Palermo, caos per il ponte Corleone la Giunta: "Siamo dispiaciuti" - Live Sicilia

Palermo, caos per il ponte Corleone la Giunta: “Siamo dispiaciuti”

“Siamo consapevoli dei disagi, ma questo non è frutto di scelte assunte dall'Amministrazione“
IL CAOS
di
11 Commenti Condividi

PALERMO – La giornata di ieri per gli automobilisti Palermo è stata una giornata di caos e follia a causa del restringimento delle carreggiate sul ponte Corleone, con la stabilità della struttura che giorno dopo giorno viene messa in pericolo.

Le opposizioni vanno all’attacco.

“Il restringimento delle carreggiate del Ponte Corleone ha trasformato quello di ieri in un ‘giorno di ordinaria follia’ per migliaia di palermitani: ore e ore imbottigliati in un traffico letteralmente impazzito, senza percorsi alternativi, senza una pattuglia dei vigilia dare indicazioni, senza uno straccio di preavviso. Il tutto alle porte del Natale, mandando all’aria anche lo shopping delle feste in mezza città, con code chilometriche in via Oreto, via Messina Marine, via Ernesto Basile, via Ugo La Malfa e ovviamente tutta la circonvallazione. Un disastro di cui il sindaco deve rispondere alla città, ai commercianti, alle famiglie, agli automobilisti, a chi ha perso appuntamenti di lavoro, a chi ha sprecato intere ore a causa dell’improvvisazione di un’Amministrazione comunale affidata a incompetenti improvvisati. Chiediamo l’intervento immediato del Prefetto per evitare che le feste dei palermitani diventino un incubo”. Lo dice il capogruppo di Italia Viva al consiglio comunale di Palermo, Dario Chinnici.

“Come era accaduto a giugno scorso, il giorno in cui si girò il video della Red Bull, anche ieri Google Maps ha colorato di marrone, che indica la paralisi totale, la situazione del traffico a Palermo – dichiara il capogruppo della Lega a Palermo Igor Gelarda – Traffico bloccato per ore in viale Regione Siciliana, a seguito del restringimento ad una sola corsia in entrambi i sensi del Ponte Corleone. Questo purtroppo sarà lo scenario che si presenterà ai palermitani nei prossimi mesi, forse anni. Nessuno creda che ieri era un giorno eccezionale in quanto antivigilia di Natale, perché così sarà anche alla ripresa delle scuole e in tante altre occasioni. Diventa, da oggi, praticamente sconsigliato percorrere viale Regione Siciliana, diventa cioè definitivamente invivibile questa città. Questo è il frutto di anni di disattenzione e incapacità nei confronti del ponte Corleone, importantissima infrastruttura per la nostra viabilità. In attesa che comincino i lavori sul ponte, per i quali abbiamo chiesto anche l’intervento del viceministro delle infrastrutture Alessandro Morelli, chiediamo che oltre alla polizia municipale, ormai ridotta a pochissime unità e che non può sobbarcarsi da sola la gestione di questa crisi, intervenga anche la Protezione Civile per agevolare il traffico e dare aiuto agli automobilisti bloccati. Mentre non possiamo che augurarci che lo spirito del Natale illumini Giusto Catania e gli faccia immediatamente sospendere la ZTL non solo per Natale e Santo Stefano, ma anche per tutti gli altri santi giorni che i palermitani resteranno bloccati nel traffico”.

La Giunta comunale si dice dispiaciuta per i danni arrecati ai cittadini: “Siamo assolutamente consapevoli dei disagi che stanno vivendo gli automobilisti palermitani a causa delle restrizioni imposte sul ponte Corleone. È necessario – si legge in una nota -, tuttavia, sottolineare che queste misure non sono il risultato di scelte politiche assunte dall’amministrazione comunale ma attengono ai pareri tecnici frutto delle indagini condotte dalla Icaro Progetti che impongono di restringere, in accordo con il commissario Matteo Castiglioni, le carreggiate per motivi di sicurezza e di incolumità pubblica“. 

“Ribadendo il nostro dispiacere a tutti i cittadini – concludono i componenti della Giunta -, è importante evidenziare che gli uffici comunali hanno emesso le ordinanze vigenti esclusivamente a tutela della sicurezza dei cittadini. Infine esprimiamo un sentito ringraziamento alla Polizia Municipale che sta facendo il possibile per ridurre i disagi“. 

LEGGI ANCHE: Palermo, inferno di traffico e città bloccata: le strade-incubo

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

11 Commenti Condividi

Commenti

    Incredibile.
    La colpa è sempre di qualcun altro:
    dei dirigenti incapaci, della mafia , dell’opposizione ……

    Per le festività natalizie e di fine anno solitamente escono i cosiddetti ” cine panettone ” film leggeri divertenti con i soliti attori e le solite scene da commedia all’italiana. Quest’anno si aggiunge un nuovo film ” Natale sul Ponte Corleone” per la regia di Leoluca Orlando. Un film girato in diretta che vede attori protagonisti tutti quei cittadini automobilisti che rimarranno per ore bloccati dentro i loro mezzi sul ponte. Una città persa una città in ginocchio una città precipitata ultima in ogni confronto . Una città non più vivibile non più fruibile una città che è solo l’ombra di se stessa. Questo è il catastrofico risultato della gestione Orlando Catania di quella coppia che ha prodotto solo macerie perché hanno amministrato per onorare il loro fanatismo pseudo ambientalista di sinistra e non per il bene della città e dei cittadini. Il falso in bilancio e il possibile dissesto finanziario sono gli ultimi ” regali” che lasceranno alla città. 10 anni di disastri ma il super sindaco delle mille bare che scoppiano non riconosce alcuna responsabilità e nemmeno il suo fido Catania accettai i disastrosi provvedimenti che hanno ingessato la città. Anzi per i loro sinistri fan continuano ad essere degli eroi. Faranno danni fino all’ultimo giorno. Ma sapremo rialzarci.

    Caro Nino, quoto pure le virgole, null’altro da aggiungere ( ed è meglio! ). Buon Natale…….sul ponte!

    Pippo ma che c….o scrivi, che vino hai bevuto. “Quoto pure le virgole” BOOOOOOOOOOOO

    siete dispiaciuti?e no siete solo incompetenti e dovreste dimettervi prima del nuovo anno

    Chi si è sempre opposto alla vera tangenziale, chi non ha provveduto a realizzare assi alternativi come la Notarbartolo-i dipendenza, chi tiene ostinatamente in vita la Ztl, chi ha dato priorità alla linea per via libertà piuttosto che a quella per bonagia, che prevedeva un ponte intermodale sul fiume Oreto, chi non ha ancora aperto lo svincolo forum?

    “……Infine esprimiamo un sentito ringraziamento alla Polizia Municipale che sta facendo il possibile per ridurre i disagi “. Ma dove erano? Ma di cosa parlano? Siamo nelle mani di un insieme di improvvisati della domenica, professionalmente da serie D retrocessione! Non è assolutamente possibile quello che sta succedendo in questa città! Siamo stanchiiiiiiiiii!

    Gli struzzi nascondono la testa nella sabbia, voi giunta comunale non sapete fare neanche quello. Da voltastomaco

    Ma quali vigili c’erano?
    Ma dove erano i vigili?
    Quanti, uno, due, tre ? ma dove?
    quando viene qualche “pezzo grosso”, a cui non piace “aspettare” si vedono vigili in ogni angolo di strada.
    Dove erano e saranno tutti quei vigili per le feste natalizie e del capodanno?
    A casa in ferie ? oppure….?
    Non ci sono scuse per qusta amministrazione che neanche ora, che abbiamo più bisogno, non trova la dignità di togliere tutti i vigili dagli uffici e metterli in strada.
    Palermo, la capitale del traffico alla Thaillandese, senza regole e senza nessuno che prenda in mano la situazione.
    Poi, noi, ci mettiamo del nostro, gente che telefona al volante, che si trucca, che cammina piano per vedere le vetrine dall’auto, ecc.
    Possiamo sperare, a questo punto, che il buon dio, faccia il massimo per “commissariare”, anche se per poco, questa città invivibile sotto tutti i punti di vista, grazie a questa amministrazione guidata da gente che pensa solo alle passerelle (tipo viale Francia, chiusa un mese perchè la passerella era “vuota”)

    Ma si poteva e si può chiamare il Genio Militare visto l’importanza viaria e far montare dei ponti in qualche passo vicino .

    Persone di altro calibro spegnerebbero le macchine per strada abbandonandole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *