Palermo annega in un mare di 'munnizza' e c'è chi porta la canoa FOTO

Palermo annega in un mare di ‘munnizza’ e c’è chi porta la canoa FOTO

Continuano le segnalazioni in tema di rifiuti

PALERMO- Gli avvistamenti della munnizza si susseguono in una città sommersa dai rifiuti. La Rap, nonostante l’impegno, non ce la fa. Abbiamo constatato di persona le difficoltà sul campo. Le segnalazioni fioccano, per esempio, sulla pagina Facebook dell’associazione ‘Comitati Civici’.

Leggiamo una delle ultime, con relativa foto: “Questa mattina, via Guadagna … tutta la strada così. Mentre un miracolo ha svuotato tutti i contenitori di via Oreto nuova e via Ernesto Basile… ovviamente si fanno solo strade principali e stop … il resto in malora!”. Si tratta soltanto di una delle tante sottolineature dei social e dello sfogo.

Zen, cassonetti in fiamme

L’emergenza quotidiana porta a reazioni incontrollabili. Allo Zen qualcuno ha dato alle fiamme i cumuli di spazzatura. Sono stati cinque gli interventi dei vigili del fuoco nelle vie Fausto Coppi, Rocky Marciano, Tindari. Una criticità che non accenna a risolversi.

C’è chi conferisce la canoa

I problemi nascono – come più volte abbiamo scritto – dalle difficoltà della Rap, l’azienda partecipata che si occupa della raccolta. Tanti sono i mezzi che si guastano ogni giorno e che rendono il servizio inefficace. Ma un peso non indifferente è dato dall’inciviltà. Si butta di tutto, impropriamente, a ogni orario. Come dimostra la canoa lasciata, in bella mostra, accanto a un cassonetto.


Partecipa al dibattito: commenta questo articolo

Segui LiveSicilia sui social


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI