta del Movimento per la Salute dei Giovani, perché l’ospedale “nasce in una sede decentrata, difficile da raggiungere, costosa per le famiglie dei bambini che devono pagare la permanenza a Taormina e inefficiente per la mancanza di una pista d’atterraggio notturna degli elicotteri”. La struttura, inoltre, è priva di alte specialità pediatriche, quali Neonatologia e Chirurgia. In una situazione come questa, Il Movimento ormai da due anni si batte per accelerare i tempi di costruzione del Cemi, che potrebbe essere la risposta ad un problema tanto delicato. Ma non solo. Tra le speranze dell’associazione, l’istituzione di Guch-Unit, centri per l’assistenza al paziente adulto affetto da cardiopatia congenita. Più del 50% dei pazienti Guch, infatti, è potenzialmente a rischio medio-alto per morte improvvisa, reinterventi e complicazioni, motivo per cui è necessario un follow-up regolare e attento. I Guch-Unit, strutture rinomate in cui sono presenti tutti i rami medici e un pool di specialisti che collaborino in caso di eventuali complicanze, costituiscono il fiore all’occhiello nell’ambito dell’assistenza sanitaria. Tra gli obiettivi del Movimento, però, anche la costruzione di strutture recettive, case d’accoglienza che ospitino i familiari dei ragazzi in degenza. “Il nostro sogno è che qualche fondazione possa apprezzare la nostra idea e che uno dei tanti terreni confiscati alla mafia possa essere utilizzato per qualcosa di così utile per le famiglie che si trovano a vivere un momento tanto difficile”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

15 Commenti Condividi

Commenti

    Se la speranza non muore è perchè “qualcuno” si prende cura del mondo… Questi “Qualcuno” spesso sono persone speciali e nascoste ma che si preoccupano di coloro che hanno bisogno di essere Amati senza limiti, cosi come i bimbi ed i ragazzi cagionevoli in salute per i quali bisogna investire di più in risorse umane ed assistenziali perchè anche loro hanno il diritto di vivere una vita “normale” ed alla pari dei loro coetanei “sani”: anche loro sono il futuro della nostra società… Grazie infinite a Fabrizio Artale, che con ogni energia sta facendo tanto Bene con la Sua positiva intermediazione fra istituzioni e cittadini che necessitano di cure adeguate per vivere la loro malattia in modo sereno. Spero che i nostri politici possano farsi contagiare dalla sua tenacia e dalla sua encomiabile e gratuita dedizione verso coloro che ogni giorno devono lottare con l’angoscia della malattia. Mi unisco all’appello del “Movimento per la Salute dei Giovani” affinchè qualche Fondazione possa finanziare il progetto di una struttura di accoglienza per le famiglie che devono affrontare periodi di lunga degenza per cure o interventi. Attendiamo fiduciosi l’apertura del CEMI – Centro di Eccellenza Materno Infantile – di Palermo in tempi brevi e senza altri ritardi. Pretendiamo che anche nella nostra Regione possano nascere delle GUCH-Unit di alto livello… Ogni VITA è un Raggio di Sole…

    Congratulazioni a Fabrizio Artale, sei una persona splendida altruista e di buon animo.Oggi nella società purtroppo esistono persone egoiste e approfittatori, il loro scopo e’ solo quello di tranne vantaggi personali. Ho avuto l’onore di conoscere bene le capacita’ di Fabrizio il quale scopo imperterrito e’ quello di aiutare i più deboli, senza chi è senza ma. Bravo, avrai sempre il mio sostegno, continua così, sono certo che raggiungerai gli obiettivi che ti sei prefissato.Occorre valorizzate sempre di più queste nobili persone. Vincenzo

    Caro Fabrizio,
    vai con la forza di sempre e la convinzione che la soluzione deve prevalere agli interessi di parte.
    Di questo dobbiamo convincere tutti…..
    Un abbraccio!
    adg

    Carissimo Nino, sono le persone come Te che ci contagiano a fare il Bene verso coloro che soffrono e che sperano di avere una vita migliore, anche, con il nostro umile ma inarestabile impegno per il Benessere Comune. Fiero di esserti Amico!!! Uniti SI Vince…

    Caro Fabrizio continua a fare gli interessi degli altri… DIO Ti benedica!!!

    L’uomo è irragionevole, egocentrico:
    non importa, amalo!
    Se fai il bene ti attribuiranno
    secondi fini egoistici:
    non importa, fa’ il bene!
    Se realizzi i tuoi obiettivi
    troverai falsi amici e veri nemici:
    non importa, realizzali!
    Il bene che fai verrà domani dimenticato:
    non importa, fa’ il bene!
    L’onestà e la sincerità
    ti rendono in qualche modo vulnerabile:
    non importa, sii sempre e comunque franco e onesto!
    Quello che per anni hai costruito
    può essere distrutto in un attimo:
    non importa, costruisci!
    Se aiuti la gente, se ne risentirà:
    non importa, aiutala!
    Dai al mondo il meglio di te e ti prenderanno a calci:
    non importa, continua!
    “Madre Teresa di Calcutta”

    Speriamo che qualcuno si metta la mano sulla coscienza e capisca che NON può essere l’ennesima opera incompiuta per la Sicilia o l’ennesima opera con cui lucrare alle spalle della gente…

    Fabrizio grazie per tutto quello che fai per questi ragazzi,grazie per essere sempre vicino a me e STEFANIA.

    Grazie Fabrizio,
    per tutto quello che fai e sono molto felice che Dio ci ha messo nello stesso cammino, ti auguro di cuore di raggiungere tutti i tuoi obiettivi e che la Madonna ti assista sempre.
    laura

    Dopo le nostre pressanti sollecitazioni Vi segnalo una giusta iniziativa (Interrogazione Parlamentare ARS) che mette in risalto una problematica molto seria che deve essere risolta al più presto e nel migliore dei modi. Ricordo che i lavori del CEMI (Centro di Eccellenza Materno Infantile) di Palermo sono iniziati nel 2012 con uno stanziamento economico messo a disposizione già nel 2003. Ci sono voluti tanti anni ed una “Buona Battaglia” a cui il nostro “Movimento” ha dato un forte impulso. Chiediamo che i lavori possano continuare senza sosta e che al più presto possano iniziare tutte le attività di assistenza pediatrica previste, in modo che le strutture fatiscenti possano chiudere per dare un grande impulso ad un Centro di Eccellenza di alto rilievo medico. Concludo con la frase di Papa Francesco che indirizzo a tutti gli Amministratori della “Cosa Pubblica” Siciliana: “IL VERO POTERE E’ IL SERVIZIO”… Fabrizio Artale – Coordinatore del “Movimento per la Salute dei Giovani”

    QUESTO È IL COLLEMENTO PER LEGGERE L’ITERROGAZIONE
    http://www.ars.sicilia.it/icaro/default.jsp?icaAction=showDoc&id=2

    MOVIMENTO PER LA SALUTE DEI GIOVANI
    Associazione di Promozione Sociale
    LETTERA APERTA
    di Fabrizio Artale (Coord. del Movimento per la Salute dei Giovani)

    Carissime Amiche ed Amici,
    il 2013 è volato via e con immenso affetto vengo a voi per rinnovare e ribadire l’impegno che ci vede protagonisti del Bene Comune, soprattutto, per coloro che hanno bisogno di tutti noi per ottenere il diritto alla Buona Sanità. Con inesauribile determinazione ci siamo adoperati per continuare ad essere leali interlocutori di tante famiglie presso le istituzioni affinchè la Voce dei sofferenti venisse ascoltata nelle sedi opportune per identificare le giuste risoluzioni e per offrire servizi medico-sanitari più adeguati e più efficienti. Con molta onestà devo dire che presso l’Assessorato alla Sanità Siciliana ho sempre ottenuto udienza e molta considerazione da parte dell’Assessore e di altri funzionari i quali apprezzano e stimano le nostre concrete attività che sono rivolte, particolarmente, al benessere dei bambini e dei giovani. Grazie alla nostra insistente azione il “Centro di Eccellenza Materno Infantile” (CEMI) di Palermo vedrà iniziare la sua attività entro 2 anni, cosi come mi è stato assicurato, nel colloquio di novembre, dall’Assessore Borsellino che si è impegnata lodevolmente nell’imprimere una energica accelerazione ai lavori edili. Con umile soddisfazione posso dire che abbiamo trascorso un anno all’insegna dell’altruismo che ci ha visti protagonisti ed organizzatori di importanti attività sociali che hanno riscosso interessi collettivi ed istituzionali ma, soprattutto, ci hanno regalato meravigliosi ed indimenticabili momenti aggregativi. Tra le varie iniziative mi piace ricordare la nostra cooperazione per preparare la “Marcia per la Vita” organizzata a Palermo il 9 febbraio. Con emozione ricordo le meravigliose giornate trascorse ad allenare i ragazzi della nostra “Squadra di Calcetto” per partecipare al campionato organizzato, da maggio a giugno, dalla stupenda “Associazione Culturale Polizia Municipale” di Palermo, coordinata dal fraterno Amico Sergio Quartana, con cui abbiamo organizzato, anche, la rassegna cinematografica gratuita per i bambini al Cinema “Colosseum” di Palermo. Interessante ed utilissimo è stato il “Corso di Primo Soccorso” coordinato dal magnifico Dott. Mirko Sposito nel mese di luglio. Tra queste non si è arrestata la frenetica attività per partecipare a varie conferenze e convegni dove abbiamo potuto essere partecipanti attivi ed interlocutori propositivi. è stato un anno molto intenso che ha rinforzato il mio impegno personale per vedere concretizzato al più presto il necessario Centro Regionale per l’assistenza ai Cardiopatici Congeniti Adulti (GUCH-Unit) che permetterà ai nostri amati ragazzi (maggiorenni) di essere assisti nella nostra Regione, evitando in questo modo i viaggi verso i centri ospedalieri del Nord Italia. Considerata l’intensa attività posta in essere in questi anni e la crescente necessità di poter concretizzare seri ed importanti progetti di supporto assistenziale, l’8 dicembre 2013 il nostro “Movimento” si è tramutato in Associazione di Promozione Sociale (APS). è stato un passo necessario molto impegnativo che ci responsabilizza maggiormente nell’essere “Attivisti del Bene”. Concludendo desidero esternare un particolare e fraterno ringraziamento a Don Giuseppe Di Giovanni per la sua insostituibile vicinanza, la fattiva collaborazione e per tutte le volte che ci ha permesso di riunirci presso l’Oratorio della Parrocchia di San Basilio Magno. Sperando di potervi incontrare al più presto ed auspicando nella fattiva partecipazione di ognuno di Voi, Vi invio un saluto ed un affettuoso abbraccio che esterno di cuore a tutte le Vostre care famiglie con il proposito di essere al Vostro fianco con tutte le mie energie ed il mio indomabile desiderio di essere servitore dei più deboli sempre!!!

    “Se Ognuno fa qualcosa allora si può fare molto”… BUON 2014
    La nostra vita è vana se non riusciamo a donare
    tutto il nostro essere a coloro che soffrono.

    E’ per i ragazzi e le ragazze come Angela che offro il mio umile impegno per ottenere il “Diritto alla Buona Sanità”. E’ per tutti loro che spendo la mia esistenza…
    Fabrizio Artale
    __________________________________________________________________
    Caro Fabrizio
    il mio nome è Angela ed ho 25 anni, alla mia nascita sono stata operata al cuore per una grave malformazione cardiaca. Durante gli anni ho avuto altri interventi ed ogni volta era come se avessi fatto un viaggio in compagnia della morte. Sono cresciuta tra mille difficoltà fisiche ma con l’affetto dei miei genitori, che amo in modo indescrivibile perchè sono la cosa più bella della mia vita. Fin da piccola sono stata trattata come una persona “diversa” come la cardiopatica cioè come una specie di essere da tenere distante nei normali rapporti quotidiani. A scuola ero esonerata dall’educazione fisica, non potevo andare alle gite, ero la “pisciona” a causa dei diuretici, insomma ero anormale. Crescendo, poi, iniziarono a diversificarsi anche i miei sentimenti ed ogni volta che mi innamoravo di un ragazzo tutto finiva nel nulla perché la paura di una ragazza sofferente metteva in fuga tutti quanti. Tante sono le lacrime nella notte e lo sconforto spesso si impadronisce del mio cuore malato. Qualche volta ho sperato di morire ma poi questo non accadeva… Scusami se ho scelto Te per dire queste cose ma in questi giorni sto seguendo la Tua determinata battaglia con l’Associazione “Movimento per la Salute dei Giovani” a favore di tanti bambini e giovani siciliani sofferenti, che spesso sono vittime di una sanità pubblica poco efficiente. Credo che tu sia una persona in gamba e dotata di un carattere speciale… La tua Forza mi dona tanto coraggio perché, finalmente, ho capito che esistono ancora delle persone su cui riporre la propria fiducia. Voglio dirti di non sentirti solo in quello che stai facendo ed anche se io sono di salute cagionevole ti prometto che correrò insieme a Te per difendere i più deboli. Ho visto che sei un credente e questo mi sta facendo riflettere perché ho sempre pensato che Dio si fosse dimenticato di me. Grazie a Te, invece, sto riscoprendo che Dio si muove attraverso gli uomini che ripongono la loro fiducia in Lui. Voglio provare a farlo anche io ma Tu mi dovrai aiutare perché non ho più voglia di restare da sola nel chiuso della mia stanza: Io Voglio Vivere!!! Grazie Amico mio per la compagnia che mi offri pur non conoscendomi e grazie per quello che fai per tutte le “Creature Fragili” come me. Ti Voglio bene tantissimo e Ti prometto che inizierò a pregare chiedendo al Signore la Tua salute per restare sempre al nostro fianco. Ti abbraccio col tuo saluto: Uniti SI Vince!!!

    l’Associazione di Promozione Sociale “Movimento per la Salute dei Giovani” è apartitica ed apolitica ma è sempre grata a coloro che sanno ascoltare la Voce dei sofferenti…

    ___________________________________________________________________
    INTERROGAZIONE
    risposta scritta

    Istituzione delle “GUCH UNIT” per l’assistenza dei Cardiopatici Congeniti Adulti.
    DESTINATARI:
    Al Presidente della Regione Siciliana Rocario Crocetta, all’Assessore per la salute Lucia Borsellino, premesso che:

    TESTO

    l’incidenza delle cardiopatie mal formative è del 8/10% dei soggetti nati vivi, per cui in Italia il numero dei nuovi casi l’anno con cardiopatie congenite è di oltre 4500, di cui 500 nella sola Regione Sicilia. La sopravvivenza in età adulta dei cardiopatici congeniti è dell’80/90%, per cui si rende necessaria una regolare sorveglianza specialistica di circa 70.000 cosiddetti “Congeniti Adulti” (GUCH acronimo anglosassone di Growing Up Congenital Heart);

    RILEVATO che in questi ultimi anni il numero dei pazienti GUCH ha superato quello dei cardiopatici congeniti in età pediatrica e sulla base di questi dati si può ipotizzare che in Sicilia vi siano almeno 8.000 GUCH;

    CONSIDERATO che in questo momento in Sicilia non esiste un centro di 3° Livello in grado di rispondere adeguatamente ai bisogni di salute di questi pazienti e purtroppo per un’appropriata assistenza si è costretti a doversi spostare verso centri ospedalieri del nord Italia, con notevoli disagi per i pazienti e le loro famiglie con un aggravio per i bilanci familiari nonché per il bilancio della Regione Siciliana;

    CONSIDERATO che per un’adeguata risoluzione di queste specifiche problematiche cliniche, è necessario creare delle “GUCH UNIT” da inserire in Centri Ospedalieri di Alta Specializzazione, dove le necessità di queste persone “speciali” siano prese in seria considerazione e trattate con comprovata professionalità;

    CONSIDERATO altresì che è necessario avviare adeguati e specifici programmi di formazione, per i giovani medici siciliani, da svolgere nella nostra Regione con esperti di problematiche GUCH operanti da molti anni in altri Centri italiani o esteri, così da attualizzare una concreta sinergia per mettere al primo posto le necessità di tante persone meravigliose che hanno il diritto di vivere una vita dignitosa al pari di ogni essere umano;

    VISTO che dal territorio arrivano sollecitazioni e proposte da parte delle famiglie dei pazienti riunitesi in Associazione, affinché si valuti la possibilità di organizzare la “GUCH UNIT” Regionale in seno al “Centro Cuore”, di cui l’ISMETT di Palermo dovrebbe essere il punto di riferimento principale;
    per sapere quali siano gli intendimenti dell’Amministrazione Regionale in merito alla proposta di istituire delle “GUCH UNIT” per l’assistenza dei Cardiopatici Congeniti Adulti.

