Russo stoppa Iacolino: |"Entro 24 ore revocare delibere" - Live Sicilia

Russo stoppa Iacolino: |”Entro 24 ore revocare delibere”

All'Ausl 6 prorogati incarichi di vertice per altri 5 anni
di
3 Commenti Condividi

“Fermi tutti”. L’assessore regionale alla Sanità ha intimato a Salvatore Iacolino – manager dell’Ausl 6 e neo deputato europeo eletto nelle fila del Pdl – di revocare entro 24 ore due delibere da lui firmate che prorogano per altri cinque anni i contratti di diversi dirigenti, quello di direttore di servizio e direttore di dipartimento. I loro incarichi, infatti, sono in scadenza nel 2010 e l’assessore Russo ravvisa una “palese violazione delle disposizioni assessoriali, incongrue dal punto di vista temporale, considerato che la scadenza degli incarichi era fissata nel 2010, inopportune ed ingiustificate sotto il profilo amministrativo”.

Secondo Russo le delibere dovevano essere sottoposte al vaglio dell’assessorato alla Sanità, secondo un provvedimento disposto lo scorso 17 aprile per “evitare che alcuni manager potessero adottare provvedimenti non in linea con la nuova programmazione regionale. In questo caso – ha continuato Russo – l’azienda Usl di Palermo ha proceduto in modo unilaterale e illegittimo, senza nemmeno richiedere la preventiva autorizzazione, con il chiaro intento di prefigurare un nuovo assetto organizzativo dell’azienda che spetterà invece al nuovo manager che si insedierà il primo settembre con la costituzione della nuova Asp”.

Nella lettera di diffida a Iacolino, l’assessore Russo specifica che le delibere ”possono pregiudicare, o quantomeno rendere difficoltosa la futura gestione della subentrante azienda sanitaria provinciale” e invita il manager ”a revocare entro 24 ore i provvedimenti in questione, con conseguente ripristino delle situazioni e delle scadenze fissate dalle deliberazioni precedenti, diffidandoLa al contempo a provvedere pena la nomina di un commissario ad acta con il compito di adottare gli intimati provvedimenti di revoca”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Iacolino? E’ scorretto, come scorretto è stato la sua gestione dell’incarico ASL che ha ricoperto, soprattutto in prospettiva della candidatura al parlamento europeo. Ha gestisto quell’incarico in maniera clientelare ed ammaliante dando incarichi e prorogandone altri in scadenza per fare voti, necessari affinche la sua corrente (Schifani-Alfano)si affermasse alle regionali del 2008, alle provinciali di Palermo del 2008, alle europee del 2009: riusendo a raggiungere Strasburgo. Vada l’ass.re Russo a ritroso, cercando le delibere degli annni precedenti (2008/2009) dove ha – in grave abuso – rinnovato incarichi o dati nuovi in “maniera fuorilegge”: vedi quello della direzione amministrativa di Corleone. Iacolino, bravo politico, rappresenta “l’ala militare” del duo Alfano-Schifani. Vie facile dire “è uno Schifo!!!!”. Ne abbiamo le tasche piene di tali abusi e scorrettezze.

    Iacolino, uomo, amico dell’attuale Ministro Alfano.

    Ho appreso la notizia che le delibere in questione sono alla Corte dei Conti. Auspico una decisione della Magistratura corretta ed in linea con quanto rilevato e contestato dall’assessore Russo. Sono certo che sarà fatta giustizia e i beneficiari degli atti (clientelari) vadano presto a casa.
    Vada avanti assessore Russo. Io sto a guardare e sperare. Che finisca questo schifo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.