Posteggiatori abusivi e sosta vietata |Traffico ancora in tilt al Policlinico - Live Sicilia

Posteggiatori abusivi e sosta vietata |Traffico ancora in tilt al Policlinico

In via del Vespro e via Tricomi anche questa mattina circa un centinaio di vetture sostava in divieto di sosta. Presenti, inoltre, diversi posteggiatori abusivi.

LA SEGNALAZIONE DI UN LETTORE
di
4 Commenti Condividi

PALERMO – Un nostro lettore, Massimo Bonomo, ci segnala anche oggi l’assenza di agenti della polizia municipale nella zona di via del Vespro e via Tricomi, dove, come accaduto ieri mattina, erano presenti circa un centinaio di vetture in divieto di sosta. Presenti, inoltre, diversi posteggiatori abusivi. Il lettore, infine, chiarisce di aver inviato la segnalazione sia al sindaco Orlando che al comandante della Polizia Municipale Vincenzo Messina. Ecco come si presentava la zona questa mattina:


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Percorrendo la città da Viale Strasburgo al tribunale non si vede un vigile. Strade larghe 25 metri ridotte a inestricabili budelli dove passa a malapena un’auto, rischiando pure di sfiorare con gli specchietti le macchine in tripla fila. Venditori “ambulanti” stabilmente installati in curva e sulle strisce pedonali. Corso Finocchiaro Aprile (nei pressi del tribunale) è terra di nessuno: venditori di frutta e verdura stabilmente occupano marciapiedi, carreggiata, incroci, strisce pedonali, e la sera, quando chiudono i “negozi”, lasciano pile di cassette vuote, e incatenati ai pali della segnaletica, vecchie porte di legno, tavolini e telai di ferro (il negozio), pronti per il mattino dopo. Le auto sono posteggiate in ogni modo e in qualsiasi posizione, da non potere nemmeno definirle seconde o terze file: sono semplicemente ammassate l’una sull’altra. Autobus e camion strombazzano bloccati in questo marasma. E di vigili nemmeno l’ombra. Il lettore segnale l’assenza di vigili in via del Tricomi; non ci sono da nessuna parte della città, caro signor Bonomo, perché la nostra è la città dei misteri. Abbiamo frotte di dipendenti Amia, tribù di personale Gesip, legioni di vigili, ma stranamente abbiamo sempre la strade e i giardini pubblici pieni di munnizza e gli incroci e le strade intasate di auto. Non dimentichiamo che la nostra è la QUINTA città AL MONDO per traffico automobilistico, prima di Mosca e Roma, per dirne qualcuna.
    Ma la spiegazione a tutto questo c’è: la colpa è delle grotte dei Beati Paoli di cui è costellato il sottosuolo della città, dove si sono smarriti i dipendenti delle aziende municipali che vi erano entrati per controllare, e anche i vigili che erano andati a cercarli.

    Concordo in pieno,la sola cosa che non manca in questa martoriata città è l’anarchia .Tutto è lecito ,tutto è possibile.

    Tutto é lecito, tutto é possibile, sotto l’occhio indifferente dei Vigili Urbani ai quali interessa solo lo straordinario, meglio se domenicale, senza rischi. Bancarelle indecenti, merce taroccata, posteggiatori insistenti, gazebi abusivi…che importa al Vigile urbano del cittadino vessato? Mica deve pensarci lui ad affermare la legalitâ!

    Attenzione però …

    Se sei in zona disco orario ti multano…!!!!

    Se la tua scheda parcheggio e’ scaduta da pochi minuti …
    interviene chi potrà tutelare l’ ordine cittadino e il “rispetto delle regole”…

    Nel frattempo magari, oltre a pagare il parcheggio, sarai costretto a pagare il pizzo a qualche ” gentiluomo ” che da una vita (vedi piazzale Ungheria) fa il venditore abusivo..

    Se mentre pensi ai cavoli tuoi, superi di 6 km orari il limite di velocità per te e’ finita.
    Devi pagare, per risanare le casse comunali in nome della sicurezza sulle strade.

    Se rinasco faccio il parcheggiatore abusivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *