Pugni e calci all'ex insegnante del figlio all'uscita della scuola

Catania, rimprovera l’alunno: insegnante pestata all’uscita

La donna lo aveva promesso: "Ora sugnu incinta, ma appena partorisciu i primi coppa su pi tia". E' stata denunciata
CATANIA
di
11 Commenti Condividi

CATANIA. Una storia raccapricciante ricostruita dai poliziotti del Commissariato Borgo Ognina che hanno denunciato in stato di libertà una ventiseienne, responsabile di aver aggredito con calci e pugni l’ex insegnante del figlio che aveva aspettato all’uscita di scuola. La docente, infatti, dopo aver terminato le lezioni, si apprestava ad andare a casa a bordo della propria autovettura quando la madre di un suo alunno, aperto lo sportello dell’auto, l’ha afferrata e trascinata fuori dal veicolo, buttandola a terra sull’asfalto. 

Quindi, ha iniziato a sferrarle calci e pugni, davanti a genitori e alunni che hanno assistito increduli all’aberrante scena. Una volta terminato il pestaggio, la donna ha fatto avvicinare il figlio, mostrandogli compiaciuta il risultato della sua azione violenta. Per le percosse subite, la maestra è stata trasportata d’urgenza in autombulanza presso il più vicino pronto soccorso per essere sottoposta alle cure del caso.
Appreso quanto accaduto, sono scattate le indagini, volte a ricostruire i fatti e a individuare l’aggressore. L’attività ha consentito di accertare il movente dell’azione delittuosa: la spedizione punitiva era, infatti, dovuta a un rimprovero fatto un anno prima dalla docente al figlio della picchiatrice. Quest’ultima, infatti, avendo appreso del rimprovero, si era recata dalla docente minacciando che, appena possibile, gliela avrebbe fatta pagare: “Ora sugnu incinta, ma appena partorisciu i primi coppa su pi tia” questa la frase che avrebbe proferito la donna all’epoca dei fatti.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
11 Commenti Condividi

Commenti

    Se i fatti sono questi, non si può che dire galera per la madre e affidamento per il figlio, prima che cresca peggio della madre.

    confermo

    Sicuramente si tratta di disagio sociale ! Preferirei dire criminalità da reprimere senza se e senza ma

    Ma degli increduli genitori che hanno assistito alla scena, nessuno è intervenuto?

    Madre vergognosa e delinquente.

    Questa signora sicuramente è abitante in via coppola, strada famosa di Catania.

    queste persone vanno sterilizzate per evitare che possano procreare mostri peggiori di loro.

    Mi piacerebbe conoscere il marito di questa energumena, sicuramente per conviverci sarà uno mingherlino e tanto impaurito. Proporrei di salvarlo finchè si è in tempo……

    avaia,avaia

    E gli altri stanno a guardare… gente di mercato!

    Spero che si attivi anche la Procura dei Minori ….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.