Traffico di droga con l'Albania |Maxi blitz, 61 indagati - Live Sicilia

Traffico di droga con l’Albania |Maxi blitz, 61 indagati

Sequestrati mille chili di droga. Dieci i catanesi coinvolti.

OPERAZIONE BALKAN
di
0 Commenti Condividi

CATANIA– Traffico di stupefacenti: sgominata organizzazione criminale italo-albanese. L’operazione Balkan è l’ultimo tassello messo in fila dalla Squadra Mobile di Ragusa e dalla Guardia di Finanza di Como, coordinate dalla Procura Distrettuale di Catania, per disarticolare l’organizzazione transnazionale dedita al traffico di droga. Gli agenti hanno, infatti, arrestato gli ultimi elementi della banda presenti in Italia: gli albanesi Fation Hoxhaj (classe 1977), Erson Zhuka (classe 1984), Roland Kalemaj ( classe 1976) e Hoxha Mandit alias Gentina Hoxhaj. Gli altri esponenti del gruppo criminale erano già in carcere. Sei persone invece sono attualmente latitanti. I numeri dell’inchiesta sono imponenti: sessantuno indagati (28 albanesi e 33 italiani), mille kg di marijuana posti sotto sequestro.

Ecco una parte della droga sequestrata

 

L’indagine parte nel 2012 quando l’organizzazione prende piede prepotentemente nel territorio di Modica e inizia a caldeggiare l’ipotesi di sconfinare nel resto del ragusano. Se con la recente operazione Blade vanno in carcere diciassette appartenenti il gruppo e gli inquirenti riescono a disarticolare la banda, con Balkan si riannoda il filo che porta gli agenti dritti ai fornitori albanesi. Due anni di arresti e sequestri hanno fiaccato non poco il gruppo, anche in termini economici. Le indagini coordinate dalla Procura Distrettuale di Catania avevano già permesso di individuare e raccogliere fonti di prova a carico di oltre cinquanta soggetti, adesso con gli elementi raccolti dalle fiamme gialle di Como è stato individuato il canale di approvvigionamento albanese.

Le immagini del blitz

Così è scattato il coordinamento della Procura etnea di tutti gli investigatori. Grazie alla piena sinergia, gli inquirenti sono arrivati ad effettuare importanti operazioni  di contrasto al narcotraffico su diversi territori della penisola riunendo il tutto in un unico procedimento penale che ha permesso alla Procura Distrettuale di raccogliere elementi di prova a carico di decine di soggetti così da richiedere l’applicazione della misura cautelare.

Le indagini hanno consentito di ricostruire l’organigramma del gruppo e diversi ruoli svolti dai sodali. Un risultato raggiunto anche attraverso le 50000 conversazioni captate dagli inquirenti. Tra le operazioni più importanti messe a segno dagli agenti ci sono quella che nel novembre 2012 a Ragusa ha portato al sequestro di  novanta grammi di “coca” e all’arresto di Sherif Duraj. Nel marzo del 2013, invece, il colpo all’organizzazione viene assestato a Belpasso con il sequestro di novecento kg di cocaina e diverse armi da fuoco e l’arresto di Hysni Hoxha. Nello stesso anno altre tre operazioni (Lentini, Sicli e Ragusa) portano dietro le sbarre tre persone (Michele Guglielmo Magro, Gazmend Bregaj, Edmond Hisenay) e consentono di sequestrare svariati quantitativi di “erba”. Durante le operazioni antidroga effettuate, sono state sequestrate anche armi da guerra che i sodali utilizzavano per proteggere i carichi di droga. La città di Catania era una vera e propria base operativa. Qui arrivavano enormi quantitativi di droga poi suddivisa in dosi. Centinaia di chilogrammi erano destinata alla piazza di Ragusa. In alcuni casi il carico arrivava direttamente nella città iblea. Gli agenti della Squadra Mobile di Ragusa hanno filmato decine di incontri dei vertici dell’organizzazione, i viaggi dei corrieri internazionali ed i singoli scambi di droga nelle piazze di spaccio. In totale sono sessantuno i soggetti che saranno processati per aver fatto parte dell’organizzazione criminale dedita al traffico di sostanze stupefacenti. 28 albanesi, 15 ragusani (Ragusa, Scicli, Modica, Vittoria e Comiso), 10 di Catania e 8 di altre province.

 

      

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *