Posizioni organizzative, ecco| la nuova mappa al Comune - Live Sicilia

Posizioni organizzative, ecco| la nuova mappa al Comune

La giunta Orlando taglia le posizioni organizzative e aumenta le alte professionalità: ecco chi tra i vari rami dell'amministrazione ci guadagna e chi no.

giunta orlando
di
13 Commenti Condividi

PALERMO – Diminuiscono le posizioni organizzative, ma aumentano le alte professionalità e soprattutto cambiano i rapporti di forza tra i vari rami dell’amministrazione. La giunta Orlando, dopo il repulisti dello scorso settembre che ha azzerato tutto, ridisegna la mappa dei funzionari con particolari compiti (le così dette posizioni organizzative), ovvero una sorta di vice-dirigenti con più responsabilità ma anche più soldi in busta paga.

Adesso si dovrà attendere qualche settimana per il bando, ma a Palazzo delle Aquile si dicono convinti già all’inizio del 2014 gli uffici potrebbero tornare a pieno regime contando di nuovo sulle posizioni. Per posizione organizzativa si intende infatti un funzionario (ovvero un livello D) al quale viene riconosciuta una particolare responsabilità: si tratta nei fatti di una sorta di vice-dirigente che percepisce un’indennità annua che va dai 5.125 euro ai 12.500 lordi a seconda dell’incarico ricoperto. Figure diventante indispensabili in un Comune in cui i dirigenti, specie quelli tecnici, sono sempre di meno e devono far fronte a più settori. Norma vuole che l’amministrazione elabori un piano con il quale stabilisce quante posizioni organizzative servano e dove, dopodiché il singolo dirigente emana un bando e, in base ai titoli, una commissione (di cui quasi sempre fa parte il dirigente stesso) sceglie con una nomina che sa di fiduciaria. Nomina che è a tempo. L’alta professionalità invece è una specie di posizione organizzativa assegnata in presenza di master, dottorati di ricerca, lauree specialistiche o iscrizione ad albi professionali.

Dopo tre mesi di vacatio, dunque, ecco la nuova mappa delle posizioni organizzative che passano da 146 a 123: una diminuzione ben lontana dall’annuncio del sindaco di dimezzarle. Le alte professionalità invece aumentano a 20. L’area delle Relazioni istituzionali avrà sei alte professionalità (staff del sindaco) e nove posizioni; i Servizi generali una alta professionalità (staff dell’assessore) e tre posizioni; lo Sviluppo strategico nove posizioni; gli Organi istituzionali una alta professionalità (staff del presidente del consiglio comunale) e sei posizioni; l’Avvocatura comunale una posizione; il Bilancio una alta professionalità (staff dell’assessore) e 16 posizioni; Fondi strutturali tre posizioni; la Cultura due alte professionalità (staff dell’assessore) e quattro posizioni; il Decentramento una alta professionalità (staff dell’assessore) e dieci posizioni; la Scuola due alte professionalità (staff dell’assessore) e sei posizioni; le Attività sociali due alte professionalità (staff dell’assessore) e quattro posizioni; la Gestione del territorio una alta professionalità (staff dell’assessore) e 26 posizioni; la Pianificazione del territorio una alta professionalità (staff dell’assessore) e 12 posizioni; l’Ambiente una alta professionalità (staff dell’assessore) e cinque posizioni; lo Sviluppo economico una alta professionalità (staff dell’assessore) e due posizioni; i vigili sette posizioni.

A conti fatti, aumentano da 15 a 20 le alte professionalità con la Direzione generale che le perde tutte e sei ma aumenta da uno a nove le posizioni. Le alte professionalità aumentano per le Relazioni istituzionali che raddoppia (da tre a sei) e diminuiscono per gli Organi istituzionali (da quattro a una) e l’Europa (da una a zero). Guadagnano alte professionalità tutti gli assessorati, con Cultura, Scuole e Sociale che ne contano due. Per le posizioni invece perdono molti rami dell’amministrazione, specie il Bilancio (da 25 a 16), i vigili (da dieci a sette), l’Ambiente (da otto a cinque), lo Sviluppo economico (da sei a due), la Gestione del territorio (da 32 a 26). Aumentano invece per le Relazioni istituzionali (da sette a nove), per gli Organi istituzionali e per il Decentramento (da otto a dieci).

“Questa riorganizzazione – spiega Orlando – fa seguito alla positiva conclusione del confronto con le organizzazioni sindacali e all’approvazione alcuni giorni del contratto decentrato del personale comunale”.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

13 Commenti Condividi

Commenti

    Regali a pioggia ad alcune figure. Poi però questa amministrazione non trova le somme per poter aumentare i fondi per i comuni mortali che a mala pena guadagnano €1.000,00 al mese. E’ uno schifo, ed infatti lo dimostra l’alta professionalità staff assessore che oltre allo stipendio percepisce altri € 1.000,00 al mese in più. Anche Orlando ragiona come gli altri politici, che profonda delusione.

    Come volevasi dimostrare e come già scritto a commento dell’articolo “Burocrazia comunale, si cambia Rivoluzione per gli uffici” si stanno preparando a dare incarichi di “bassa” (in questo caso) dirigenza. Sarebbe carino sapere quante posizioni organizzative avevano gli uffici accorpati e quanti ne daranno. Niente niente quelle gestite dai vertici delle organizzazioni sindacali e dai loro parenti e lecchini saranno mantenute!! Non si spiegherebbe altrimenti come queste persone spinte da amore verso il lavoro e verso la cittadinanza abbiano continuato a fare il bello e cattivo tempo negli uffici senza beccare un solo centesimo in più (tranne dopo chiedere il conto con fantastici assunti) probabilmente avranno ottenuto qualche promessa più o meno formale.

    Ma prima di fare commenti INFORMATEVI, LEGGETE E SOPRATUTTO SCRIVETE IN UN ITALIANO COMPRENSIBILE.

    La rivoluzione di Orlando si appalesa….spazio alla meritocrazia….tutte le A.P. In staff al Sindaco ed agli Assessori cosa che neanche il peggior Cammarata aveva potuto partorire…..che schifo!!!p.s. Ma che Orlando premiasse il merito si era capito con la nomina di Giambrone, impiegato comunale di cat. B, a Presidente Gesap…..rischifoooo!

    Scusi ma Lei ha qualcosa da dire? Se si, aspettiamo, lo faccia questo commento. Se “esiste” su Live, solo per rimproverare agli altri mancanza di informazione o chiarezza, meglio stare zitto.

    Non conosco i de/meriti di Giambrone, per cui su questo non sottoscrivo, ma per il resto, caro Giuseppe rossi sono totalmente e completamente d’accordo con te. Sono veramente, profondamente deluso e addolorato. Premiare solo le “segreterie” degli assessori a discapito di altri VERI funzionari meritevoli e capaci, mi fa ritornare indietro all’epoca in cui Orlando era un giovane assessore al personale DC e, per regola, si doveva privilegiare chi operava a stretto contatto con i notabili della politica locale dell’epoca: Limiani e Cianciminiani compresi, oltre che Gullottiani e Lamalfiani. Ecco RITORNA il “nuovo che avanza”! Che pena.

    Rimango solo sconcertato, come questa amministrazione conceda le alte professionalità chiaramente a gente vicino ai politici o come già visto vicini ai sindacati. La risposta esatta l’avremo appena leggeremo i nomi. Non capisco come mai questa amministrazione ed i sindacati non hanno ascoltato la voce dei dipendenti che hanno richiesto a gran voce l’eliminazione delle alte professionalità e delle posizioni organizzative. Poi i sindacati si lamentano come mai perdono iscritti giorno dopo giorno. Aspetteremo i nomi per confermare quanto detto.

    La storia si ripete sempre, i potenti nomina i delfini, non sarebbe meglio se alcune scelte venissero fatti dagli utenti? Sicuramente si premierebbero davvero le professionalità oltre che dal profilo professionale anche quello umano

    da sempre in tutti i paesi la diversificazione delle retribuzioni c’è sempre stata. Non sono d’accordo di dare incentivi a pioggia sia achi si fà il mazzo che a coloro che aspettano la sirena come metalmeccanici, non me ne vogliano, per andarsene a casa tanto l’appena dovuto l’hanno fatto, e in molti casi mi chiedo cosa hanno fatto di concreto!!!!!!!
    Semmai occorre caro Fabio un sistema che individui criteri e metodi che davvero individui nell’ambito di una competizione i meritevoli, coloro che non vanno a lavorare per riscaldare la sedia, o meglio coloro che hanno funzioni propositive e capacità professionali.
    Il dare poco a tutti è una grande fesseria!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    rispondo ad inkazzato, condivido il tuo pensiero ma sai benissimo che con il sistema di valutazione chi lavora veramente non avrà mai 100 nella pagella se non è raccomandato. Negli uffici chi è vicino al dirigente o all’assessore ha una pagella dignitosa quasi sempre 100, invece chi lavora lontano ma benissimo non avrà mai 100. Non lo dico io ma sono i fatti a dirlo. Io sono favorevole a premiare chi lavora e le vere professionalità, ci sono Funzionari D5 che non sanno usare un computer e non sanno fare un atto amministrativo, ed invece categorie B e C che fanno di tutto e di più percependo uno stipendio da morti di fame. Lo sanno tutti che a fare andare avanti la macchina amministrativa sono i soldatini di categoria bassa. Sono anche favorevole al licenziamento dei dipendenti pubblici che non sono produttivi come lo è nel privato. Basta vedere impiegati che non fanno nulla dalla mattina alla sera, Una cosa fondamentale va fatta, fare ruotare anche i funzionari che gestendo centri di poteri hanno a volte alcuni si sono creati l’orticello. Orlando deve iniziare da qui se vuole diversificarsi da altri politici.

    diciamo che la mia teoria la quale afferma che a Palermo comanda il sindaco e gli assessori ed il resto è solo volume adesso ha una certezza, premiati tutti con dei bei regali di Natale……c osi facendo si da ancor + potere agli assessori, siccome ne avevano poco….adesso……ancor di +…..!!!!!!!

    Soprattutto…con due t…..

    Grazie a Dio la gente ha acquisito consapevolezza sulla natura del peggior democristiano Leoluca Naria Orlando….mai avuto dubbi in proposito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *