Rapina a una prostituta romena | In manette due giovani - Live Sicilia

Rapina a una prostituta romena | In manette due giovani

In arresto un ventenne e un minorenne: dopo avere consumato il rapporto sessuale con la donna l'hanno aggredita e costretta a consegnare loro il suo telefono cellulare. Sono stati bloccati dopo un lungo inseguimento da polizia e carabinieri. (Foto d'archivio).

Palermo, Foro Italico
di
10 Commenti Condividi

PALERMO – A bordo della loro auto rossa volevano trascorrere una serata “diversa”. Due giovanissimi palermitani hanno così deciso di raggiungere una prostituta al Foro Italico e, dopo averla pagata anticipatamente, si sono appartati con lei nella zona. La giovane romena, però, non immaginava che quell’incontro si sarebbe concluso con violenza e paura, al punto da chiedere aiuto a squarciagola e lanciare l’allarme alla polizia e ai carabinieri.

L.C.C.R, di vent’anni ed il minorenne, D.P.V, infatti, dopo avere consumato il rapporto sessuale con la donna l’hanno aggredita e l’hanno costretta a consegnare loro il suo telefono cellulare. La prostituta stava per scendere dalla loro macchina per rimettersi in strada quando è stata rapinata: i due – in base a quanto la vittima ha raccontato alla polizia – si sono impossessati con violenza dello smartphone, strappandoglielo dalle mani per darsi alla fuga subito dopo.

La donna, lasciata sul marciapiede in lacrime e in preda al panico, è però riuscita a memorizzare il numero della targa dell’auto ed ha chiamato i carabinieri. E così sia i militari dell’Arma che le volanti della polizia hanno avviato le ricerche del mezzo. La romena ha nel frattempo raccontato quanto successo in ogni dettaglio, fornendo anche una descrizione precisa dei due giovani, uno dei quali aveva preso in prestito l’auto del padre.

Quest’ultimo, contattato dalla polizia, ha infatti precisato che nonostante l’auto fosse a lui intestata, veniva utilizzata dal figlio ventenne. Insieme al giovane amico, si era intanto recato nella zona dove solitamente viene allestito un mercatino rionale ed aveva venduto il cellulare poco prima rubato alla prostituta. I due, rintracciati dalle volanti e dalle gazzelle dei carabinieri dalle parti di viale Regione Siciliana dopo un lungo inseguimento, hanno infatti ammesso di avere rapinato la donna e di avere rivenduto immediatamente lo smartphone per quindici euro, trovati in macchina nel corso della perquisizione. Per entrambi sono scattate le manette con l’accusa di rapina aggravata in concorso.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    Quest’articolo é il simbolo della Palermo di oggi.
    Una giovane donna che, senza dignitá, svende in suo corpo con la disinvoltura di una onesta lavoratrice.
    Due giovani ignoranti violenti, prepotenti e senza un minimo di moralitá o dignitá…
    Un mercatino dove disinvoltamente si può rivendere un oggetto appena rubato…

    Ma un Questore, un Procuratore, un Comandante delle c.d. Forze dell’Ordine, un Sindaco che amministra una cittá ostaggio di questa gente, non fa un salto sulla sedia???

    Da oggi tutti e tre torneranno alle loro male fatte la prostistuta tornerà al suo posto di lavoro e delinquenti a delinquere qiesto è un paese che ti puoi permettere di tutto tanto non ti accadrà nulla cioè anarchia!!!!!! Le persone pagate profumatamente a mantenere l’ordine gli interessa la poltrona e lo stipendio

    beh, se tutti quanti hai appena enunciato avessero un barlume di dignità e professionalità nel proprio ruolo a quest’ora avrebbero dovuto fare un buco nel tetto a furia di saltare sulla sedie!!! Che ci siano mercatini dove si vende la merce rubata è risaputo da ANNI!!!, ma come vedi continuano ad esserci. Che a Palermo ormai siamo peggio del peggior film sul far west, lo sappiamo da tempo. Che ormai siamo alla mercè di scippatori, posteggiatori abusivi, vandali e paccottiglia varia, lo sappiamo pure. Ma….ti risulta che si muova qualcosa?? Facciamo le isole pedonali, le strade senza auto..bellissima cosa se questo non facilitasse le cose proprio a quegli scippatori e ladruncoli che a bordo di motorini e perfino biciclette hanno facile presa sulle persone che devono andare a piedi. A costruire le case non si comincia dal tetto!!!!

    profumatamente??? stipendio bloccato dal 2010 s,senza straordinari,senza benzina nei mezzi,senza la tutela di nessuno. fai una cosa vieni nella volante a fare un giro con me la notte a rischiare di prendere l’aids mentre controlli mille tossici in crisi d’astinenza, a prenderti i cessi dai balconi non appena vai a controllare un detenuto ai domiciliari, a combattere tutti i giorini con magnacci,rapinatori,ladri, e bagascie. la verita’ e che e’ bello fare i froci con il culo degli altri. voi non avete idea di cosa significa lavorare in questa citta’ e in queste condizioni. io con 1500 euro con 25 anni di servizio non arrivo a fine mese e devo pure leggere certi commenti. tu caro lettore meriti questo paese!!!!!!!!!!!

    Egregia Signora Questore ed Egregia Signora Prefetto di Palermo cortesemente potreste dire al Sindaco di fare installare un sistema di videosorveglianza di pubblica sicurezza con telecamere nascoste installate nei lampioni dei pali della luce ed installate nei pali dei marciapiedi che sorreggono i cartelloni pubblicitari ed installate nei pali che sorreggono i semafori in tutti i quartieri di Palermo(ossia nelle principali vie di tutti i quartieri di Palermo)per contrastare in modo efficace l’emergenza sociale degli scippi e delle rapine dilaganti?Basterebbe che il Sindaco Orlando facesse una Ordinanza Comunale per fare un dimezzamento del suo stipendio da Sindaco e per quello di tutti gli Assessori Comunali e di tutti i consiglieri Comunali,compresi quelli che sono dalla sua parte,e tanto quelli che sono dalla sua parte sono in maggioranza numerica rispetto a quelli politicamente contro di lui quindi sarebbe una cosa fattibile per trovare i soldi necessari per fare installare un sistema di Video Sorveglianza di Pubblica Sicurezza(tanto non avrebbero problemi economici e riuscirebbero lo stesso a vivere più che dignitosamente anche se si dimezzassero i loro stipendi).La sicurezza urbana è una questione fondamentale per la Democrazia e per tale motivo quando l’emergenza della Sicurezza perdura nel tempo diventa una incuria

    certo, è chiaro che la colpa non è delle forze dell’ordine, ma sicuramente chi è al di sopra non ha interesse e non fa bene il proprio lavoro… questo è sicuro !!!!

    Caro poliziotto…tu avrai lo stipendio bloccato al 2010…ma dimmi…se ti adeguassero lo stipendio…se ti dessero la benzina…faresti a pieno il tuo dovere???Ma ti prego…rispondimi con onestà intellettuale… Io so solo che da sempre siete stati arroganti con la gente per bene e codardi con chi, a torto, si fa le leggi a proprio modo. Ho gia raccontato diverse volte su Live Sicilia che colleghi tuoi…(o magari sei stato proprio tu…non me ne volere…) giusto un paio di mesi fa…un po per giocare…un po per arroganza tipica di chi indossa una divisa…si sono presi il lusso di ostacolarmi con una macchina di servizio mentre cercavo di superarli nel pieno rispetto delle regole stradali….e questo balletto è iniziato da villa Filippina fino a via Ruggero Settimo… Ed ancora…ti pare normale vedere intere comitive di volanti fermi ai bar…a bivaccare? Questo perchè? Perchè vi è finita la benzina? Ed ancora…sapete che a Palermo ci sono interi quartieri pieni di refurtiva…vedi Zen…Sperone…Borgo Nuovo…perchè non adate a fare delle belle retate invece di passeggiare per i quartieri “bene” di Palermo? Anche io faccio un lavoro che mi mette a rischio quotidianamente di contrarre malattie virali…ma non per questo mi rifiuto di assistere un malato quando so che è infetto ….Quindi…passatevi la mano sulla coscienza e cominciate a fare bene il vostro lavoro… Non me ne vogliate!!!

    Il nostro caro amico delle volanti ha tutta la nostra solidarietà… Anche se gli eventi citati non costituiscono proprio la routine giornaliera… Il problema è che l’invito ad andare con lui nella volante dovrebbe estenderlo a buona parte dei suoi colleghi facenti parte di altri reparti o distaccati presso altri uffici, che percepiscono il suo stesso stipendio se non superiore e che potrebbero andare in suo soccorso… e magari nel pieno rispetto degli orari di lavoro così come previsto contrattualmente per tutti i lavoratori.

    @nunzio
    mi pare che l’invito a saltare sulla sedia fosse rivolto a chi amministra questa sfortunata città e a chi dirige e dovrebbe coordinare la difesa dei cittadini.
    E non è certamente lei.
    In ogni caso, questo che lei lamenta è lavoro che ha scelto di fare, perciò dovrà avere a che fare sempre con malviventi e delinquenza. Piuttosto, un po’ di pugno duro non potreste chiederlo con forza tramite i vostri sindacalisti? Prendetevela con chi non vi fornisce strumenti, non con chi chiede che ve li diano.
    Lo stipendio è basso? Cambi lavoro. O ringrazi Dio di averne ancora uno.

    palermitani questo è quello che vi meritate
    continuate a votare delinquenti e questo è il risultato

    voglio vedere alle prossime elezioni sempre che non cambieranno la costituzione in modo che si votino tra di loro

    poveri italiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.