Palermo, in dialisi per un errore: l'Asp dovrà risarcire 145mila euro - Live Sicilia

Palermo, in dialisi per un errore: l’Asp dovrà risarcire 145mila euro

Il caso di una paziente operata nel 2020 all'ospedale Ingrassia
IL CASO
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Costretta a sottoporsi a dialisi per un errore dei chirurghi durante un intervento nel 2002 all’ospedale Ingrassia di Palermo. L’Asp di Palermo condannata a risarcire con 145mila auro una signora con una insufficienza renale cronica. La notizia è riportata in una nota del legale della vittima del caso di malasanità, l’avvocato Raimondo Cammalleri che denuncia il fatto che la paziente non è stata ancora indennizzata dall’Azienda sanitaria del capoluogo nonostante la sentenza sia definitiva.

“Nel lontano settembre del 2002 – scrive il legale – la mia assistita veniva operata di laparoisterectomia radicale presso l’Ospedale Ingrassia cui seguiva, a causa di un errore dei medici operatori, una idroureteronefrosi sinistra di terzo grado con conseguente insufficienza renale cronica. Per i gravissimi danni subiti la signora, costretta ormai da anni a fare dialisi 3 volte la settimana, era costretta ad intentare causa all’Asp di Palermo. Dopo le lungaggini del processo, e soprattutto dopo aver ottenuto finalmente una sentenza definitiva di condanna, l’Asp non ha ancora provveduto al pagamento di quanto riconosciuto in sede giudiziale in favore della signora. La paziente, rivoltasi all’Associazione “Diritto Salute”, da anni in prima linea nella tutela delle vittime di malasanità, è stata addirittura costretta ad agire esecutivamente per il recupero forzoso delle somme a lei spettanti attraverso il pignoramento del conto corrente dell’Azienda Sanitaria, con conseguente (ulteriore) allungamento dei tempi e di inutile aggravio della spesa pubblica. Il tutto, ancora una volta, a causa dell’inerzia della Pubblica Amministrazione, rimasta sorda ad ogni richiesta, persino dopo la notifica della sentenza di condanna”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *