Ortigia, esplosione in un bar: arrestato un 32enne - Live Sicilia

Ortigia, espolosione in un bar: arrestato un 32enne

La vicenda risale al 6 gennaio dello scorso anno
NEL SIRACUSANO
di
0 Commenti Condividi

La polizia di Siracusa ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari emesso nei confronti di un 32enne ritenuto responsabile del danneggiamento, mediante esplosione di un ordigno rudimentale, nella notte del 6 gennaio 2021, ai danni del noto “bar Viola”, nel cuore di Ortigia. L’uomo avrebbe collocato, in prossimità del “Bar Viola”, un congegno esplosivo connotato da spiccate potenzialità offensive, tanto da causare la distruzione di parte dell’immobile. L’esplosione fu così violenta tanto che il personale di polizia scientifica intervenuto, non riuscì a repertare alcun frammento di materiale riconducibile all’ordigno, poiché, completamente distrutto dall’esplosione. Fu solo con l’intervento del Nucleo Artificieri della Questura di Catania che si scoprì la potenzialità lesiva del manufatto, definito: “ordigno avente una spiccata potenzialità offensiva ed il requisito della micidialità”.

Il movente

Assai singolare è il “movente” della vicenda, ricostruito dagli inquirenti. Infatti, più che un atto intimidatorio riconducibile a fattori criminali di tipo estorsivo, l’esplosione del “bar Viola” altro non è stata se non una ritorsione scaturita da futili motivi: un banale alterco verbale all’interno del locale, “vendicato” con il collocamento di un ordigno. Il 32enne, ai domiciliari per altra causa, è stato trovato in possesso di stupefacente di vario tipo ed è stato arrestato.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *