Scrittrice scambiata per guida| I vigili la multano di mille euro - Live Sicilia

Scrittrice scambiata per guida| I vigili la multano di mille euro

I vigili urbani hanno scambiato la donna, invitata a una gita scolastica, per una guida turistica e, dopo un verbale per "professione abusiva", l'hanno anche multata.

la vicenda a palermo
di
27 Commenti Condividi

PALERMO – Raccontava la favola delle mummie ai suoi piccoli lettori nelle catacombe dei Cappuccini di Palermo. I vigili urbani l’hanno scambiata per una guida turistica e, dopo un verbale per “professione abusiva”, l’hanno ora multata: mille euro. E’ la cifra che dovrà pagare la giornalista Alessia Franco, autrice del libro per bambini “Le catacombe del mistero”. La visita alle catacombe faceva parte di un progetto didattico di una scuola di Ficarazzi (Pa). Dopo la presentazione del libro in classe, le maestre avevano chiesto all’autrice di accompagnare gli alunni nei posti in cui è ambientata la favola da lei scritta. “Ho accettato di farlo a titolo assolutamente gratuito” ha spiegato la giornalista ai tre vigili che l’hanno avvicinata. Anche le maestre hanno spiegato che l’iniziativa rientrava in un percorso didattico. Ma la contestazione è scattata ugualmente e ora è arrivata anche la multa.

“Non pagherò: non ho violato alcuna norma, neanche quella del buonsenso” ha reagito la giornalista che ha annunciato ricorso alla magistratura. “Non facevo un lavoro che non mi appartiene. Partecipavo solo a un’iniziativa della scuola. Tutta la storia ha un risvolto paradossale: potrebbero essere multati come guide abusive anche i bambini che partecipano all’iniziativa ‘La scuola adotta un monumento’ e accompagnano i visitatori nei siti storici di Palermo”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

27 Commenti Condividi

Commenti

    Se i vigili sapessero fare il loro lavoro, non si renderebbero ridicoli in questo modo, ma farebbero cassa con le migliaia di palermitani che ogni giorno violano il CdS creando pericolo per gli altri utenti della strada o intralcio alla circolazione…

    E che non si dica più che i vigili a Palermo non lavorano e non fanno le multe a questi delinquenti criminali pregiudicati ABUSIVI. Bravi!!! Adesso però non perseguitate pure quei poveri padri di famiglia che riempiono allegramente la città tutti i giorni offrendo alla cittadinanza preziosi servizi quali: servizi di parcheggio, vendita di frutta e verdura esentasse, offerta completa di sostanze che rendono felici, compagnia ai semafori, alleggerimento di pesanti accessori (orologioni, telefoni e borsette), etc, etc…..

    Prima di fare una inutile ironia informati con il portiere delle catacombe e fatti dire cosa e’successo la settimana prima tra la tua giornalista e le guide turistiche che pagano tasse per fare questo difficile lavoro oggetto di concorrenza sleale e di abusivismo continuo contro chi vive di questa professione . Sei il classico panormosauro gente come te non fa crescere questa terra . Bravo bravissimo continua con la tua ironia da avanspettacolo Proponi non criticare .

    Fossi il comandante dei vigili urbani li metterei a dirigere il traffico per un po’ ……

    cosa è successo, non lo so, lo puoi dire ?

    Avrà trovato due cretini

    Forti con i deboli, deboli con i forti! W l’idiozia!

    In fondo tutta questa pubblicità gratuita è certamente merito dei vigili urbani che hanno fatto conoscere, per soli mille euro, il libro della scrittrice!
    E allora, se non altro per questo, l’autrice li dovrebbe certamente ringraziare!
    Buona domenica e buona fortuna.

    Certamente la storia non è come appare…
    Comunque i vigili si sono resi assai ridicoli…

    Ma come mai i vigili urbani di Palermo si trovano sempre dove c’è’ poco traffico?

    multare una scrittrice scambiata per guida turista nelle catacombe!!!!!!
    speriamo che non facciano la stessa cosa per un parcheggiatore abusivo che lo scambiano per ausiliario del traffico

    mah, roba dell’altro mondo!!!!

    Scusi tanto sig. Nik. Piuttosto che inveire, pur se educatamente, contro i commentatori di una notizia, “obiettivamente” imbarazzante per i vigili – almeno per com’è riportata – se ha contezza dei veri accadimenti e responsabilità , ci renda edotti. Altrimenti può sembrare che lei difenda l’indifendibile, non le pare?

    dario, secondo me farebbero danni pure lì!

    paolo, quattro, de “teste” così valgono per due

    perché hanno”chiffare”!!

    sono d’accordo con Paolo lo Meo: invece di parrare tipo “Micchichè” dicci cosa sarebbe successo

    E nel frattempo….. corso finocchiaro Aprile INTASATO
    corso Calatafimi, INTASATO
    corso Tukory, INTASATO
    via Oreto, INTASATA
    piazza Indipendenza, INTASATA
    via Aurispa, INTASATA ECC ECC ECC ECC ECC
    COMPLIMENTONI

    Ma chi sono le squadre speciali anticrimine?, che vergogna

    dalle parti dei cugini catanesi si usa dire …
    sautunu u muru vasciu
    nel senso che saltare un muro basso fa meno fatica…
    semplicemente meglio di una barzelletta
    quadro chiaro di come va avanti la sicilia
    ridicoli

    Questi sono i vigili che hanno regalato tutte le vie ai parcheggiatori abusivi anche dove ci sono le striscie blu…. ma che compaiono in orari strategici per un veloce giro di multe salvo poi restituire il territorio ai suddetti parcheggiatori

    Manco a Springfield il commissario Winchester…
    Guaglio’ arrestate chista pericolosa terrorista…

    Questi vigili urbani invece di stare attenti alle tante buche presenti nel tappetino stradale in zona, e di segnalarle o presidiare gli incroci . Cosa fanno multano questa scrittrice che porta i bambini alle catacombe. Questi vigili meritano tre giorni di sospensione, e studiarsi per bene il regolamento. Anche i vigili urbani meriterebbero delle multe, spesso capita che negli incroci trovi i vigili che parlano col telefonino invece di dirigere il traffico. E tanto altro bisogna lavorare ma senza esagerare questo significa abuso di potere.

    ma non è una notizia di qualche mese addietro?

    I VIGILI DI PALERMO CHE HANNO ELEVATO LA MULTA DOVREBBERO VERGOGNARSI…….NON SONO DEGNI DELLA LORO DIVISA……. VERGOGNA !!
    PALERMO ANCORA UNA VOLTA ASSISTE PASSIVAMENTE A QUESTE SCENATE DA TERZO MONDO…E TU CARO SIGNOR SINDACO CHE LO SAI FARE…NON TI VERGOGNI DI AVERE QUESTI DIPENDENTI ?

    grazie signori vigili urbani di Palermo…tutti a casa dovreste andare…quando c’è traffico nelle zone sopraelencate fate finta di non vedere….e vi girate dall’altra parte..maa fine mese x lo stipendio ci vedete bene…..vergonatevi…perchè cosi facendoilvostroservizio fate vergognare tutta lagente onesta che abita a Palermo.

    Il vero scandalo è che la professione di guida turistica sia regolamentata in questo modo. Ma su questo Nik…nicchia!!!

    A quanto ho capito molte persone compiono esercizio abusivo di guida turistica presso i monumenti palermitani. Va bene quindi il controllo. Ma se la giornalista riesce a provare ciò che ha dichiarato, il comando dei vigili urbani dovrá risarcire profumatamente per danno d’immagine la scrittrice.
    malafiura paurosa comunque

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *