Pm aggredito in aula| In cella il padre dell'imputato - Live Sicilia

Pm aggredito in aula| In cella il padre dell’imputato

Antonino Zito, ucciso nel quartiere Bonagia a Palermo

Il caos dopo la sentenza al processo per l'omicidio di Antonino Zito.

2 Commenti Condividi

PALERMO – Convalido il fermo di Mario Pirrotta, accusato di avere colpito con un pugno al volto il pubblico ministero Maurizio Bonaccorso. Lo ha deciso di il giudice per le indagini preliminari. L’uomo è indagato per resistenza, minacce e lesione aggravate. Si era anche ipotizzato, ma il gip è stato di avviso diverso, il reato di “violenza a corpo giudiziario”. L’aggressione, però, è avvenuta fuori dall’aula, quando la Corte d’assise aveva già emesso la sentenza.

I parenti degli imputati Pietro Mazzara e Maurizio Pirrotta, ritenuti colpevoli dell’omicidio di Antonino Zito e condannati rispettivamente a 27 e 30 anni di carcere, si sono scagliati contro il pubblico ministero Maurizio Bonaccorso. Giudici e avvocati sono stati costretti a barricarsi in aula, assieme ai familiari della vittima, parti civili al processo. I carabinieri hanno faticato a ristabilire la calma.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Forse si deve rivedere il diritto di assistere alla lettura delle sentenze d parte del pubblico, ovviamente senza eliminarlo del tutto, visto che le sentenze sono pronunciate in nome del popolo e davanti al popolo.

    Giusto che vada in galera … Però ci sono magistrati che ultimamente sono stati accusati di fatti molto mooooolto più gravi e sono liberi con scorta e 60% di stipendio…. Beh.. Lascio a voi il commento!

Leave a Reply

Your email address will not be published.