"Musumeci è al capolinea| Manovra, poi subito al voto" - Live Sicilia

“Musumeci è al capolinea| Manovra, poi subito al voto”

Zafarana: "La maggioranza è a pezzi".

Ars, cinquestelle all'attacco
di
18 Commenti Condividi

PALERMO – “Le dichiarazioni di Musumeci suonano come una dichiarazione di resa e delineano una legislatura già al capolinea, una maggioranza a pezzi, ormai inesistente e un presidente non più in grado di governare la situazione”. Il M5s all’Ars risponde in questo modo alle dichiarazioni rilasciate ieri dal presidente della Regione, che si era detto pronto anche a tornare alle urne. “A questo punto – spiega Zafarana – si apre solo una strada: mettere in sicurezza i conti della Regione con una manovra base che si occupi di alcuni impegni prioritari e indifferibili, risorse ai Comuni e politiche di aiuto ai disabili, poi il parlamento scriva una legge elettorale che dia governabilità a chi vince e si torni al voto entro l’anno. Le riforme sono cosa da governo in salute, non possono avviarsi le riforme senza una solida base programmatica sulla quale costruire e questo governo – conclude la capogruppo M5S – ha già dimostrato di non aver nessuna di queste caratteristiche”.

(ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

18 Commenti Condividi

Commenti

    Certo sentire i grillini che parlano di non governabilità e malgoverno fa senso.Non c’è un Comune in Italia,che sia uno,governato dai grillini che brilla o spicca per funzionalità,competenza,professionalità,coerenza.Non voglio nemmeno immaginare cosa potrebbe succedere in Sicilia se disgraziatamente un Cancelleri diventasse Presidente.Già ha problemi Musumeci, politico competente, serio, autoritario, esperiente, figuriamoci dei dilettanti allo sbaraglio .

    Ah ah ah, scommetto che nessuno dei deputati desideri tornare al voto, compresa l’On. Zafarana.

    ZAFARANA SPERANZOSA….

    I contenuti della Finanziaria ed il rinvio proposto dall’onorevole Lupo danno il segno della ricerca di un accordo in Aula per spalmare le risorse finanziarie nelle voci di Bilancio che assicurano il tirare a campare di tutti – Governo e Assemblea. Questo gioco lo conosciamo bene e nessuno degli inquilini di Sala d’Ercole si schioderà dalla sedia.
    I parlamentari del M5s non stiano a questo gioco che – vista la inconsistenza della coalizione che sostiene Musumeci – porta al nulla. Vedrete che l’apertura del dialogo con le opposizioni e il ricatto delle dimissioni del Presidente si dimostreranno di essere solo un gioco che riporta tutti nel pantano e che fa sprofondare ulteriormente l’Isola.

    Una grande e inutile farsa. Sappiamo già che andrà a finire a tarallucci e vino, con le onorevole e gli onorevoli che non si toglieranno l’Atac dalla sedia, troveranno un accordo ottenendo qualche incarico in più a spese sempre della collettività e tutti vivranno ancora quattro anni felici e contenti, ad eccezioni dei siciliani che continueranno a prenderla là dove il riciclo del cibo trova grande soddisfazione. Povera Sicilia senza pace.

    Si come no, immaginate 70 persone appena elette che chiudono al primo anno la legislatura.
    Ma dove vive la signora Zafarana?

    Gli stellati potrebbero fare come facevano ai tempi di crocetta. Presentavano le mozioni di sfiducia al presidente quando ancora dovevano pagare la trazzera. E se passava la mozione di sfiducia, con quali soldi l’avrebbero pagata?
    Del giuoco delle parti ne parlò Pirandello prima che loro nascessero!

    basta leggere i bilanci dei comuni a 5s per smentire le sciocchezze che scrivi!!!!

    Zafarana, prossimo assessore al reddito di cittadinanza.

    Zafarana intanto aspettiamo di vedere questo reddito di cittadinanza quando arriva…..per il resto si tenga cara la poltrona mentre che ne ha titolo, onde evitare di tornare a fare quello che faceva prima.

    Ma che ne sa questa Zafarana ma che esperienza ha ma chi le dà la parola? Meglio che non si vada a votare se no resterà a casa.

    peccato che non posso fuggire da questa terra altrimenti mi piacerebbe vedere come governano questi, che sono rimasti aggrappati alle poltrone insieme a crocetta, quando nel 2015 Ferrandelli si è dimesso loro rimasero li tutti insieme a fare continuare la disfatta crocetta, la cosa triste non sono loro sono tutti i cittadini che si sentono furbi e gli vanno dietro

    Bravo, troppo sottile per essere capito

    ma ci credi vero, beato te

    Signora Zafferana se comincia adesso con questo ritornello delle dimissioni, si arriverà a fine legislatura ( perché ci si arriverà) con i paesi bassi distrutti.

    COME NO . Votiamo ogni tre mesi….come avete imposto a crocetta….Ridicoli, dilettanti.

    La Zafarana bleffa perché sa che in caso di elezioni anticipate lei non sarà più candidata all’Ars perché dentro il M5S vige la non ricandidatura dopo due mandati consecutivi.
    Se vanno a casa nel caso Musumeci si dimette da Presidente della Regione chi di darà lo stipendio di 15 mila euro al mese?
    I disoccupati Siciliani gridano rabbia contro questi politici arraffoni e imbroglioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.