Palermo, il blitz di La Russa e la controffensiva di FdI - Live Sicilia

Palermo, il blitz di La Russa e la controffensiva di FdI

Il diktat dei meloniani che insistono sul bis di Musumeci.
CENTRODESTRA
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Fratelli d’Italia lancia la controffensiva agli alleati riottosi. Il blitz palermitano del colonnello Ignazio La Russa è destinato a fare discutere. Una prova di forza muscolare in piena regola. Il senatore coglie la palla al balzo mettendo con le spalle al muro il rivale Gianfranco Miccichè e tornando a tambur battente sulla ricandidatura di Nello Musumeci. 

Lagalla- La Russa- Musumeci

Protagonista più o meno consapevole è il candidato sindaco Roberto Lagalla che, in un momento di tensione simile, probabilmente avrebbe di gran lunga preferito stare dietro le quinte per non turbare ulteriormente gli alleati. Alla fine i meloniani tentano il colpo di mano anche se fonti interne assicurano che la visita di La Russa era già programmata da tempo.  

Il bis di Musumeci

E qualcuno si lascia andare off record a una dichiarazione tranchant. “Noi non dobbiamo dimostrare nulla: abbiamo sempre avuto le idee chiare su Musumeci e abbiamo unito noi il centrodestra facendo per primi un passo di lato”. Il trittico Musumeci-La Russa-Lagalla sembra lanciare un segnale chiaro: FdI marca il territorio e ribadisce la linea per le regionali (partita che però è tutt’altro che chiusa).  “Insieme con Roberto Lagalla ci siamo trovati compatti nel sostenere l’unità del centrodestra con lui candidato sindaco al Comune di Palermo e con Nello Musumeci alla Regione. Poi gli altri se vogliono fare un danno al centrodestra non si esprimono, se vogliono rafforzare il centrodestra sanno quello che devono fare”, scrive con la delicatezza tipica del caterpillar La Russa su Facebook con tanto di foto.

In attesa del responso delle urne

Una dichiarazione priva di qual si voglia forma di doroteismo, non esattamente un invito a nozze per i partiti della coalizione (spaccati però al loro interno grazie anche al divide et impera operato da Musumeci). Ma, al netto delle polemiche sui giornali, sarà il pallottoliere a decidere le sorti del centrodestra.  E l’ambizione, nemmeno tanto nascosta, del tandem FdI-Db è occupare il primo posto del podio facendo valere al tavolo delle trattive il peso della lista. Insomma, la vera sfida saranno le urne. Tutto il resto è noia.  


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.