Obama davanti al Colosseo | "Eccezionale, incredibile" - Live Sicilia

Obama davanti al Colosseo | “Eccezionale, incredibile”

"E' più grande di alcuni degli attuali stadi di baseball".

la visita del presidente usa
di
1 Commenti Condividi

ROMA – “Eccezionale, incredibile… è più grande di alcuni degli attuali stadi di baseball!”. E’ l’espressione di ammirazione del presidente Usa Barack Obama in visita al Colosseo. Obama era solo ed è stato guidato dalla direttrice tecnica del monumento, l’architetto Barbara Nazzaro. La visita è durata una ventina di minuti. Prima di rientrare a Villa Taverna (residenza dell’ambasciatore americano), il presidente ha fatto sosta anche al bookshop.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    L’imperialista Bombarolo Obama che sta mettendo a ferro e a fuoco i Popoli liberi, è sempre più indecente!
    Povera Ucraina, posta tra i Popoli assoggettati dagli USA, dalla NATO dalla UE e da Israele con il golpe della CIA e della soldataglia mercenaria nazifascista che ha rovesciato il legittimo governo eletto dal Popolo!

    Marco Rizzo, segretario del Partito Comunista, lo dice in inglese: “Obama go home”. Questo è anti-americanismo, non quello di una destra che, ricorda Rizzo nell’intervista a IntelligoNews, “prese i soldi dall’ambasciata statunitense con Almirante”.
    E sulla simpatia dell’opinione pubblica per Putin non ha dubbi: “I due pesi e due misure per Kosovo e Crimea sono troppo evidenti”.

    A poche ore dall’arrivo di Obama a Roma, parte dell’opinione pubblica italiana sembra essere più vicina a Putin che al Presidente statunitense circa la crisi Ucraina: come se lo spiega?

    Non è pensabile che il pensiero unico del capitalismo globale occidentale quando si tratta del Kosovo decide di approvarne il referendum di autodeterminazione, e quando a farlo con una maggiore convinzione dei numeri, della partecipazione e del protagonismo è la Crimea si comporta in modo completamente diverso.
    Sono due pesi e due misure che non vanno bene, e ve lo dice uno che non crede che Putin sia l’Unione Sovietica…

    Un comportamento opposto che, dunque, va al di là di ogni ideologia…

    Esatto, e questa è una contraddizione abbastanza evidente e credo che sia questo il punto che muove anche l’opinione pubblica italiana

    go homeAi muri di Roma nella notte l’estrema destra ha affisso dei manifesti contro Obama e pro Putin: come commenta?

    Ho ancora sotto gli occhi la trasmissione ‘La storia siamo noi’ di Minoli nella quale l’ex fascista Caradonna racconta di come Almirante, anti-americano di facciata, ricevette i soldi dall’ambasciata americana negli anni ’70.
    Quindi l’anti-americanismo di destra è più di facciata che di sostanza, a differenza del nostro che è ben comprensibile dal manifesto (vedi foto) di benvenuto ad Obama…

    Hanno fatto clamore le parole di Berlusconi che, nel vantarsi di aver portato la Russia nel G8, rimprovera chi oggi troppo frettolosamente la ha messa fuori…

    Berlusconi è un potere forte ed è stato privato del suo ruolo da altri poteri forti. Siamo davanti a una gigantesca battaglia tra loro: certamente Berlusconi non è caduto per le sue donnine, ma per le strategie delle lobby di potere…

    Che idea si è fatto della polemica relativa alla legge sul voto di scambio, con oltre mille emendamenti presentati da Forza Italia?

    La politica quando contava di più non è riuscita a risolvere questo problema, adesso che non conta niente non possiamo aspettarci proprio nulla…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.