"Non mi fanno vedere mio figlio" | E lui si incatena al Tribunale - Live Sicilia

“Non mi fanno vedere mio figlio” | E lui si incatena al Tribunale

Non vede suo figlio da 14 mesi e con una catena al collo protesta dinanzi al Tribunale di Catania. "Non lo vedo da tutto questo tempo pur avendo l'affido condiviso, per una scelta unilaterale della mia ex moglie", dice.

Protesta a piazza Verga
di
2 Commenti Condividi
Incatenato Poma

Andrea Poma questa mattina davanti al Tribunale etneo

CATANIA. Si e’ incatenato davanti al Tribunale di Catania, e da stamattina fa lo sciopero della fame e della sete. E’ la protesta di un uomo catanese di 37 anni, Andrea Poma: “Da 14 mesi non vedo mio figlio – spiega a LiveSiciliaCatania, con la catena al collo – e sono qua per salvarlo dalla giustizia sorda che non si occupa di questi casi come dovrebbe. Non lo vedo da tutto questo tempo pur avendo l’affido condiviso, per una scelta unilaterale della mia ex moglie”.

Incatenato al Tribunale

Andrea Poma e Peppe Cirino questa mattina davanti al Tribunale

L’uomo racconta che e’ lo stesso piccolo, che ha 11 anni, a non volerlo vedere. “Dopo 14 mesi di assenteismo da parte della Giustizia che non mi aiuta e non mi spiega perche’ non lo vedo – aggiunge- ho deciso di fare lo sciopero della fame e della sete fino a quando qualcuno mi dara’ risposte concrete. Ho cominciato stamattina alle 8 e lo faro’ fino alla fine della mia vita”. L’uomo e’ disoccupato: “quello che mi stupisce e’ che se io per un paio di mesi non mando i mantenimenti, lamia ex moglie per giunta mi fa fare pignoramenti a raffica”. A condividere la protesta con Andrea Poma e’ un altro papà, Peppe Cirino.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *