Precari, sindacati contro il Comune | "Ferma la stabilizzazione" - Live Sicilia

Precari, sindacati contro il Comune | “Ferma la stabilizzazione”

Lettera al sindaco Leoluca Orlando

Palermo
di
3 Commenti Condividi

PALERMO – “Il Comune di Palermo ferma la stabilizzazione dei precari”. Lo sostengono Lillo Sanfratello (Cgil Fp), Mario Basile e Salvatore Lo Gelfo (Cisl Fp), Nicola Scaglione (Csa), Salvatore Sampino e Ilio Martines (Uil Fpl). I sindacati hanno inviato una nota al sindaco Leoluca Orlando, denunciando che “i vertici comunali hanno annunciato la decisione di non utilizzare il D.lgs.75/2017 per i percorsi di stabilizzazione, senza dare alcuna motivazione”. Le sigle sindacali sottolineano anche come “nessuna certezza sia stata fornita anche sulle eventuali proroghe dei contratti a tempo determinato, i primi dei quali sono in scadenza a partire dal dicembre 2018”.

“La situazione – aggiungono Sanfratello, Basile, Lo Gelfo, Scaglione, Sampino e Martines – è molto più grave alla luce delle scadenze che la città si trova ad affrontare nell’immediato, già a partire dalla prossima festività della Santa Patrona del 15 luglio, alla visita del Santo Padre prevista per il 15 settembre ed a tutte le iniziative della ‘capitale italiana della cultura’ che sono in programmazione entro il 2018, sulle quali pende la grave incertezza sulla garanzia dei servizi”. Per i sindacati, il probabile slittamento dell’approvazione del bilancio di previsione del Comune mette a rischio il futuro dei lavoratori e rischia di arrecare gravi disagi alla cittadinanza. “Il Comune ha scelto di far ricadere unicamente sulle spalle dei dipendenti responsabilità altrui – proseguono i sindacalisti – come dimostra la decisione di fermare l’applicazione di alcuni istituti contrattuali, per evitare possibili danni erariali conseguenti ai rilievi del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Oggi si gioca sulla pelle dei lavoratori a tempo determinato, lasciati nella totale insicurezza”. I sindacati hanno proclamato lo stato di agitazione di tutto il personale comunale, “preso atto dello stallo delle trattative e del grave danno per i lavoratori e per i servizi ai cittadini”.

(ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Ma se al comune di Palermo non tengono un becco di un quattrino come fanno a stabilizzare i precari , poi magari a ridosso delle prossime elezioni regionali magari si parlerà di stabilizzazione dipende anche da chi si potrebbe candidare a presidente della regione , stabilizzare i precari ma siamo pazzi e poi i voti a chi si devono chiedere a eltttori che non sono ricattibilili perché stabilizzati col lavoro , eresia pura eresia

    QUESTI SOGGETTI ANNO I CONTRATTI IN SCADENZA NEL 2019 IL COMUNE NON E OBBLIGATO A TENERLI IL MEF HA RAGIONE NON HANNO FATTO ALCUN CONCORSO PUBBLICO MA UNA SELEZIONE INTERNA PIENA ZEPPA DI LACUNE E PUNTI OSCURI E I SINDACATI LO SANNO. QUESTI SINDACALISTI CITATI NELL’ARTICOLO FAREBBERO MEGLIO A TACERE PER HANNO SONO STATI E SONO LA SPALLA DI ORLANDO E ADESSO CHE SE LA VEDONO NERA FANNO COMUNICATI CONTRO LO STRESSO SINDACO

    E’ ARRIVATO IL MOMENTO DI ASSUMERE QUESTI LAVORATORI GRAZIE ALLA LEGGE MADIA DOPO 10 ANNI DI SACRIFICI SOPRATTUTTO I RAGAZZI DELLA POLIZIA MUNICIPALE.
    I SOLDI ARRIVANO DALLO STATO IL COMUNE NON ESCE NEMMENO UN EURO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *