Sanità, il Cimo: "Prorogare i contratti dei precari impiegati per il Covid" - Live Sicilia

Sanità, il Cimo: “Prorogare i contratti dei precari impiegati per il Covid”

La nota di Giuseppe Bonsignore e Riccardo Spampinato
L'APPELLO
di
0 Commenti Condividi

 “Il mancato rinnovo dei precari della sanità siciliana e degli operatori sociosanitari in particolare è destinato a creare una grave crisi assistenziale negli ospedali siciliani se non corriamo subito ai ripari. Per tale ragione, abbiamo scritto all’assessore regionale della Salute Giovanna Volo, chiedendo di operare al più presto una profonda rivisitazione dei parametri relativi al fabbisogno degli operatori sanitari nel loro insieme e, nelle more, di prorogare tutti i precari della sanità siciliana. Altrimenti sarà un disastro”. A dichiararlo sono il segretario regionale CIMO Confederazione Italiana Medici Ospedalieri (Cimo) Giuseppe Bonsignore e il presidente regionale della Federazione Cimo-Fesmed (Federazione Sindacale Medici Dirigenti) Riccardo Spampinato.

“Il 31 dicembre prossimo termina lo stato emergenziale legato alla pandemia Covid – evidenziano i due sindacalisti – e con esso alcune norme derivanti dai vari decreti emanati durante l’ultimo triennio, incluse le facoltà assunzionali straordinarie che hanno tenuto a galla il Sistema sanitario nazionale. In Sicilia gli ospedali pubblici rischiano grosso. Solo una parte del personale precario sarà infatti stabilizzabile, perché in molti hanno un rapporto di lavoro flessibile (cococo e libero professionali a partita IVA) che non rientra tra i requisiti previsti dalla norma di legge per poter accedere alla stabilizzazione”.

“Ma poi – aggiungono Bonsignore e Spampinato – c’è il problema degli operatori sociosanitari, figura che a quanto pare in Sicilia è considerata un optional, vista la sottostima fatta nelle dotazioni organiche degli ospedali siciliani sulla base delle indicazioni assessoriali”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *