Scapagnini colpito da ictus |Non è in pericolo di vita - Live Sicilia

Scapagnini colpito da ictus |Non è in pericolo di vita

Il professore, ex sindaco di Catania, sarebbe stato colpito da un ictus. Secondo fonti vicine alla famiglia, le condizioni sarebbero stabili.

l'ex sindaco di catania
di
5 Commenti Condividi

ROMA – Nuovo malore per Umberto Scapagnini. L’ex sindaco di Catania, secondo fonti vicine alla famiglia, sarebbe stato colto da un ictus che gli avrebbe provocato una paresi. Non sarebbe in pericolo di vita, anche se le condizioni sembrerebbero critiche. Il professore, tempo fa, ha lottato contro un tumore, riuscendo a riprendersi quasi completamente.

Pochi mesi fa, in una lunga intervista a Livesiciliacatania, Scapagnini, che ha guidato la città dal 2000 al 2008 con la coalizione di centrodestra, aveva manifestato nostalgia e profondo attaccamento alla città: “Io sono napoletano – raccontava – ma ho l’orgoglio di dire che sono stato 34 anni a Catania e sono diventato catanese. Il mio grande amore e il mio grande entusiasmo di quando sono stato sindaco non si può perdere”.

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    per la gioia dei soliti sinistroidi “commentatori di notizie” di professione, che godono nell'”uccidere” l’avversario politico di turno grazie alle procure compiacenti…
    Si vergognino.

    … ma finiscila va… dicci di cosa hai beneficiato dal vandalo napoletano piuttosto.

    Per Orazio: povero sciacallo!

    Antonio, sarai tu lo sciacallo. E non hai letto il commento che mi hanno censurato…

    Orazio, immagino di quale “alto” pensiero la redazione ci ha purtroppo privato censurandoti. Ce ne faremo una ragione. Ti auguro di stare in pace con te stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *