Operazione Husky |Un giro nella Catania del 1943 - Live Sicilia

Operazione Husky |Un giro nella Catania del 1943

Una giornata alla riscoperta della città. Licandro annuncia che in via Dusmet sarà allestito il mercatino di Natale. FOTO

IL TOUR
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – In visita nei luoghi del capoluogo etneo che subirono i bombardamenti, tra vie e piazze che mostrano i segni della grande guerra. Non solo una passeggiata “urbana” attraverso la storia dei bombardamenti, ma un momento dedicato alla mobilità e all’ecosostenibilità. Va letto così il giro organizzato stamattina dalle Guide Turistiche di Catania e sponsorizzazione della ferrovia Circumetnea e la partecipazione dell’associazione Mobilità Sostenibile Catania, di Legambiente e del Pop Up Market. “Oggi è una giornata particolare – dice Viola Sorbello presidente del circolo etneo di Legambiente – questo giro turistico si inserisce tra la settimana europea per la riduzione dei rifiuti e quella della festa dell’albero di martedì prossimo, una campagna a favore del verde e dell’ecosostenibilità in città”. “Grazie all’intervento della Ferrovia Circumetnea il costo del biglietto, che include il tratto in Metropolitana per raggiungere il museo dello Sbarco, sarà utilizzato per acquistare e piantare alberi in città”, ha spiegato Sorbello.  Il tour è partito dal Palazzo della Cultura in direzione Civita fino a Palazzo Biscari e piazza Duomo per proseguire sui luoghi dei bombardamenti, raggiungendo il museo dello Sbarco e concludere al Pop Up Market in piazza Giovanni XXIII. Dito puntato anche sui parcheggi selvaggi, le auto davanti all’ingresso del museo Belliniano ne sono una testimonianza evidente, i bagni ecologici all’interno del Teatro Greco difronte all’oratorio San Filippo Neri, le bandiere italiane strappate e lasciate sventolare all’ingresso delle aree museali in piazza San Francesco.

“Una passeggiata ecosostenibile, con uno sguardo particolare all’ambiente e gli alberi che riusciremo a piantare in città, dopo questa iniziativa, hanno già una collocazione – continua Viola Sorbello – sarà la via Plebiscito”. “Una strada che ha più di cento aiuole spoglie e cementificate, con un progetto portato avanti da un consigliere della prima circoscrizione, Davide Ruffino.”, ha aggiunto. Questo progetto si rifà ad una legge entrata in vigore il 16 febbraio 2013 (legge numero 10) che obbliga tutti i comuni al di sopra dei 15.000 abitanti nella messa in dimora di un albero ogni nascituro o bimbo adottato nel comune stesso. “La Metropolitana è un punto centrale nel giro turistico di oggi – ha detto Annamaria Pace presidente dell’associazione Mobilità Sostenibile – serve a sensibilizzare tutti nell’utilizzo di mezzi alternativi all’auto. Aree pedonali, biciclette e mezzi pubblici questo il messaggio da lanciare.” Durante il passaggio dei turisti in via Dusmet è arrivato l’annuncio, a sorpresa, dell’assessore alla Bellezza Condivisa del comune di Catania Orazio Licandro, dal giorno 8 dicembre il tratto pedonale della strada che porta al mercato sarà il teatro di un mercatino permanente di Natale.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.