    L’interrogante chiede lo svolgimento con urgenza
    L’interrogante chiede risposta scritta e con urgenza
    18, marzo, 2014
    FIRMATARIO
    TAMAJO

    Carissima Angela,

    la tua mail è la riprova che Dio esiste perché pur non sapendo nulla di Te oggi ci siamo ritrovati sulla stessa strada. Ti assicuro che non sono tanto speciale e sicuramente molto meno di Te che sei un Angelo Meraviglioso. Tu dici che ti senti abbandonata dal Signore ma io ti dico, invece, che non è così perché altrimenti io e Te non ci saremmo mai incontrati e nulla avviene per caso… Indegnamente mi chiedi di aiutarti ed io lo farò con tutte le mie forze malgrado le mie povere ed umili risorse spirituali. Intanto sei Tu che mi stai aiutando con la Tua insostituibile presenza che per me è di vitale incoraggiamento. Prendersi cura dei più deboli è quello che so fare meglio anche se non posseggo risorse particolari e pur non essendo un “personaggio importante”… Posso dirti che neanche a me mancano le sofferenze e le tribolazioni, anzi, quando ti preoccupi degli altri sembra che le brutte cose si moltiplicano per impedirti di operare per il Bene. Ho sempre riposto la mie energie nelle mani della Divina Provvidenza che non mi ha mai abbandonato. Tu sei una perla preziosa che non deve rimanere chiusa nell’oceano della solitudine, quindi, apriti al mondo ed inizia a donarti con Amore verso tutti quelli che hanno bisogno di Te. Per stare meglio non pensare alle tue sofferenze perché “Qualcuno” si prenderà cura di Te: se l’uomo ti tradisce Dio è fedele sempre!!! Grazie di esserci e di prenderti cura di me nelle Tue preghiere. Ti abbraccio con grande affetto e confido nella Tua incoraggiante Amicizia.

    Associazione di Promozione Sociale
    “Movimento per la Salute dei Giovani”
    Recapito telefonico 338 4112195
    E-mail: movsalutegiovani@libero.it
    Sito Web: http://www.missioneinweb.it

    Palermo, 14 marzo 2014

    OGGETTO: Costituzione della “GUCH UNIT” Regionale per l’assistenza ai Cardiopatici Congeniti Adulti Siciliani.

    Gent.ma D.ssa Lucia Borsellino,
    la solidarietà è un mezzo efficace che unisce con entusiasmo, con la profonda certezza che le capacità di ognuno di noi, messe al servizio di tutti, e la forza di tanti individui insieme producono un’energia positiva in grado di trasformare lo sconforto in coraggio, la solitudine e la paura in speranza.
    Con l’esperienza acquisita in tanti anni di impegno sociale, accanto ai piccoli e giovani sofferenti, posso affermare che il problema di una salute cagionevole è una realtà delicata perché, spesso, bisogna fare i conti con patologie serie, che se ben curate possono consentire una vita normale, invece, se mal gestite possono avere conseguenze drammatiche ed anche fatali.
    Con tali convinzioni, Le scrivo queste righe facendomi umile “ambasciatore” dei circa 8.000 Cardiopatici Congeniti Adulti Siciliani, cioè coloro che in gergo medico vengono identificati come GUCH (Grown Ups with Congenital Heart defects).
    Il miglioramento delle tecniche diagnostiche e dei presidi terapeutici medico-chirurgici ha fatto si che molti bambini con cardiopatia congenita raggiungono l’età adulta.
    Come conseguenza, nell’ultimo ventennio, il numero di adulti con cardiopatia congenita è positivamente cresciuto in modo esponenziale. Il bambino nato cardiopatico, operato oppure no, divenuto adulto con difetti cardiaci congeniti, ha una serie di difficoltà fisiche e psicologiche che si differenziano dalle cardiopatie acquisite, pertanto, necessita di assistenza appropriata e frequenti follow-up.
    Per una adeguata risoluzione di queste specifiche problematiche cliniche, è necessario creare delle “GUCH UNIT” da inserire in Centri Ospedalieri di Alta Specializzazione, dove le necessità di queste persone “speciali” siano prese in seria considerazione e trattate con comprovata professionalità.
    Un cardiopatico, nella maggior parte dei casi, ha la possibilità di avere una normale vita relazionale affettiva, svolgere attività sociali, lavorative e sportive, che devono essere valutate accuratamente e sfruttate al massimo per garantire la migliore qualità di vita possibile.
    Sovente nella nostra Regione, purtroppo, accade che l’individuo cardiopatico GUCH si considera un sopravvissuto, un relitto alla deriva e non una persona che può dare il suo contributo alla società in quanto, nella maggioranza dei casi, è “orfano” di un’assistenza strutturata e specifica.
    Da tanto tempo stiamo chiedendo, alle istituzioni preposte, che questa dolente e prostrante problematica possa essere risolta nel migliore dei modi. Dopo svariati mesi, sedute a tavoli tecnici ed incontri assessoriali, tutto è rimasto irrisolto. Con immensa delusione, sono giunto all’amara considerazione che nessuno vuol prendersi cura dei nostri ragazzi se prima di ogni cosa non si valuti l’aspetto economico che con freddezza si estrinseca tra richieste e restrizioni, fino ad annientare le urgentissime necessità assistenziali di questi meravigliosi Angeli che il Buon Dio ci ha voluto donare.
    Ancora oggi per un’appropriata assistenza di 3° livello, per queste particolari patologie, si è costretti a doversi spostare verso i centri ospedalieri organizzati del nord Italia come, per esempio, l’I.R.C.C.S. Policlinico “San Donato” di Milano o altri, dove è possibile beneficiare della collaborazione “simbiotica” tra specialisti che condividono esperienze specifiche delle patologie cardiovascolari pediatriche e dell’adulto ma soprattutto dove si è certi di poter ricevere le cure migliori ed appropriate, benevolmente condivise dalla comunità scientifica internazionale. Tutto questo incide notevolmente sia sui costi assistenziali sanitari della Regione Sicilia e sia sulle famiglie che sono costrette a fare debiti o delle collette tra amici e parenti per poter sostenere il fardello economico di questo esodo forzato ed obbligato.
    Sono certo di poter contare sulla sua sensibilità e sul suo ammirevole impegno sociale, affinché si possa giungere ad una fattiva ed improrogabile risoluzione per curare tanti sofferenti. Senza sminuire la grande professionalità dei Reparti di Cardiochirurgia presenti in Sicilia, suggeriamo di poter valutare la possibilità di organizzare la “GUCH UNIT” Regionale in seno al “Centro Cuore”, di cui l’ISMETT di Palermo dovrebbe essere il punto di riferimento principale, per i requisiti di eccellenza, per le apparecchiature innovative in dotazione e per le comprovate conoscenze delle tecniche diagnostiche ed interventistiche multidisciplinari.
    Altresì, sono fermamente convinto che è possibile concretizzare una fruttuosa cooperazione, tra strutture di altissimo livello medico-scientifico, per avviare adeguati programmi assistenziali e soprattutto progetti di formazione, per i giovani medici siciliani, da svolgere nella nostra regione con esperti di problematiche GUCH operanti da molti anni in altri Centri italiani o esteri, così da attualizzare una concreta sinergia per mettere al primo posto le necessità di tante creature meravigliose che hanno il diritto di vivere una vita dignitosa al pari di ogni essere umano.
    Ringraziandola con profonda riconoscenza, per il tempo che ha voluto dedicarmi, rimango a Sua completa disposizione per attualizzare ogni proficua e gratuita collaborazione da attuare e condividere insieme a favore della Serenità e del Benessere Collettivo.
    Con l’augurio di ogni Bene, che estendo di cuore a tutta la Sua Cara Famiglia, La saluto con profonda stima, confidando nel Suo tenace e serio impegno Istituzionale, affinché tante famiglie possano trarre beneficio dall’eccellenza medica esistente, anche, nella nostra Amata Terra.

    Fabrizio Artale
    PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE
    “Movimento per la Salute dei Giovani”

    PETIZIONE POPOLARE
    ABBIAMO BISOGNO DI TE…

    L’Associazione APS “Movimento per la Salute dei Giovani” ti invita a diffondere e ad aderire alla Petizione per chiedere la creazione di una Unità Sanitaria di Assistenza Specialistica di 3° Livello “GUCH UNIT” Regionale per le cure dei Giovani Cardiopatici Congeniti, presso l’ISMETT (Istituto Mediterraneo per i Trapianti e Terapie ad Alta Specializzazione) di Palermo. La tua partecipazione non costa nulla e sicuramente darà tanta serenità a molti Giovani Sofferenti Siciliani. Grazie di cuore!!!
    PER LA TUA ADESIONE VAI AL SITO: http://WWW.MISSIONEINWEB.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *