Uccisa a coltellate, è caccia all'assassino - Live Sicilia

Uccisa a coltellate, è caccia all’assassino

Palermo, rumena massacrata in centro
di
0 Commenti Condividi
I rilievi della scientifica nella scena del delitto

I rilievi della scientifica sulla scena del delitto

L’assassino ancora non è stato trovato. Le attenzioni degli investigatori si stanno appuntando sul marito, ancora non reperibile. Sarebbe stato lui a uccidere ieri pomeriggio la moglie, una donna rumena, in pieno centro storico a Palermo, Una lite improvvisa, un rapporto di coppia andato a male. Ci sarebbe questo dietro, infatti, la morte di Florentina Ciobanu, una  rumena di 45 anni, massacrata ieri pomeriggio a coltellate. La donna sarebbe stata accoltellata, in pieno centro storico, presso piazza Pretoria, al culmine di una lite. Dietro la discussione animata, probabilmente, la storia di una separazione avviata da mesi. E’ questa la pista su cui gli inquirenti stanno lavorando dopo avere ascoltato alcuni testimoni. La donna  viveva in via Albimonte, alla Zisa, presso la famiglia per cui lavorava.

L’aggressione e i soccorsi
Secondo una prima ricostruzione, la donna sarebbe stata colpita all’addome e alla gola, dopo essere stata picchiata. Un medico olandese, un turista, e una dottoressa palermitana avrebbero tentato di fermare l’emorragia.  Qualcuno ha telefonato al “113” riferendo l’accaduto. Gli agenti, arrivati in piazza Pretoria, hanno chiamato l’ambulanza: al momento dell’intervento della polizia la vittima era ancora viva. La donna è morta poco dopo essere stata trasportata all’ospedale “Civico”. Intanto, è caccia all’assassino. L’ormai ex marito è ricercato dalla polizia. Dovrebbe avere le ore contate.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *