Schianto in via Duca degli Abruzzi| Muore un motociclista di 29 anni - Live Sicilia

Schianto in via Duca degli Abruzzi| Muore un motociclista di 29 anni

Il giovane ha perso la vita in seguito allo scontro con un'auto.

PALERMO
di
6 Commenti Condividi

PALERMO – E’ deceduto dopo essere stato trasportato in condizioni disperate a Villa Sofia un motociclista di 29 anni. Si tratta di Antonello Vitale, che stamattina era rimasto gravemente ferito in un incidente in via Duca degli Abruzzi. L’impatto tra la sua Yamaha ed un’auto, avvenuto all’altezza di fondo Tapani, si è rivelato violentissimo ed era stato necessario il trasporto in ospedale con codice rosso.

Trasferito al Trauma center, i medici hanno tentato in tutti i modi di salvarlo, ma non c’è stato nulla da fare: il ragazzo ha riportato infatti ferite gravissime, tra cui un pesante trauma toracico. Sul luogo dello schianto è arrivata l’Infortunistica della polizia municipale per effettuare i rilievi e ricostruire con esattezza la dinamica dell’incidente.

Un altro scontro è avvenuto intorno alle 10 in via Pitrè, all’altezza di via Generale Francesco Salemi: un automobilista è rimasto ferito ed è stato medicato dai sanitari del 118. Traffico in tilt in viale Regione Siciliana, nei pressi di via Perpignano, per lo scontro tra un mezzo pesante ed una Fiat Panda, il quale conducente è stato trasportato in ospedale.

Una vera e propria escalation quella degli incidenti stradali a Palermo, dove sabato notte si è verificato l’ennesimo schianto mortale. Bartolomeo Mancuso, 30enne originario di Ustica, ha infatti perso la vita in via Sampolo: è uscito fuori strada con la sua moto, poi è finito contro un’auto in sosta.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    Guidare al Cairo comporta meno rischi !! 🙁

    Quando le FF.OO (tutte) inizieranno a fare rispettare il codice della strada a Palermo sarà giá troppo tardi.

    Un’altra stella in cielo.
    Ciao Antonio

    Non si può generalizzare, una cosa andrebbe chiarita per sempre: ci sono responsabilità di fronte a eventi funesti che sono esclusivamente personali, che non si possono “scaricare” ovvero attribuire a Istituzioni, Organi dello Stato, Forze dell’Ordine o Agenzie di altro tipo.
    Perché anzitutto bisogna partire dalla regola antica e saggia del “qui e ora” (hic et nunc)!

    Ma chi ha generalizzato ? Chi ha attribuito niente alle istituzioni ? Qui il problema e’ la mancanza di rispetto e il fatto che si ignorino i piu’ elementari diritti umani. Si guida come se le strade fossero dei viali prvati dove essendo di proprieta’ si e’ sicuri di non incontare o incociare altri veicoli che li percorrano.

    Tristezza infinita…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.