Priolo, D'Agostino: "Serve una commissione d'inchiesta" - Live Sicilia

Priolo, D’Agostino: “Serve una commissione d’inchiesta”

Il deputato chiede che siano appurate le responsabilità della Regione.
2 Commenti Condividi

PALERMO – Depuratore di Priolo: D’Agostino chiede che venga istituita una commissione d’inchiesta. Il deputato regionale forzista chiama in causa il parlamento siciliano all’indomani della puntata della trasmissione Report andata in onda ieri sera su Rai Tre che ha acceso i riflettori sulle grane giudiziarie legate al depuratore di Priolo Gargallo e sullo stato dell’arte del petrolchimico che rischia di chiudere i battenti. 

“Dopo aver seguito il servizio giornalistico di Report su Priolo, appare necessario interrogarsi sulle eventuali responsabilità politiche ed amministrative della Regione sul disastro ambientale che il depuratore di Priolo avrebbe causato al nostro mare e all’ambiente in generale. La Procura ha chiesto di bloccare l’impianto, ed il rischio ora è quello di chiudere il petrolchimico”, denuncia D’Agostino. 

La Procura di Siracusa, infatti, ha avanzato l’ipotesi di danno ambientale a carico degli amministratori delle principali aziende del petrolchimico e di alcuni dirigenti ed ex amministratori di Ias spa, l’Industria acqua siracusana, una società mista pubblico-privato che gestisce l’impianto di proprietà regionale. 

D’Agostino adesso chiede che si faccia luce sulle responsabilità della Regione. “Chiedo al presidente dell’Ars Galvagno l’istituzione di una Commissione speciale di inchiesta che ricostruisca competenze e negligenze, soprattutto della IAS, l’Industria acqua siracusana, una società mista pubblico-privato che gestisce l’impianto a maggioranza regionale, e dell’ARPA, ente totalmente della Regione che vigila per garantire il rispetto delle leggi a tutela dell’ambiente”, dice il deputato. 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    quando non si riesce a risolvere un problema si nomina una commissione

    Bravo, anzi bravissimo, le responsabilità della Regione sono enormi, la mancata vigilanza dell’ Irsap , ma soprattutto dell’assessore alle attività produttive Turano, che si lasciato trascinare dall’ allora Sindaco di Priolo, in una gestione precaria , priva di programmazione e che ha nominato 3 componenti del c.d.a. incapaci e asserviti alle esigenze degli industrie, perdendo di fatto la capacità controllo. Ben venga una inchiesta, vedrete cosa viene fuori dalla gestione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *