Pomeriggio di paura in centro| Accoltellato straniero in via Libertà - Live Sicilia

Pomeriggio di paura in centro| Accoltellato straniero in via Libertà

L'aggressore sarebbe un palermitano, condotto dalla polizia in questura. La violenza avrebbe avuto origine dal furto di uno scooter.

Palermo
di
33 Commenti Condividi

PALERMO – Una discussione, poi la lite ed una coltellata. La paura ha preso vita oggi pomeriggio in pieno centro città: in via Libertà un uomo di origini africane di 42 anni è stato accoltellato al volto e soccorso dai sanitari del 118.

L’aggressore sarebbe un palermitano di circa 35 anni andato su tutte le furie dopo essersi accorto del furto del proprio scooter: si sarebbe rivolto all’immigrato che – in base a quanto ha raccontato alla polizia – si trovava in zona perché posteggiatore abusivo e dalle parole alla violenza il passo è stato breve. Il palermitano avrebbe infatti inseguito per diversi metri la vittima, fino a raggiungerla nei pressi di un negozio che si trova quasi all’angolo con piazza Castelnuovo. Lì è stata sferrata la coltellata.

A lanciare l’allarme alcuni passanti che hanno sentito le urla e visto poi l’extracomunitario ferito a terra: è stato trasportato all’ospedale di Villa Sofia dove le sue condizioni non vengono considerate gravi. Sul posto anche le volanti della polizia. Gli agenti hanno avviato le indagini per ricostruire le fasi dell’aggressione, mentre il presunto responsabile è stato condotto in questura.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

33 Commenti Condividi

Commenti

    Siamo nel Far West. Una settimana fa un ragazzo di 17 anni in discoteca ha pensato bene di dare un calcio in testa ad un ragazzo di 25 che si trovavaper terra in seguito ad un diverbio inutile sfociato in lite, uccidendolo.
    Oggi un uomo di 35 anni dà una coltellata (dunque la gente ormai gira con i coltelli in tasca) ad un presunto posteggiatore abusivo extracomunitario, perché gli è stato rubato il motorino non si sa da chi. Non lo uccide sol perché non lo colpisce nei punti giusti per farlo fuori, ma non vedo molte differenze con quanto accaduto poco più di una settimana fa.
    Attendiamo il prossimo morto per la prossima fiaccolata o riusciamo a fare qualcosa di più concreto per arginare questa spirale di infinita ed ingiustificata violenza?
    Esempio? Arrestare il presunto responsabile. Perché se giri armato, vuol dire che già pensi di dover fare del male a qualcuno. Se poi quell’arma la usi anche volutamente contro il prossimo, allora sei da arrestare, perché per me l’accusa è tentato omicidio.
    Pene esemplari se si vuole arginare questo clima da giungla.
    Ma mi rendo conto che siamo pur sempre in Italia….

    Tentato omicidio, aggressione e porto abusivo di coltello 20 tutti da scontare. Così questo schifo finisce.

    Non capisco perché le forze di polizia non intervengono per debellare il problema dei posteggiatori abusivi.

    via questi extracomunitari da Palermo

    La cosa paradossale è che essere insani di mente è un privilegio che ti consente di andare in giro armato magari ad ammazzare la gente senza grosse conseguenze

    Si potrebbe dire lo stesso di certi palermitani……

    Ma chi ha subito il furto e poi ha usato il coltello pensava ingenuamente che i parcheggiatori abusivi controllano i mezzi? o che la loro presenza è una garanzia contro i ladri? Come ha detto di recente un commentatore che si firma Skrillex e che interviene assiduamente sui blog quando si parla dei problemi in città, i parcheggiatori così come gli ambulanti, i lavavetri, i Rom ecc. fanno parte del “folklore cittadino” e pertanto sono, come dire, tutelati. Quasi quasi sto cominciando a crederci anch’io….

    Ennesima dimostrazione che i posteggiatori non servono a nulla… BASTA DARE SOLDI A QUESTI DELINQUENTI.

    Tutto quello che sta succedendo in Italia è frutto di due aspetti: mancanza di un’adeguata educazione civica, una mancata preparazione egli insegnanti nel trasmettere i valori, un mancato insegnamento di educazione da parte dei genitori. Tutto ciò dipende soprattutto da una mancata azione pedagogica. E’ da circa un decennio e anche più che la materia “pedagogia” viene tenuta sotto banco, e si è dato ampio spazio invece all’aspetto psicologico. Non mi voglio scagliare contro l’uno o l’altro, ma i due campi devono coesistere ed ognuno nei loro giusti spazi, senza che i secondi avanzino pretese sui primi.
    L’altro aspetto è quello che oggi e più di ieri non esiste più nessuna sicurezza, sociale, questo è il frutto dei tagli alle forze dell’ordine e soprattutto dell’allentamento della sicurezza dei cittadini, oltre al fatto ormai accertato che non vi è più certezza di una vera giustizia (vedi chi viene fermato in fraganza, non viene neanche più arrestato, etc..)

    SARA’ SBAGLIATO, MA A PALERMO SPECIALMENTE IN CENTRO E’CONSIGLIABILE CAMMINARE ARMATI,TROPPO FANGO IN GIRO DI TUTTI I COLORI.

    e ancora unna vistu nenti!

    viviamo in una città dove c’è gente che va in giro armata di coltello.
    e dove c’è GENTE CHE SOLIDARIZZA con quello armato di coltello!!!

    E’ il prodotto dell’illegalità e dell’assenza totale di controlli. Il palermitano sentendosi leso un diritto dopo aver pagato il servizio, non potendo rivalersi contro il posteggiatore attraverso le normali procedure legali, ha agito nell’illegale per un presunto torto subito. Palermo è esempio sociologico di come funzionano i rapporti umani in assenza di autorità statale: lo stato di natura. Furto, posteggiatore abusivo ed accoltellamento. L’ultimo reato è il prodotto degli altri due. A trovare una serie di tre cose legali di fila a Palermo ci vuole fortuna.

    Diciamo che non condivido il gesto ma purtroppo lo comprendo. Dovremmo abituarci all’idea che queste situazioni diverranno sempre più comuni.
    La gente è stanca di subìre soverchierie e di non essere in alcun modo protetti e tutelati dalla Giustizia. Saremo sempre più convinti che la giustizia fai da te è l’unico rimedio possibile a questi sorprusi.

    e fai bene ,hanno di recente fermato alla frontiera slovena una macchina con dei rom,che aveva con se scatole con …100000€ in monetine…

    e’ triste ma e’ cosi’.

    Ma di che parliamo???accoltellato in pieno centro sotto gli occhi di tutti? tentato omicidio,punto e basta..

    ancora non abbiamo visto Niente….. il peggio deve arrivare in italia.

    Ha ragione, le forze dell’ordine dovrebbero intervenire ma anche noi cittadini però dovremmo chiamarle ogni volta che un parcheggiatore ci si avvicina mentre posteggiamo. Ciò non toglie che a questa bravissima persona avevano rubato un motorino, tale avvenimento giustifica una coltellata a chi presumibilmente, anche se posteggiatore abusivo, non centra nulla?

    lo stato ed il governo hanno sbagliato tutto.. tutelandoli ad ogni costo stanno fomentando la gente contro gli stranieri.. e con l.isis incarnano il pericolo di terrorismo… quindi la gente ormai va per istinto
    che mondo triste

    E comunque carina la Delta sbrilluccicosa della Polizia…’un m’accattassi mai, però…

    p.s. ma che c’entra ‘sta foto?

    @ioparloxme
    Io non solidarizzerò mai con un posteggiatore abusivo ( se è vero che la vittima era un posteggiatore), ovviamente non meritava di essere ferito, chi ha sbagliato forse è un criminale, forse solo una persona esasperata che teneva il coltello per difesa personale, ad ogni modo è giusto che paghi per quello che ha fatto, nessuno dice di dargli una medaglia, o fare finta di niente.
    Però, e c’è un però, fino a quando non si farà qualcosa di concreto per questo brutto fenomeno (il pizzo del posteggio), ci sarà sempre il rischi di rissa, o addirittura che ci scappi il morto, perchè questa gente spadroneggia, non ha niente da perdere, e a quanto pare non rischia nulla (perchè al massimo viene multato, multa che non pagherà), chiedono, e spesso pretendono dei soldi, soldi sudati, se non paghi, rischi che ti sfascino la macchina, se paghi, ti fregano ugualmente la macchina, tanto il posteggiatore non è responsabile, insomma oltre al danno, la beffa.

    Un gesto criminale che non ha nessuna giustificazione!
    tra l’altro il ghanese non era nemmeno l’autore del furto.
    quindi sarebbe gia’ stato assurdo che il tizio avesse accoltellato il sospetto del furto, ma in questo caso ha accoltellato uno che non c’entrava niente con il furto!
    massima severita’ contro l’accoltellatore!

    solidarieta’ al ghanese vittima di un assurdo accoltellamento!
    la palermo perbene e civile sta con il ghanese, non con l’aggressore!

    chi giustifica l’accoltellamento commette apologia di reato!

    fouri gli stranieri inregolari da palermo e dall’italia. FUORI!!!!!!! questa e’ la legge. e dovrebbe essere rispettata. se non lavori e fai il parcheggiatore abusivo (che e’ reato ) devi essere rimpatriato!!! PUNTO E BASTA!!!! FUORI!!!!!!!!!!

    Pare, dico pare, che il ghanese accoltellato non centrasse alcunchè con il furto del ciclomotore.
    pare, dico pare, che andare in giro con un coltello (seppur “…per difesa personale…”) sia vietato in Italia, ancora adesso;
    pare, dico pare, che per un fatto del genere l’accusa sia di tentato omicidio.
    Ma poi, mi sorge una domanda:
    ma se il tizio può andare in giro con il coltello per difendersi – a quanto pare legittimamente – dai parcheggiatori abusivi che lo angustiano, perchè io non posso andare in giro con la PISTOLA per tutelarmi dai malacarne che popolano questa disgraziata città?

    Forse allora non hai letto, ho scritto che ha sbagliato e deve pagare, perchè è illegale, e umanamente sbagliato.
    Dico che dovrebbe essere illegale anche il pizzo del posteggio, chi reagisce finisce in galera, ma chi lo chiede, mai.

    Penso che sia normale che non fosse l’autore del furto: era lì, normalmente i ladri scappano. Non è che il padrone del motorino avesse concesso l’obolo al posteggiatore e il posteggiatore non si è accorto del furto del mezzo che “teoricamente” doveva almeno guardare?
    Ripeto: non condivido l’accoltellamento, gesto meschino e violento; ma se devo pagare un posteggiatore mi aspetto almeno che venga data un’occhiata al mezzo o sbaglio e il posteggiatore sta lì soltanto per prendersi i soldi e voltarsi dall’altro lato? Tuttavia, questi di questi gesti violenti ne sentiremo parlare sempre più frequentemente. Fisiologico corso di una società incivile, egoista e ipocrita.

    Ma come si fa a dire che il ghanese non c’entra nulla, ma se è vero che stata li, prendeva, anzi chiedeva soldi per guardare le auto posteggiate, e poi invece non le guardava, è ovvio che si finisca a litigare col padrone dell’auto!!!!!
    Poi ripeto per l’ennesima volta, accoltellare è sbagliato, è un reato, è illegale, l’autore deve essere punito dalla legge.
    Però è (anzi dovrebbe essere) reato anche chiedere il pizzo sulle auto posteggiate in luoghi pubblici, ma che diritto hanno questi di estorcere soldi? Sono i padroni delle strade e terreni?
    Inoltre è (anzi dovrebbe essere) sbagliato accogliere clandestini che non hano permesso di soggiorno, e che bene che vada, finiscono a chiedere il pizzo agli automobilisti, come se non ci fossero già abbastanza posteggiatori abusivi..

    Parole sante, qui leggo commenti assurdi, è legge solo quando qualcuno reagisce, e si mette abbondantemente dalla parte del torto, però è legale pretendere soldi per fare finta di custodire le auto, è legale che centinaia di migliaia di disperati invadano l’italia.

    Posto che sono avverso ai posteggiatori di qualsiasi colore, le ricordo che in occasione di concerti chi sottopone gli utenti della strada a estorsione per parcheggiare sono i posteggiatori palermitani.

    certi commenti razzisti non dovrebbero neanche essere pubblicati dalla redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.