Processo Gregoretti: a Catania Salvini, Di Maio e Lamorgese - Live Sicilia

Processo Gregoretti: a Catania Salvini, Di Maio e Lamorgese

La DIRETTA con tutti gli aggiornamenti dall'aula bunker del carcere di Bicocca
12 Commenti Condividi

CATANIA – Nuova udienza del processo Gregoretti a carico di Matteo Salvini. L’ex ministro dell’interno è imputato di sequestro di persona per aver rinviato lo sbarco dei migranti a bordo della nave Gregoretti.
È il giorno di due testimoni chiave: Luigi Di Maio, attuale ministro degli Esteri e Luciana Lamorgese, ministro dell’Interno.

La diretta

14.13 – Con il completamento della squadra di governo “la Lega sara’ presente al ministero dell’Interno e commenteremo i fatti e non le ipotesi”, ma “dalle prime parole del presidente Draghi” emerge “una politica europea dei rimpatri che arriva grazie alla nostra azione che ha ridotto gli sbarchi, contrastato i trafficanti, ridotto i morti in mare e svegliato l’Europa”. Lo ha detto Matteo Salvini uscendo dall’aula bunker di Catania a conclusione dell’udienza preliminare del caso Gregoretti (ANSA).

14.02 –  Sentire Palamara? “Lo decidera’ il giudice. Io Palamara me lo leggo a sera a casa e rabbrividisco”. Lo ha detto Matteo Salvini al termine dell’udienza preliminare davanti al Gup Nunzio Sarpietro sulla richiesta di rinvio a giudizio dell’ex ministro dell’Interno per i ritardi nello sbarco di migranti da nave Gregoretti, rispondendo ai giornalisti sulla richiesta delle parti civili di sentire anche l’ex Presidente dell’Anm.

13.48 – “A me interessa enormemente capire se per caso gli input di questo procedimento nascono dall’idea che un politico di destra debba essere fatto fuori dal punto di vista giudiziario”. Lo ha detto Giulia Bongiorno fuori da Bicocca. “Questo mi interessa molto – ha aggiunto Bongiorno – se lo vogliamo sentire (Palamara, ndr) noi ci siamo rimessi al giudice. Io dopo le deposizioni di oggi vorrei solo che a marzo si concludesse tutto, non vorrei perdere tempo. Se vogliamo aprire questo capitolo, ok, ma la preoccupazione e’ che passino altri tre mesi e di fare un processo nel processo. Noi stiamo assumendo iniziative su un tema assai rilevante”.

13. 43 – “Sono contento di aver sentito i due testimoni sul fatto che c’era una continuita’ nell’azione di governo, una condivisione nell’azione di governo e una soddisfazione per aver svegliato l’Europa, che prima il nostro governo dormiva” lo ha detto il capo della Lega, Matteo Salvini, riferendosi alle deposizioni dei ministri Luciana Lamorgese e Luigi Di Maio rese stamani a Bicocca.

13.41 – “Abbiamo fatto quello che la legge ci permetteva e che gli italiani ci chiedevano. Abbiamo salvato vite”. Così Salvini uscendo dall’aula bunker di Bicocca.

13.39 – “Visto che c’è un nuovo governo in carica di cui la Lega è orgogliosamente protagonista, anche viste le defezioni che arrivano da altre parti, siamo forza propulsiva di questo nuovo governo che attuerà politiche europee serie e rigorose sul tema immigrazione”. Lo ha detto Matteo Salvini uscendo dal bunker di Catania.

13.33 – “Siamo estremamente sodfdisfatti della testimonianza del ministro Di Maio, ha fatto presente che c’e’ stata continuita’ di azione. Abbiamo completato una panoramica che ci consente serenamente di avviarci alla conclusione di questo processo”. Lo ha detto Giulia Bongiorno al termine dell’udienza preliminare del procedimento Gregoretti circa la richiesta di rinvio a giudizio dell’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini. 

13.31 – “La linea Draghi è in perfetta sintonia con la nostra esigenza di accogliere chi Merita accoglienza”. Così Matteo Salvini lasciando l’aula bunker del carcere di Bicocca a Catania.

13.12 – “Siamo molto soddisfatti – commenta a fine udienza l’avvocato di Legambiente, Corrado Giuliano – le deposizioni del ministro Lamorgese e di Di Maio confermano la responsabilità di Salvini nel blocco dello sbarco dei migranti dalla nave Gregoretti. Di Maio – continua l’avvocato – ha rivendicato una sotterranea opposizione all’azione politica di Matteo Salvini”. E ancora: “È stata una udienza serena – conclude Giuliano – e il giudice è voluto andare a fondo nei particolari della fattispecie. La parte civile ha chiesto di sentire anche Palamara, la decisione avverrà nella prossima udienza”(ac).

12.31 – Il ministro Luigi Di Maio sta già rispondendo alle domande di Nunzio Sarpietro

12.05 – In corso ci sarebbe la deposizione del ministro degli Esteri Luigi Di Maio, all’epoca dei fatti titolare del dicastero del Lavoro e vicepremier.

12.03 –  Terminata la deposizione della ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. La ministra è arrivata poco prima delle dieci al bunker senza fermarsi con i cronisti che sono tenuti dietro le transenne davanti all’ingresso del carcere. Da quanto risulta, alla titolare dell’Interno sarebbero state poste domande sulle differenze tra il caso Gregoretti e quello della Ocean Viking, che nell’ottobre 2019 era rimasta in mare più di dodici giorni con 104 immigrati a bordo.

10.35 – E’ cominciata nell’aula bunker del carcere di Bicocca a Catania la deposizione del ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, come testimone, nell’ambito dell’udienza preliminare del procedimento Gregoretti per la richiesta di rinvio a giudizio di Matteo Salvini. Subito dopo e’ prevista la deposizione, sempre come testimone, dell’allora vice premier e attuale ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

L’ex ministro dell’Interno, presente assieme al suo legale, l’avvocato Giulia Bongiorno, e’ imputato per sequestro di persona per il ritardo dello sbarco di 131 migranti nel luglio del 2019. L’udienza e’ presieduta dal presidente dei Gip di Catania, Nunzio Sarpietro. Sono presenti anche i legali delle parti civili, gli avvocati Daniela Ciancimino (Legambiente nazionale e Sicilia), Antonio Feroleto (Arci nazionale) e Corrado Giuliano (Accoglierete) e il penalista Massimo Ferrante che rappresenta una famiglia di migranti presente sulla nave Gregoretti. (ANSA).

10.29 – “Alcune esternazioni ci sono sembrate eccessive rispetto alla terzieta’. Per questo saremo attenti alla sobrieta’ del magistrato per tutto quello che voi avete seguito sulla stampa”. Lo ha detto l’avvocato Corrado Giuliano dell’associazione AccoglieRete riferendosi alla posizione del Gup Nunzio Sarpietro che presiede l’udienza preliminare per il caso Gregoretti a Catania. Il legale, prima dell’inizio dell’udienza all’aula bunker di Bicocca, ai giornalisti ha spiegato di riferirsi “non alla vicenda del ristorante”, di cui si e’ occupata la trasmissione Le Iene di Italia 1, che “e’ un’altra cosa”, ma “quello che e’ successo nel procedimento” a Roma, durante l’audizione dell’allora premier Giuseppe Conte, durante il quale, ha rifeto l’avvocato, “ha parlato anche di Palamara e di un suo fatto personale non pertinente con il processo”. “E questo – ha sottolineato – non ci convive”. alla domanda dei giornalisti l’avvocato Giuliano se come parte civile stanno pensando alla ricusazione del Gip ha detto: “no, non ancora”. Ai cronisti che hanno chiesto ancora se ci stessero pensando, l’avvocato ha osservato: “stiamo attenti perche’ e’ una cosa molta delicata…”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

12 Commenti Condividi

Commenti

    Le stesse azioni condotte da un altro ministro degli Interni gradito alla sinistra non sarebbe stato perseguitato. L’odio il rancore contro chi non si allinea al pensiero unico permane e terminerà con l’estinzione delle sinistre radicali. Appena si vota la bandiera falce e martello si ammainera’ per sempre.

    Le faccio umilmente presente che tranne Fratelli d’Italia ora fanno tutti parte dello stesso governo, sia quelli con la bandiera dove è stampata la falce e martello che quelli dove è invece stampato “prima gli italiani”, una grande storia d’amore fra sinistri e leghisti per sostenere l’uomo solo al comando Mario Draghi. A tal proposito mi chiedo come mai Matteo Renzi, che aveva provocato la crisi di governo definendo Giuseppe Conte uomo solo al comando, ora invece non lo dica più per Mario Draghi che da “vero” uomo solo al comando può contare su una maggioranza assoluta che un tempo si sarebbe definita bulgara (adesso nordcoreana) che gli consentirà di tutto e di più…..

    sempre che il sig. Mattarella ci faccia votare. non mi è sembratp molto convintom adducendo al periodo ed al tempo necessario per le elezioni. Strano, da una parte non vogliono perdere tempo, dall’altra lo perdono ..eccome

    Sulla scorta della situazione attuale meglio farebbe la magistratura a chiudere tutto se non ne vuole uscire ulteriormente penalizzata.

    signor francesco,
    le faccio notare che non è affatto vero che partiti con la falce e martello appoggino draghi e non è affatto vero che solo fratelli d’italia è all’opposizione.
    infatti all’opposizione del governo draghi ci sono anche:
    sinistra italiana
    rifondazione comunista
    potere al popolo
    dissidenti grillini
    partito comunista di rizzo
    azione civile di ingroia
    Partito comunista dei lavoratori
    DE MA di De Magistris
    Centri SOciali
    Cobas
    Usb
    Rete dei comunisti
    Partito MArxista Leninista
    Risorgimento SOcialista
    Fronte Gioventù Comunista
    e tante altre sigle

    Quelle sigle non valgono niente contano i partiti presenti in parlamento. Leu ha 15 parlamentari in tutto tra senatori e deputati e il 2% dei consensi. E anche tra questi 15 c’è qualcuno che vota a favore di Draghi.

    Spiegate a Salvini e alla Lega che la gente vota su lavoro, economia, salute, sanità, fisco, pensioni, infrastrutture, ambiente, cultura, trasporti, scuola, univsersità, diritti, turismo, commercio, industria…
    La gente non vota nè su immigrazione nè su sicurezza.
    in Toscana, Emilia ROmagna, Puglia, Campania, Trento, Bolzano, Aosta, Reggio Calabria, Cascina, Siculiana, Augusta e in tante altre zone dove in campagna elettorale si parlava ossessivamente di sicurezza e immigrazione ha vinto la sinistra e ha perso la destra. Sono dati incontestabili, risultati ufficiali che nessuno può smentire

    Lo spiego a lei e tutti gli invasati rossi. La gente che ancora è inginocchiata davanti alla falce e martello come lei , vota cosi come appunto lei dice infischiandosene dei temi sulla sicurezza ma la stragrande maggioranza delle persone votano invece proprio sulla sicurezza che è alla base di ogni convivenza civile. Si può avere lo stato sociale migliore al mondo ,pensioni ospedali occupazione istruzione ecc. ma se appena esci di casa trovi la guerra civile a cosa serve? Se non si è sicuri di poter vivere in serenità quale progetto di vita si può costruire?Una immigrazione selvaggia senza regole senza numeri certi senza un criterio dove può condurre il paese ospitante? Esiste al mondo un solo paese che accetta una immigrazione incontrollata e illimitata come voi comunisti predicate da sempre? Ed è esattamente per questi motivi che oggi Salvini rappresenta il primo partito politico in Italia mentre Leu è l’ultimo con il 2%. Questi numeri nemmeno la migliore propaganda rossa li può oscurare. Oggi Leu cioè il suo partito possiede 12 Deputati e 3 Senatori meno di uno a regione ,eletti per pura fortuna con i resti ,ma appena si vota anche questi residui spariranno. Nella nostra regione va ancora peggio avete un solo rappresentante all’Assemblea, Fava. E’ questo il vostro grado di rappresentatività presso il governo Nazionale e Regionale cioè vicino allo zero. Il ultimo le ricordo che 14 regioni su 20 sono governate dal centro destra, le sinistre radicali non pervenute.

    E’ chiaro che PD 5S e LEU hanno utilizzato con SALVINI la via della giustizia per far fuori un avcersario politico, è chiaro che certa sinistra ha sempre impedito una sana riforma della giustizia per non disturbare una Magistratura conservatrice ed poco incline al rinnovamento, ora siamo arrivati al dunque se non si fanno le riforme avremo sempre una giustizia da terzo mondo

    Sig. Nino, non esistono nessuna sinistra radicale e bandiere falce e martello nè in Parlamento nè al Governo. Si aggiorni e si rassegni, il partito comunista è stato chiuso 30 anni fa da Achille Occhetto.

    Credo che lei non abbia capito il mio pensiero. Leu è un partito di estrema sinistra e sia con il Conte bis sia adesso esprime un ministro cioè Speranza. Alcuni tra i pochi parlamentari di Leu hanno deciso di opporsi a Draghi ma la maggioranza è a favore e si tiene il ministro. Non esistono opposizioni che hanno un ministro nel governo e votano la fiducia. Le è chiaro adesso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *