Confcommercio, sospeso Saffo |Agen: "Imbarazzo per le accuse" - Live Sicilia

Confcommercio, sospeso Saffo |Agen: “Imbarazzo per le accuse”

Agen, a prescindere dal caso in particolare, punta il dito contro l'intero sistema della formazione, che definisce "marcio". "Noi lo avevamo già detto" - sottolinea.

Scandalo Formazione
di
26 Commenti Condividi

CATANIA – Una reazione a catena. Anche Confcommercio prende le distanze da Giuseppe Saffo, noto imprenditore nel settore dei lidi balneari e presidente provinciale dell’A.N.F.E. (Associazione Nazionale Famiglie Emigranti), investito in pieno dal terremoto sulla formazione etnea e in carcere con l’accusa di associazione a delinquere, peculato, truffa aggravata in relazione alle erogazioni delle sovvenzioni da parte della Regione, corruzione, falso e frode fiscale, insieme al nipote Francesco Cavallaro. “Giuseppe Saffo, era un iscritto di Confcommercio e in passato è stato presidente del sindacato dei balneari, è stato sospeso il giorno stesso dell’arresto – spiega il presidente regionale dell’associazione dei commercianti, Pietro Agen – da socio, come prevede l’articolo 8 del nostro codice etico. E’ una sospensione – aggiunge – perchè non c’è ancora una condanna. Quando ci sarà, se verrà condannato, Saffo verrà espulso. Io non voglio condannare a priori nessuno – aggiunge – certo è che, leggendo i capi d’accusa non posso non dire che sono imbarazzato”.

Agen, a prescindere dal caso in particolare, punta il dito contro l’intero sistema della formazione, che definisce “marcio”. “Noi lo avevamo già detto – sottolinea. E’ da cinque anni che lo segnalo. Anzi, esattamente sei anni fa – prosegue – quando l’ex presidente Lobardo ci chiese cosa volevamo, la mia richiesta fu lo scioglimento del Ciapi –  il Centro Interaziendale Addestramento Professionale Integrato, ente di formazione controllato dalla Regione Siciliana, oggi soppresso n.d.r. – e la revisione totale del sistema formativo siciliano. Noi, come Isfoter (Istituto per la Formazione Professionale e la Promozione Culturale del Terziario n.d.r.) ha una capacità formativa di notevole livello; siamo riconosciuti in Sicilia con la legge 24 ma, guarda caso, non facciamo corsi finanziati dalla Regione. Non solo – incalza Agen – subiamo la concorrenza di alcuni istituti di formazione”.

La formazione corretta, secondo il presidente Confcommercio, non deve ricevere i contributi dalla Regione, ma fare pagare. “Non è normale che si facciano corsi gratuiti perchè finanziati dalla Regione – conclude – questa è follia”. La proposta di Agen è semplice: “Se la Regione vuole riqualificare disoccupati e cassaintegrati, va benissimo, ma la formazione è un investimento e quindi va pagata. La nostra proposta è istituire un voucher – conclude Agen – dell’importo di 700 euro che gli studenti possono spendere in uno a scelta degli enti autorizzati. Il giovane non andrà dall’Ente che organizza corsi fantasma ma, quasi sicuramente, in uno serio e che offre veramente possibilità di trovare un lavoro”.

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

26 Commenti Condividi

Commenti

    agen imbarazzato, nessuno si chiede come stiano i lavoratori del settore, i siciliani tartassati. Solo per mantenere questi maiali ingordi, sentenza? Avete ancora dubbi?

    come dice BRADIPO:

    “cmq nella formazione qualcuno di onesto c’è!”….

    io mi sono formata dopo il diploma all’ENAIP come segretaria steno-dattilografa negli anni ’70 e successivamente all’ODA come archivista. Tutto regolare. Ho prima trovato lavoro come segretaria d’azienda presso privati, poi come dattilografa nel pubblico grazie ai concorsi e uffici di collocamento che funzionavano bene oggi non so a che scopo sono aperti….. Grazie ai corsi professionali per disoccupati ho trovato il mio avvenire. Premesso quanto sopra dopo un aggiornamento professionale a pagamento sono avanzata professionalmente. Dice bene Agen oggi molti corsi non danno lavoro impinguano i furbi e i disonesti amici degli amici…. è necessaria una radicale riforma a supporto dei disoccupati di ogni ordine e grado dare la possibilità ai quarantenni e cinquantenni in primis che desiderano riqualificarsi perché rimasti disoccupati per crisi aziendale perché possano trovare un nuovo lavoro. Quindi non solo giovani diplomati e laureati al di sotto dei 30 anni! a 31 che sono vecchi? In questo caso l’arte e i mestieri antichi potrebbero creare nuova linfa…… e l’intelligence progettuale dei giovani essere finanziata per creare vero lavoro con il supporto della Regione spendacciona all’inverosimile per corsi fantasma e sprechi della inutilità ! Faccio un misero esempio: un mio amico insieme alla sua numerosa famiglia presenta un lodevole progetto in un terreno di contrada vaccarizzo ove impiegherebbe i risparmi di una vita per dare lavoro a 15 disoccupati invece da 5 anni è bloccato perché manca un piano di utilizzo delle aree di pre-riserva ove insiste il terreno di 70 mila mq. in atto non può ristrutturare neanche il grande casolare di 200 mq. I fondi europei per l’ambiente avrebbero supportato il progetto al 40-50%. Ben due bandi sono stati pubblicati a supporto di un turismo rurale possibile nonostante il progetto sia stato ritenuto di lodevole fattura nè la provincia nè il comune di catania hanno autorizzato l’avvio dell’iter per ottenere i fondi U.E. Bene, anzi male, il mio amico ci ha rimesso tutti i suoi risparmi fra tecnici e tasse amministrative e viaggi alla Regione nessuno è stato in grado di aiutarlo, il progetto resta nel cassetto e tutt’ora il Comune non ha approvato il Piano come da Regolamento non può approvare progetti di nessuna fattura e non incassa un granché….. e la disoccupazione avanza…………. mentre la Regione consapevole che le aree di Vaccarizzo non hanno le caratteristiche ambientali tali da ritenerle vincolate e il terreno non rientra nè nelle SIC né nelle ZPS come da norma comunitaria del 2005 nonostante i reiterati appelli degli abitanti non riperimetra il territorio per restituire decoro e dignità alla povera gente…………….. lenta come una lumaca per le cose valide, attenta e solerte ad elargire favoritismi ai mascalzoni che eludono il fisco e creano precari e non danno lavoro vero!

    Scusi Agen non bisognava aspettare la magistratura per accorgersi del danno …. la camera di commercio perché non ha controllato le imprese specie se all’interno ha componenti che in questi anni si sono arricchiti senza dare lavoro in cambio? non basta dirlo ma denunciare alle forze dell’ordine ( e non alla regione compiacente) se no si è complici di un sistema corrotto!

    l’ho scritto ma forse il commento si è perso nella moderazione.
    vorrei tanto chiedere al sig. agen come mai mostra imbarazzo e prende le distanze da questa vicenda e non invece per quella che coinvolge un altro suo noto associato ovvero ercolano e le recentissime indagini che l’hanno visto coinvolto. ma so che non avrò mai una risposta.

    Si è perso anche il mio commento……

    Il sistema è marcio, come dicono loro stessi, e quando una cosa è marcia nn può far altro che contagiare la parte restante.
    Il presidente dell’ Isfoter è anche direttore di un corso a cui presi parte qualche anno fa. Inutile dire che il corso è andato a rotoli, ma nn capisco perché nessuno controlla, nessuno ferma questo scempio che brucia anni di vita a giovani come me.

    Addirittura vengo citato, grazie marco. Gli enti in Sicilia sono centinaia e hanno problemi giudiziari meno di dieci di questi, fatti due conti. Fossi nella Confcommercio mi preoccuperei per l’evasione ed il lavoro nero di alcuni dei suoi iscritti.

    Pur non amando gli anonimi non ho problemi a rispondere : Maria , la Camera di Commercio di cui sono stato presidente non ha titolo ad effettuare alcun controllo che spetta ad altri per legge , come cittadino ho denunciato mille volte gli sprechi , diabolik , che brutto nascondersi dietro il nome di un assassino , il problema dei dipendenti mi sta a cuore come e forse piu’ che a lei , ma non credo che se vi sono delle illegalita’ si possa chiudere gli occhi per non danneggiare i lavoratori, con questa scusa si permettera’ tutto e di piu’ , Cittadino , premesso che i soci non sono miei ma di Confcommercio credo che vi sia un pizzico di differenza fra il reato di associazione a delinquere e quello di evasione fiscale , per altro la confcommercio ha il codice etico piu’ duro che esista , si informi e veda se esiste una sola associazione che agisca con la stessa durezza di Confcommercio , se fossi cattivo le chiederei se e’ stata sospesa da socia l’Enel , l’Ilva o la Mediaset che certo non sono soci di Confcommercio, tano , il tuo “invece lui……..” e’ classico di chi non avendo nulla da dire cerca di diffamare senza dire , Wolf88 il presidente di Isfoter si chiama Strano e non e’ direttore di alcun corso !

    Carissimi amici, noi lettori spesso inviamo commenti per sfogarci, per offendere e perché no a volte per esaltare il politico, l’attore o il protagonista dell’articolo che più che ci appassiona, posso sbagliarmi ma non ricordo di aver letto una così celere replica dell’interessato, che quanto meno ci ha mette la faccia, anzi la firma……..
    Ovviamente tutte le opinioni sono valide ed opinabili sino prova contraria a questo punto mi aspetto la contro replica dei lettori citati dal Presidente di Confcommercio Sicilia Pietro Agen, a cui va certamente va riconosciuto un merito e cioè quello di aver letto tutti i commenti e di aver risposto ad ognuno di questi…….chapeau.

    Io parlo di un certo Romano magari era un ex presidente

    credo che il trattamento da riservare agli indagati dovrebbe essere lo stesso. oggi poi l’evasione fiscale è un reato che pesa su tutti (e sulle tasche di tutti) al pari di reati come l’associazione a delinquere. sul resto del problema da me sollevato evito di dilungarmi perchè conosco, dalle dichiarazioni rilasciate ai giornali, la sua posizione.

    Purtroppo i commenti vengono moderati e cancellati…

    nessuno si chiede quanti lavoratori hanno trovato un posto che non gli spettava e non doveva neanche esistere, grazie a questo sistema marcio???

    @diabolik…. senza questa sistema marcio…
    avremmo una formazione sana, come le altre regioni, con un terzo dei dipendenti…
    sei d’accordo?

    grande mario!!!!!!!!

    bradipo… gli enti in sicilia dovrebbero essere massimo 30…
    il marcio non sta solo nell’illegalita’…
    sta nello spreco… un ente marcio è un ente che spreca… cioè in sicilia tutti…
    un ente marcio è un ente che non forma… cioe’ almeno il 95% degli enti…

    cmq se tutta europa è d’accordo nel dire che la formazione in sicilia è uno schifo ci sara’ un motivo…
    o ha ragione bradipo??? l’ennesimo parassita entrato senza concorsi…

    bradipo, il problema della formazione non è l’onesta.. è il servizio…
    il corso di abbronzatura invernale non è sotto inchiesta… ma è marcio lo stesso…
    omertoso…

    purtroppo i lavoratori come BRADIPO che ci campano sono tanti…
    e un sistema marcio che da lo stipendio a dei disoccupati senza speranza… è duro da combattere…

    Mi scuso con wolf 88 effettivamente Romano fu presidente molti anni fa di Isfoter , dopo di lui Giovanni Arena ed oggi Strano , se il nome di Romano e’ ancora in bacheca ce ne dispiace ma si tratta di una mera dimenticanzpaq di cui certo non sono responsabili i lettori .
    A Cittadino invece voglio garantire che detesto gli evasori quanto lui , quando vuole la mia dichiarazione dei redditi e’ a sua disposizione , ma nessun codice etico di nessuna associazione ha mai neppure ipotizzato una sospensione per il presunto reato di evasione fiscale ! Comunque mi piacerebbe chiedere a lei quali provvedimenti dovrebbero essere adottati nei confronti di Ilva , Enel , unicredit che in quanto a presunti reati ed evasioni non scherzano , forse devono essere taciuti perche’ troppo potenti ?

    @Agen, Le riconosco di aver chiarito la sua posizione nei fatti denunciati in generale non certo nel caso di che trattasi di cui Lei prende le distanze “perché spetta alle forze dell’ordine ….” qualsiasi cittadino può farlo in questo caso bastava che tenesse per se l’esternazione “l’avevo denunciato piu’ volte ” a me è sembrato intendesse il caso specifico. Nell’articolo traspare una giustificazione che non condivido, ma è solo un mio pensiero che potrebbe giustificarla, quello che spesso non si ha il coraggio di denunciare a chi di dovere …..

    no mi scusi, io non parlo di sospensione, parlo del fatto che lei ha addirittura “difeso” il soggetto in questione. mi spiego meglio: avrei compreso se lei non avesse preso le distanze, e avesse taciuto. invece da quel che ho letto lei si è “stupito” se al..re dei trasporti, tale ercolano sempre, sequestrano milioni di euro per evasione e fanno al conferenza stampa quando la conferenza stampa la fanno per qualunque operazione importante, i comunicati li leggiamo anche quando arrestano uno scippatore etc. aggiungo che ha anche parlato di presunzione di innocenza fino al terzo grado di giudizio…. è questa, la differenza di trattamento che non mi spiego tra caso del sig. ercolano e gli enti di formazione. apprezzo il vostro codice etico, sono felice se l’avete più severo delle altre ass. di categoria (non ne parlo perchè non faccio parte di altre ass. di categoria, non stiamo parlando di ilva enel etc. ma di altri soggetti con un loro peso ugualmente significativo seppur solo nel mondo….dei trasporti,e per quanto possa scandalizzarmi se enel etc. sono esenti dall’applicazione di codici etici purtroppo posso solo amaraggiarmene) ma io qui parlavo di differenza di reazione che non le nascondo non riesco a comprendere. in ogni caso prendo atto della sua risposta: per lei è questione di codici etici da applicare o meno. per me è questione di presa di posizione in senso sostanziale. non importa, grazie lo stesso per il confronto.

    io non parlo soltanto per parlare…. faccio riferimento al fatto che ogniqualvolta la conf è fuori dai giochi alza il tono. appena qualche suo rappresentante rientra a far parte di qualche istituzione ( vedi ex amministrazione ct ) gli va bene. è un mio pensiero dell’inutilità di certe associazioni di categoria. servono solo per arrivare a certe lobbie di potere. ripeto è un mio pensiero personale…. perchè qualcosa da dire c’è l’ho… eccome!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *