Recovery, Pd siciliano: "Preoccupati, Sicilia, scomparsa da bozza" - Live Sicilia

Recovery, Pd siciliano: “Preoccupati, Sicilia, scomparsa da bozza”

L'allarme di Barbagallo. E Bartolozzi (Forza Italia): su Giustizia considerare situazione Sud.
3 Commenti Condividi

Palermo- “Come PD siciliano siamo molto preoccupati perché il Sud, e la Sicilia in particolare, sono praticamente scomparsi dall’ultima bozza del Recovery Fund. Siamo di fronte ad un documento, seppur in bozza, che sposta al Nord il grosso degli investimenti infrastrutturali, mentre per l’Isola non si parla di alta velocità per i treni, niente piattaforme cargo per favorire l’export dei prodotti agroalimentari, nessun sostegno mirato per favorire l’impresa al Sud”.

Lo afferma il segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo, dopo che l’Ufficio studi del partito siciliano ha finito di analizzare la bozza del Recovery Fund, predisposta dal ministro dell’Economia del governo Draghi.
Un documento tecnicamente ben predisposto ma che non tiene adeguatamente conto dei gap infrastrutturali della Sicilia che pure sono alla base dei calcoli che l’Europa ha fatto quando ha stabilito la dotazione per l’Italia. Non bisogna dimenticare, infatti, che se per l’Italia sono stati stanziati 209 miliardi è a causa dei numeri che caratterizzano il Sud.
Nel documento, per quanto riguarda la Sicilia, si parla solo del “potenziamento e adeguamento” di alcune stazioni ferroviarie (Palermo Notarbartolo, Acireale e Marsala) o dell’elettrificazione delle linee ferroviarie Caltagirone-Gela e Palermo-Trapani. L’Alta velocità si ferma in Calabria e in Sicilia l’unico riferimento è al potenziamento della linea Palermo-Catania da percorrere in 60 minuti. C’è la chiusura dell’anello ferroviario di Palermo e del nodo di Catania, il potenziamento della linea Palermo-Agrigento-Porto Empedocle, la connessione ferroviaria con l’aeroporto di Trapani Birgi e i collegamenti con il porto di Augusta.
Nessuna dotazione invece a sanare i gap sulla digitalizzazione e la banda larga. Ed anche sul turismo non ci sono gli interventi che servono per rilanciare l’economia dell’isola. Ma soprattutto sembrano scomparse le aree interne.

Recovery, Barbagallo: interventi insufficienti

“Siamo di fronte a interventi insufficienti che nulla hanno a che fare con lo sviluppo vero della Sicilia e che – afferma Barbagallo – non sono dirette a recuperare il gap tra nord e sud ma solo a rendere il nord più competitivo. La ripresa non può dividere l’Italia, deve invece unirla, come ha precisato ieri, nella sua relazione, il nuovo segretario nazionale Enrico Letta”.
Inoltre, sull’asse infrastrutture il 35.6% è già destinato al centro nord mentre al sud solo il 30,4% (e solo il 5.1% alla Sicilia); il 34% risulta non ancora ripartito.

“Chiediamo quindi che – prosegue il segretario del PD Sicilia – questa quota ancora non ripartita venga destinata al Sud e a rispondere, e sanare, i differenziali che non permettono lo sviluppo al Sud e che ancora oggi disegnano un’Italia a due velocità. E’ ancora una bozza ma da quello che emerge è altamente penalizzante per la Sicilia. Ci aspettiamo una inversione di tendenza immediata e per questo – conclude – facciamo appello, non soltanto alla deputazione del PD ma a tutti i parlamentari che hanno a cuore le sorti del Mezzogiorno.

Bartolozzi a Cartabia: Giustizia al Sud merita interventi mirati

Giusi Bartolozzi

“La durata dei processi, civili e penali, varia molto da Nord a Sud dell’Italia. Forti differenze nella durata dei processi comportano che di fatto la giustizia non sia uguale per tutti. Ecco perché la giurisdizione al Sud merita interventi mirati che devono trovare nel Recovery Plan le giuste coperture finanziarie” cosi Giusi Bartolozzi (FI) durante l’audizione del Ministro Cartabia in corso presso la commissione Giustizia della Camera dei deputati. “Strutture di coordinamento a livello nazionale e locale, metodo di gestione efficiente anche attraverso l’Ispettorato, incentivi premiali agli Uffici, e rafforzamento del sistema statistico con veicolazione delle best practices. Non possiamo limitarci a interventi riformatori dei processi. Efficienza e competitività, giustizia ed economia: il RP costituisca un’occasione di riscatto per i cittadini del Sud” cosi conclude.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Grazie a voi la Sicilia non è scomparsa dalla bozza ma dalla carta geografica.

    Come non condividere reale valutazione

    Mi meraviglia che i politici si lamentino e fanno solo dichiarazioni sui giornali.
    Agiscano !
    Se non agiscono loro, chi dovrebbe farlo?
    Si attivino per riunire tutta la deputazione regionale e facciano un’azione forte, tutti insieme, sino a minacciare di non votare il Recovey Plan se non vengono prese in considerazioni le istanze proposte.
    Tutto il resto sono chiacchiere.
    Le lamentele e le dichiarazioni sui giornali non servono a nulla e non fanno spaventare nessuno, servono solo a darsi visibilità
    Se salta questa tornata non ci sarà più nella per il sud e per la Sicilia e la responsabilità sarà soltanto loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *