Restaurata la Statua del Pescatore| L'inaugurazione ad Isola - Live Sicilia

Restaurata la Statua del Pescatore| L’inaugurazione ad Isola

Giuseppe Pezzati, Stefano Bologna, Filippo Ribisi, Matteo Pezzino, Rossella Puccio, Costantino Sparacio, Paolo Giusino, Claudio Terruso

La storica statua torna al suo splendore grazie all'intervento degli artigiani.

CONFARTIGIANATO
di
0 Commenti Condividi

ISOLA DELLE FEMMINE (PALERMO) – Torna al suo originario splendore la Statua del Pescatore di piazza Pittsburg ad Isola delle Femmine. Il delicato intervento di restauro è terminato: ad eseguirlo le maestranze di Confartigianato Palermo coordinate dal direttore artistico, Costantino Sparacio. L’intervento rientra nella convenzione tra l’associazione degli artigiani ed il Comune di Isola delle Femmine, che ha l’obiettivo di rivalutare il territorio a forte vocazione turistica.

“Non potevamo che offrire il nostro contributo per un progetto così importante  – dice Sparacio – la Statua del pescatore è il simbolo della borgata marinara alle porte di Palermo e meritava questa rinascita. Durante i tre anni previsti dalla convenzione saremo a disposizione per ulteriori opere di restauro”.

“La convenzione con il sindaco di Isola, Stefano Bologna – dice il presidente di Confartigianato Palermo, Giuseppe Pezzati – rientra perfettamente nel riconoscimento di Palermo Capitale Italiana della Cultura, un’opportunità per la nostra associazione, che contribuirà alla promozione a 360 gradi del territorio”. “Un lavoro eccellente – conclude il primo cittadino – effettuato con grande professionalità da Confartigianato. La nostra statua è rinata ed ho già raccolto decine di commenti positivi da parte di chi vive ad Isola ed è felice di questo intervento”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *