Ritirata gara del Cas per l'appalto del servizio antincendio - Live Sicilia

Servizio antincendio in autostrada|Ritirata gara milionaria del Cas

Decreto dirigenziale per ritirare il bando. Pende un ricorso al Tar. L'opposizione aveva sollevato dubbi.
INFRASTRUTTURE
di
2 Commenti Condividi

Ritirato un bando di gara del Consorzio autostrade siciliane con decreto dirigenziale del 28 luglio. La gara è quella per il servizio di sorveglianza antincendio sulle autostrade Messina-Catania e Messina-Palermo.

La gara è stata pubblicata il 26 giugno. Si tratta di un appalto da circa nove milioni di euro. Un’azienda aveva contestato una parte della gara relativa all’assegnazione del punteggio (troppo alto il peso assegnato all’offerta economica rispetto a quella tecnica) presentando anche ricorso al Tar. Da qui, si legge nel decreto del dirigente generale Salvatore MInaldi, la decisione di ritirare in autotutela il bando.

L’interrogazione del Pd

Proprio su questa gara la settimana scorsa era stata presentata un’interrogazione all’Ars del gruppo del Partito democratico, primo firmatario Nello Dipasquale. L’atto ispettivo del Pd chiedeva lumi al governo regionale sia sulla questione relativa al punteggio assegnato all’offerta economica sia sulla congruità del costo del servizio, “che parrebbe eccessivo anche alla luce della convenzione stipulata dal Consorzio con la Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco”, scrivevano i deputati dem, facendo notare le condizioni più vantaggiose della convenzione rispetto al bando di gara.

Inoltre, i firmatari dell’interrogazione parlavano di “limitata concorrenzialità” in quanto il bando per come strutturato circa i requisiti di partecipazione avrebbe permesso di accedere solo a un paio di aziende, citate nell’interrogazione. Che si concludeva chiedendo al presidente della Regione e all’assessore regionale delle Infrastrutture la possibilità di ritirare in autotutela il bando. Il ritiro è arrivato, seppur sulla scorta di altre motivazioni.

Anche la grillina Stefania Campo si era occupata della vicenda presentando una mozione che chiedeva il ritiro in autotutela del bando. Oggi la deputata regionale dei 5 Stelle si dice soddisfatta e parla di un Cas che “non ne azzecca una”. (R. Pol.)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Che dicono gli amici della destra dove governano loro tutto chiaro e Limpido come sempre????
    Vero complimenti !!!! se in questo paese di nominati e corrotti suo malgrado una giustizia cieca e sorda permette tutto il Risultato Italiano e proprio questo essere emarginati dagli stati Europei migliori di noi , i ladri sempre più ladri con questo sistema di giustizia , hai poverini li ricambiano sempre con pane e marmellata , chi lavora paga x tutti , IO DEFINISCO IL NOSTRO PAESE IL PAESE DELLA VERGOGNA LE ISTITUZIONI CHE DOVREBBERO TUTELARCI ” POLITICA = GIUSTIZIA = VERGOGNA “

    Ci sono ditte che hanno il completo monopolio in questi servizi…..specie nella sanità !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.