Oscenità sulle donne| Bufera su Tramp - Live Sicilia

Oscenità sulle donne| Bufera su Tramp

Donald Trump

Il Washington Post ha pubblicato un video

CASA BIANCA
di
2 Commenti Condividi

Bufera su Trump dopo che il Washington Post ha pubblicato un video in cui il candidato alla Casa Bianca usa parole volgari nei confronti delle donne. ‘Quando sei una star le donne te lo lasciano fare…’, dice parlando di palpeggiamenti e rapporti sessuali senza sapere che il microfono del giornalista è acceso.  

I vertici del partito repubblicano si dissociano e condannano le oscenità pronunciate dal miliardario, il quale cerca di recuperare scusandosi: ‘Ho sbagliato’. Ma la Cnn riferisce voci dal suo stesso staff: ‘il video rischia di essere pietra tombale sulla campagna elettorale’. Lo scivolone porta dritto all’ipotesi di un ritiro dalla corsa per le presidenziali: ‘E’ ora che Donald Trump lasci e che Mike Pence prenda il suo posto, afferma l’ex governatore repubblicano John Huntsman. Una posizione che secondo alcuni media Usa sarebbe condivisa da molti nel partito.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    questo soggetto e’un pazzo pericoloso,come fanno gli americani ad ascoltarlo,noi ne abbiamo uno più giovane ma più moderato che di danni ne sta facendo parecchi pensa quello che farebbe

    Del più efferato assassino dopo quattro ore di carcere i cappellani cominciano a parlare di sincero pentimento ed i giudici di sorveglianza dopo cinque sei anni cominciano a pensare di dare i permessi premi e studiano intanto come metterlo definitivamente in libertà, in Italia. In America, la puritana America, ha perdonato William Jefferson “Bill” Clinton: che dentro la Casa Bianca, la casa degli americani quindi, si concedeva, senza pensiero alcuno, anche qualche “relazione fisica impropria”, oltre, forse, a tante altre relazioni fisiche proprie rimaste nel chiuso di quel bianco scrigno. Del più bello, e indimenticabile, dei presidenti americani, John Kennedy, è stato versato su questo versante un oceano d’inchiostro. Ma un mito era prima ancora di essere eletto, un mito è rimasto nel corso della sua presidenza, e un mito continua a esserlo tuttora e lo sarà in avvenire. Per tutto l’occidente. Donald Trump, invece, viene bollato come un mostro anche dopo undici anni da quelle sue spacconate. I Clinton, con molta probabilità, hanno trovato un ottimo grimaldello per scalzarlo dalla corsa alla Presidenza, ma i primi ad essere turlupinati sono gli americani. Ai quali è stata servita una polpetta avvelenata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.