"Nessun progetto per il commercio"| Chieste le dimissioni della Mazzola - Live Sicilia

“Nessun progetto per il commercio”| Chieste le dimissioni della Mazzola

Le hanno chieste i rappresentanti di Grande Catania a nome di tutta la minoranza, stasera, nel corso del Consiglio comunale.

l'opposizione
di
5 Commenti Condividi

Il consigliere Andrea Barresi

CATANIA – Dimissioni dell’assessore alle Attività produttive, Angela Mazzola. Le hanno chieste i rapprestanti di Grande Catania a nome di tutte le opposizioni, stasera, nel corso del Consiglio comunale, convocato per discutere e approvare la Verifica dei fabbricati da destinare alla residenza e alle attività terziarie e il Programma Triennale delle opere pubbliche 2015-2017 e l’elenco annuale per il 2015, e saltato per mancanza del numero legale. Solo 18 i presenti: 13 di maggioranza e 5 di minoranza. Prima della sospensione, cìè stato il tempo per gli assessori Giuseppe Girlando e Luigi Bosco, rispettivamente al Bilancio e ai Lavori Pubblici di relazionare sulle delibere presentate dalla Giunta e per i consiglieri di votare gli emendamenti, 10 in totale, due dei quali presentati dall’amministrazione.

A tenere banco, invece, la fase delle comunicazioni, e in particolare gli interventi dei consiglieri Tuccio Tringale, di Area Popolare e Andrea Barresi di Grande Catania. Il primo è insorto contro l’esclusione di via Crociferi dalla delibera relativa ai Caffè concerto. Una parte dei locali che affacciano su parte della via patrimonio dell’Unesco è infatti esclusa dalla possibilità di montare all’esterno.

“Perché – ha chiesto Tringale – a tutto il resto della città è consentito e a un solo locale no, nostante il gestore abbia comprato arredi di legno e abbia investito?. Non abbiamo avuto risposta dall’amministrazione del perché a una parte di commercianti è impedito di lavorare. In questa amministrazione manca una politica a favore del commercio“, ha continuato (VIDEO), mentre dai banchi dell’opposizione si alzavano cartelli di protesta (i consiglieri sono stati richiamati all’ordine dalla presidente Francesca Raciti).

Concetti espressi anche da Andrea Barresi, che punta ancora una volta il dito sull’assenza di idee a favore degli esercenti. “Non c’è una politica per i mercati rionali, per rilanciare il centro storico, ancora attendiamo la delibera sui dehors. Non c’è un progetto – ha aggiunto il consigliere – si fanno solo passerelle”.

Durante le comunicioni, inoltre, il consigliere del Pd, Niccolò Notarbartolo, che ieri aveva denunciato la situazione di degrado e disumana di piazza della Repubblica, ha ringraziato l’amministrazione per il tempestivo intervento da parte delle squadre comunali.

 

 

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Non ho un giudizio positivo su questi due anni di Giunta Bianco però credo che contro l’assessore Mazzola si sia scatenato un tiro al bersaglio che nasconde motivazioni politiche.
    Tutto sommato è stato finalmente affrontato l’annoso problema del mercatino delle pulci trovandogli una dignitosa sistemazione al porto.
    C’è il problema dei dehors che a me pare la solita questione formale figlia di regolamenti borbonici. In tutta Europa vedo tendoni e dehors di tutte le forme anche nella piazze centrali medievali, non capisco perché qui si faccia la guerra per centimetri o altre inezie: basta dare linee guida sui colori e le forme e ovviamente far rispettare le superfici dichiarate. Mi sembra incredibile che ci voglia un progetto di un ingegnere e il parere della Soprintendenza per piazzare in piazza un paio di gradevoli ombrelloni bianchi e tavolini in ferro.

    Sulla questione ambulanti mi sembra che i controlli siano frequenti e continui, anche se va detto che anche nella passata Amministrazione, ai tempi dell’assessore Cannizzo, la stampa riportava di controlli e sanzioni ad esempio contro i paninari.
    L’assessore Mazzola ha spiegato in interviste recenti che il Comune ha pubblicato bandi per la regolarizzazione di molti ambulanti ma nessuno si è presentato, evidentemente perché non vogliono aprire partita iva e preferiscono lavorare in nero.
    Il problema vero è questo e a questo i consiglieri dovrebbero dare risposta.

    Pensiero cattivo.
    Molti consiglieri comunali gestiscono o “orbitano” intorno al mondo dei patronati e caf.
    Cosa conviene ai caf?
    1) Mantenere una pletora di disoccupati con lavori in nero ai quali quindi offrire servizi per Isee, assegni di indigenza, pratiche di disoccupazione.
    2)Offrire un servizio di consulenza per spiegare a queste persone che con alcuni regimi fiscali agevolati (regime dei minimi) si può lavorare regolarmente con aliquote fiscali più leggere, ma ovviamente perdendo molti benefici gestiti dagli stessi caf.

    Io ho la mia risposta, e voi, cari lettori? 🙂

    Siamo sicuri che il problema sia solo la desolante attività dell assessore Mazzola? O piuttosto non è il problema l’intera giunta Bianco? Quanto caos hanno fatto sin ora tutti? Assessore alla viabilità un disastro; sugli impianti pubblicitari da codice penale e comunque bocciati dal CGA; bilancio comunale inesistente; politiche per il turismo essenzialmente vane; abusivismo niente di evidente (al viale Rapisardi mercoledì controlli e sequestro e da giovedì tutto come prima); pedane bar prima creano il caos e poi mettono una pezza; regolamento dehor dopo 18 mesi nulla; raccolta rifiuti differenziata al palo; indice qualità della vita in calo (dati ufficiali )..UN FALLIMENTO DI BIANCO! MALE ASSISTITO da GIUNTA E STAFF

    Ho votato Bianco—e mavissunu a cascari i manu!!!

    Avaia Andrea…lo sappiamo tutti che sei Cannizzo…solo lui può ricordarsi che ha fatto l’assessore in questa città. ahahaha

    No!! Io ho ancora i capelli castani!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *